martedì 25 luglio 2017

GLI EFFETTI COLLATERALI DELLE FIABE, ANNA NICOLETTO. Recensione.


TITOLO: Gli effetti collaterali delle fiabe

AUTORE: Anna Nicoletto 

EDITORE: Piemme

GENERE: Contemporary romance

PAGINE: 336

PUBBLICAZIONE: 27 giugno 2017

PREZZO: € 9,99 ebook; € 17,50 cartaceo

La vita di Melissa è molto lontana dai sogni e dai progetti che sentiva di poter realizzare fino a pochi mesi fa: dopo aver mandato all'aria un prestigioso dottorato a Londra per amore, l'amore le ha sbattuto la porta in faccia, fregandosene altamente di tutti gli anni passati insieme e del suo cuore spezzato. E ora lei si ritrova disoccupata e sola, con il timore di fidarsi di nuovo. Stefano Marte, invece, è esattamente dove vuole essere: è brillante, carismatico ed è l'erede dell'impero di famiglia, un'azienda domotica di successo internazionale. Melissa e Stefano, due vite agli antipodi, non erano destinati a incrociarsi, eppure una serie di coincidenze li porta l'uno sulla strada dell'altra. La sintonia è immediata, almeno fino a quando lei non scopre chi è lui. Perché Melissa sa esattamente che tipo di uomo vuole al suo fianco, e di certo non è un figlio di papà che crede gli sia tutto dovuto. Il problema è che Stefano è disposto a darle l'unica cosa che lei desidera: il lavoro dei suoi sogni, l'opportunità per riscattarsi e dimostrare il suo valore. Rifiutare non è un'opzione. E, comunque, è solo lavoro. Basta relegare i sentimenti in un angolo insieme al brivido di eccitazione che prova ogni volta che lo vede. E poi lei è una donna razionale, ha già perso tutto per amore una volta, non cadrà mai più vittima del principe di turno. Quello che Melissa non sa è che ogni fiaba ha i suoi tranelli e le sue magie, e restarne immune si rivelerà più difficile del previsto.



Prendi un libro, versaci il Principe del Regno di Marte, una Cenerentola che non sa lavare i pavimenti, aggiungi una sagace ironia, un'attrazione incontrollabile, una serie di coincidenze, uno scherzo del destino. Mescola bene, bevi tutto d'un fiato e gli effetti collaterali ti lasceranno pienamente divertita e soddisfatta. Cari angeli, questo romanzo dal curioso titolo si è rivelato una splendida sorpresa: originale, scorrevole, intelligente, ironico e romantico, con quel qualcosa in più di inaspettato che è stato in grado di conquistarmi totalmente.
Il principe in questione è Stefano Marte, rampollo della famiglia Marte, proprietaria della Mars Tech, una grande impresa di domotica a cui Melissa Neri ha mandato più volte il suo curriculum senza mai essere presa in considerazione. Laureata in ingegneria informatica, dopo aver rinunciato per amore a un prestigioso dottorato - lo stesso amore che dopo due anni l’ha lasciata accettandone uno - cerca di pagare l’affitto facendo la banchista su turnazione in un supermercato senza aver compreso ancora la differenza tra merluzzo e nasello. Nel frattempo invia curriculum in cerca del lavoro per cui ha studiato dedicando il tempo libero alla sua app per Android “Fun in Space”.
Una serie di coincidenze la portano a una festa organizzata dalla Mars Tech. Durante la serata conosce un bellissimo e brillante ragazzo con il quale sente una immediata attrazione mentale e fisica, tanto da lanciarsi in un approfondito scambio salivare all’interno di una vasca da bagno.
Un brivido improvviso mi coglie alla sprovvista. Avvicino la bocca e succhio le sue labbra. Lui emette un gemito, poi mi spinge indietro contro la superficie della vasca, piega i gomiti e risponde con un lungo bacio. Non che immaginassi di dimostrare la mia teoria con un atto pratico, ma baciarlo è davvero più appagante di un esame di analisi matematica. Vorrei solo restare così, abbandonata in questo stato di grazia che mi priva per un po’ della nostalgia di ciò che ho perso e anche della capacità di giudizio.
Ma si sa, il destino a volte gioca brutti scherzi, soprattutto quando il ragazzo in questione è Stefano Marte, CTO e figlio del presidente dell’Impresa di domotica tanto ambita, e agli occhi di Issa un bugiardo ingannevole capace di distruggere il cuore di una donna.
Da questo momento in poi Stefano, per colpa del destino e non solo, sarà il capo di Melissa all’interno della Mars Tech. Melissa, non volendo  rinunciare alla seconda possibilità di realizzare il sogno di programmatrice, si troverà ad affrontare un ambiente di lavoro ostile e in particolare a soffocare i suoi sentimenti per il Principe di Marte che non potrebbe essere più lontano dal mondo reale a cui lei appartiene. Tutto ciò coinvolgendo il lettore con una serie di riflessioni intelligenti condite da pregnante ironia che non solo vi regaleranno parecchi sorrisi, ma vi faranno apprezzare lo stile scorrevole e il talento di questa autrice.
Il principe di questa fiaba, seppure all’apparenza si presenta intransigente e sicuro di sé, in realtà, è costretto per colpa di un padre anaffettivo e amante del controllo, a svolgere una attività aziendale che lo tiene imprigionato in un ruolo che non gli appartiene. Stefano adora programmare e con Melissa si sente a suo agio e libero di essere se stesso. Un protagonista maschile che mi ha davvero sorpresa con la sua umiltà: sa riconoscere i propri errori e cerca sempre di  proteggere Melissa, che non potrà far altro che ammettere a se stessa che Stefano Marte è molto più di quello che sembra. Al di là del classico figlio di papà, Issa vede un ragazzo intelligente e gentile in grado di donarle aiuto spontaneamente. La schietta onestà di Stefano mi ha colpito, è basilare in ogni rapporto. Cerca in tutti i modi di convincere Melissa del suo interesse per lei, lo fa con gesti e parole sincere, non rassicura la donna che vuole con un per sempre ma con un per oggi e un per domani, che trovo sia la promessa più vera che un uomo possa fare.


Anche se Gli effetti collaterali delle fiabe non ha un POV maschile, Anna Nicoletto è stata in grado di caratterizzare il suo protagonista al meglio, anche nelle debolezze. Attraverso la lucida consapevolezza dei suoi errori e la presa di coscienza del suo sentimento per Issa, Anna è riuscita sempre a farmi fare il tifo per lui.
Il personaggio di  Melissa è costruito con una magistrale ironia, solo persone estremamente sensibili a mio parere sono capaci di dare vita a un personaggio tanto ironico quanto intelligente come la protagonista femminile di questo romanzo. Melissa è una donna forte che alla fine, con la complicità di qualche saggio consiglio, non rinuncia ai propri sogni. È una principessa che non viene salvata dal principe azzurro, ma trova il coraggio di ribellarsi a un ambiente falso e ingannevole e di lottare per se stessa basandosi solo sulle proprie forze.
I personaggi secondari come Caterina, la sorella di Stefano, e Sabrina, la coinquilina di Issa, vi regaleranno molti siparietti divertenti e spero che la Nicoletto abbia da raccontare una storia anche per loro. Sono sicura che ne leggerei delle belle!
Questo romanzo saprà lasciarvi degli effetti collaterali importanti che vi faranno riflettere e non posso che lasciarvi con una delle scuse più dolci e romantiche mai lette.
Avevi ragione su tante cose, ma non su questa. Io non sono il Principe e tu non sei mai stata la Principessa Scema che aspetta rinchiusa nell’ala più inaccessibile del castello. L’hai sempre vista dal lato sbagliato. Quello rinchiuso nella torre ero io e tu sei l’eroina che mi ha salvato.
Vi consiglio vivamente di immergervi in questo frizzante libro che nasconde dietro il suo titolo quel qualcosa in più che fa la differenza perché “per quanto tu sia razionale, ci sarà sempre una fiaba alla quale finirai per credere” e  siamo noi a scriverla.






Nessun commento:

Posta un commento