sabato 22 luglio 2017

BLACK ROSE, SAGARA LUX. Recensione in anteprima.


TITOLO: Black Rose

AUTORE: Sagara Lux

SERIE: The Darkest Night Serie #1

EDITORE: Self publishing

PUBBLICAZIONE: 23 luglio 2017

GENERE: Dark-romance

PAGINE: --

PREZZO: € 2,99 ebook - presto cartaceo
Mai desiderare quel che potrebbe distruggerti.


Lilian Leroy non ha mai desiderato di svegliarsi in una stanza non sua, in compagnia di un uomo completamente nudo che non ricorda nemmeno di avere incontrato. Non ha mai desiderato di finire coinvolta nei giochi di potere che legano suo padre a un misterioso uomo venuto dalla Russia.
Ma ha desiderato lui, Sergej.
Dal primo momento in cui lo ha visto.
Sergej non ha mai desiderato nulla per sé. Ha sempre e soltanto eseguito gli ordini, almeno finché non gli è stato chiesto di fare l'unica cosa che non avrebbe mai voluto: distruggere qualcuno.
Distruggere lei.
Tre uomini. Due donne. Una notte.
La più oscura di sempre. Quella che cambierà le loro vite.



Svegliarsi in compagnia di un uomo che non conosci non è quello che Lilian Leroy si aspettava dopo una notte di bagordi, soprattutto quando si rende conte che nonostante quella non sia la sua camera, è comunque una stanza di Leroy Manor, la sua casa.
A una prima occhiata, quella che scorge è la schiena possente e disseminata di tatuaggi, dell'uomo che sembra aver trascorso la notte con lui. Un desiderio cocente misto a timore le attanaglia le viscere. Cosa è successo? Chi è quell'uomo? Perchè sono nudi in quella stanza?

Era tutto sbagliato. Non sapevo nulla di quell’uomo, neppure come fosse fatto il suo viso, eppure non appena fece scorrere un dito sulla mia pelle nuda, giù, lungo la spina dorsale, lo lasciai fare....Non c’era solo paura nel mio cuore, ma anche rabbia perché, nonostante il mio corpo riconoscesse il suo, la mia mente non riusciva a ricordare nulla della notte trascorsa insieme....Provai gelo. E apprensione.

Lilian scappa rifugiandosi nella propria camera, ma nessun luogo è sicuro, e se ne rende conto quando si presenta per la colazione trovando seduto insieme al padre un uomo che non conosce. Dmitry, aspetto impeccabile, linguaggio forbito, sguardo glaciale e subito dietro l'uomo, proprio lui, Sergej.  
Indifferenza, sguardi vacui che caricano Lily di una rabbia cieca e di una strana inquietudine. Cosa vogliono questi uomini da suo padre?  Cosa ci fanno a casa sua? Così a proprio agio quasi fossero i padroni? Anche se l'inglese di Dimitry è perfetto, per lei che è una traduttrice è facile individuarne l'origine russa. Grossi affari sembrano bollire in pentola e Sebastian Leroy, padre di Lily, appare come una marionetta nelle mani di Dmitry. 
Quello che non sa è che lei è una pedina fondamentale sulla scacchiera di Dmitry, un tassello importante che lo porterà a raggiungere il suo sordido scopo.
I piani però non seguono la traiettoria prevista, Sergej e Lilian vicini sono fuoco e cenere, miccia e polvere da sparo, elementi che insieme sono perfettamente distruttivi.



Sergej desidera quello che non dovrebbe desiderare e Lilian non fa altro che tentare di bucare quel muro di indifferenza raccontandosi di volere solo scoprire la verità. 
La passione li travolge e per loro sarà l'inizio della fine. Un vortice di carnalità cruda e spietata. Corpi che si fondono, destini che sono irrimediabilmente segnati, perchè i tradimenti si pagano in un modo soltanto. 
Una lenta discesa negli inferi che porterà Lilian a scoprire la vera ragione della presenza di Dmitry e Sergej a Londra, dei reali commerci di suo padre e dei motivi che rendono la sorella irreperibile da qualche giorno.
Black rose è una storia in crescendo dai toni foschi e squisitamente suspense. 
La parte iniziale procede un pò a rilento e ci consente di familiarizzare con i personaggi, con le loro sensazioni, le loro paure e i loro dubbi. Quello che scatta tra Sergej e Lilian è qualcosa di primordiale, feroce, atavico. Entrambi sono consapevoli che cedere alla passione comporterà la distruzione di una parte di se stessi. Il pericolo si annusa nell'aria, ma il profumo della carne, della passione è troppo forte tanto da oscurare ogni buon senso. Una caccia sfrenata, in cui i ruoli del gatto e del topo hanno confini labili. Lilian si avvicina, provoca e fugge. Sergej la bracca, accecato dalla voglia di sottometterla, di piegarla, ma Lilian scalcia, graffia, sovverte i ruoli. Sa di essere il tallone di Achille di Sergej e nonostante tutti i segnali le dicano di stare lontano da un uomo così pericoloso, la consapevolezza di sapere quali tasti toccare per tenerlo in pugno è una scarica di sensazioni inebrianti. 
«Ti piace fuggire?»Il mio petto si alzava e abbassava, freneticamente. Avevo i capezzoli duri, i seni pesanti e i muscoli tesi.«Tu mi farai male» sussurrai tremando.«Non te l’ho mai nascosto.»«Non voglio provare dolore.»«Non ci sarà solo dolore.»Mosse appena il bacino, strusciandosi addosso a me.Provai emozioni brucianti, ma contrastanti.Desiderio e paura.Follia e apprensione.«Non farlo, ti prego.»«Sono poche le cose a cui non so resistere. Una di queste sono le donne che fuggono. E l’altra sono le donne che mi guardano come mi stai guardando tu adesso.»

Sergej è pericolo, morte, distruzione. Lo dice il suo aspetto e lo si legge nei fiumi d'inchiostro che dipingono la sua pelle e che raccontano una storia che Lilian non può ignorare, se non di proposito. E quella rosa nera, i cui petali sono un'eterno monito della sua anima nera, dell'oscurità che la avvolge  e che risucchia anche Lily. 
Sergej comprende l'ingenua fragilità di Lilian, che non ha ancora capito pienamente il pericolo che entrambi stanno correndo e proprio per questo dovrebbe essere lui ad allontanarla, ma la ragazza gli fa provare sentimenti che aveva imparato a reprimere sotto cumuli di violenze, torture e assassini violenti. Un passato sepolto che non può essere riportato a galla. Un uomo che non c'è più e che ha fatto spazio a uno spietato esecutore. Ci prova Sergej, a starle lontano, lei è inaccessibile, eppure commette un passo falso dietro l'altro. 
Lilian è completamente stregata da Sergej e nonostante avverta l'imminente pericolo non riesce ad evitare di sentirsi perduta in sua presenza. La sua vita è stata sempre perfetta, avvolta in un involucro scintillante confezionato con cura. Quell'involucro adesso si sta sgretolando, lasciando intravedere un'amara realtà di cui non possiede ancora tutti i tasselli. A primo impatto Lily potrebbe sembrare una protagonista debole e indifesa, in realtà è una donna indipendente, che nonostante la sua ricchezza ha voluto ritagliarsi un proprio spazio nel mondo con le proprie forze. L'amore per la sua famiglia è un punto fermo e le dà la forza per lottare con le unghie e con i denti, anche a costo di sacrificarsi, a costo di rischiare la vita o andare conto l'uomo per cui ha iniziato a provare qualcosa.
Una verità dura da mandare giù si aprirà davanti ai suoi occhi, o forse è sempre stata lì e lei non ha voluto vederla. Il peggio però, deve essere ancora raccontato. Dal momento che Black Rose è il primo libro di una serie, la trama è in divenire e non viene svelato tutto in questo primo volume. L'elemento dark non è preponderante e lascia maggiore spazio alla parte suspense. Mentre ci si avvicina alla fine iniziamo a intravedere con maggiore chiarezza le fila della trama e i vari intrecci che legano Dmitry e Sergej alla famiglia Leroy.






Lo stile è quello riconoscibilissimo di Sagara Lux, intenso, passionale, diretto. Una prosa pulita e avvincente con dialoghi che rimangono impressi nella mente del lettore. Abile come sempre nel caratterizzare i personaggi, soprattutto quelli maschili, Sagara è stata capace di disegnare ancora una volta un protagonista che infiammerà le fantasie delle lettrici. Sexy, torbido, oscuro e pieno di segreti da svelare. Lilian è una perfetta coprotagonista, con quel misto di purezza e maliziosa intraprendenza che ha fatto perdere la testa al tenebroso Sergej.
Il doppio punto di vista offre una panoramica delle diverse prospettive con cui sono vissuti gli eventi, e devo dire che ne giova soprattutto l'ermetico Sergej, che altrimenti si sarebbe trovato in una posizione di svantaggio. 
Come ogni nuova storia di Sagara Lux, il mio kindle è sempre in trepidante attesa e l'impeto con cui sono descritti Lily e Sergej non ti permette di fare pause di lettura: io l'ho divorato in poche ore. Il tasso hot poi, che ve lo dico a fare? Così ardito da ridurre in cenere gli ormoni. 
Adesso però, veniamo alle cose serie: a quando il prossimo? Io non ce la faccio ad aspettare!









Nessun commento:

Posta un commento