giovedì 22 giugno 2017

#TBT. INDIETRO NON SI TORNA, SABRYNEX. Recensione in anteprima.


TITOLO: #TBT Indietro non si torna


AUTORE: Sabrynex

EDITORE: Rizzoli

PUBBLICAZIONE: 22 giugno 2017 

GENERE: Young adult

PAGINE: 358


PREZZO: € 9,99 ebook; € 16,00 cartaceo

La vita di Beck è sempre stata perfetta, nonostante il vuoto per la perdita di suo papà: migliori amici incredibili, una madre premurosa e Ben, un fratellino che la adora. Niente sembrerebbe andare meglio nell'estate in cui sta per entrare a Princeton, una delle più prestigiose università americane. Ma le cose cambiano in modo inaspettato quando trova una lettera di sua mamma, che è scappata di casa senza motivo portandosi via Ben. Beck si chiude in se stessa: non vuole più essere ferita da nessuno. Al college incontra Dimitri, il capitano della squadra di football: lui è il classico ragazzo dalle spalle larghe e il passo deciso, quello che sa sempre cosa dire e come dirlo. Beck non vuole essere una delle tante matricole che cade ai suoi piedi per poi venire dimenticata. E così cerca di conoscerlo mantenendo le distanze. Ben presto, però, le è chiaro che dietro al suo sorriso sicuro Dimitri nasconde un cuore alla deriva e momenti dolorosi che hanno colpito la sua famiglia. Entrambi vorrebbero tornare indietro nel tempo, cambiare il corso degli eventi… e, legati dalle stesse ombre, non possono più respingere la passione. Solo insieme possono trovare il coraggio di affrontare la verità sul proprio passato.


Rebecca Cooper ha un segreto. Quando viene ammessa alla Princeton University, una delle migliori università della Ivy League, realizzando così il suo più grande sogno, la sua vita sta andando in pezzi. Vive la sua esistenza perennemente nascosta dietro una corazza, un muro invalicabile che le permette di tenere tutti a distanza di sicurezza. Sua madre è scappata via di casa portando con sé il suo adorato fratellino, Ben. Ha lasciato la casa in cui c’erano i loro ricordi più belli: ricordi di vita vera, di sorrisi, carezze e affetto. Si è lasciata alle spalle Beck, che ora è rimasta sola. Il college è una nuova occasione per voltare pagina, per conoscere nuove persone, ma questo a Beck non interessa. I suoi unici due migliori amici, le uniche due persone al mondo di cui si fida sono Josh e Beth, ormai a chilometri e chilometri di distanza da lei.
Proprio al college si ritroverà a vivere con una compagna di stanza piuttosto originale. Avril si gode la vita, vive il sesso con leggerezza e spensieratezza, ficca il naso spesso e volentieri nelle cose di Beck, tanto da provare a scalfire la sua corazza in breve tempo.
E poi c’è Dimitri Jackson, un metro e ottantacinque di presunzione e aria da cattivo ragazzo, uno stuolo di ragazze pronte a inginocchiarsi ai suoi piedi e a rimanere a bocca aperta appena lui passa. Il suo futuro sembra essere scritto: contratti e contatti gli piovono sulla testa; non ci sono dubbi, sarà una stella del football. Dopo un incontro/scontro a dir poco imbarazzante, Dimitri si metterà in testa di stare dietro a Beck. Finiranno per incontrarsi, incrociarsi, scontrarsi ogni giorno, dando vita a siparietti ad alto tasso di gossip. Il sogno di Beck di passare inosservata si infrangerà presto. Tutto il college parlerà di lei e della sua presunta liaison con il capitano della squadra di football.
Si odieranno, si irretiranno, si sfideranno, finché non riusciranno ad aprire le porte dei loro cuori e a tirare fuori tutta la sofferenza e i sensi di colpa. Solo quando ogni ombra sarà stata finalmente spazzata via, Beck e Dimitri scorgeranno la luce e capiranno di essere fatti l’uno per l’altra.
Non so cosa stia succedendo, ma non riesco a smettere di farlo accadere.
Nonostante tutto possa far pensare a una relazione complessa e a personaggi dannati ed estremamente difficili come Cher e Hunter (protagonisti di Over. Un’overdose di te e Over. Camminiamo nel vento), la verità è che Dimitri e Rebecca sono diversi e lo è anche la loro storia. Stavolta non ci sono effetti speciali, non c’è niente che possa lasciarvi a bocca aperta. A dispetto del dolore causato dalla situazione familiare che si portano dietro, quelli di #TBT. Indietro non si torna sono due personaggi più ordinari, più facilmente inquadrabili e forse anche più prevedibili. Stavolta Sabrynex ha cambiato registro: ha scelto di raccontare una storia più tranquilla ma anche più profonda, capace di scavare nell’emotività dei personaggi molto più di quanto sia successo con la storia precedente. Un romanzo più introspettivo, quindi, che lascia spazio più all’emotività e al passato dei protagonisti che a un protagonista dannato o a dei personaggi problematici e difficili.


Beck è il personaggio su cui l’autrice ha lavorato maggiormente. Il suo cambiamento è naturale, quasi propedeutico. Quando ci viene presentata nei primi capitoli non è altro che un bruco, alla fine del libro la ritroverete come una bellissima farfalla dai colori sgargianti e vivi. Da ragazzina chiusa in se stessa, troppo presa a evitare l’ennesima delusione a ragazza consapevole di sé e di ciò che le sta intorno, disposta a giocare le carte che ha in mano e a godersi il presente come il futuro senza più precludersi niente. E a contribuire a un cambiamento così positivo ci sarà proprio Dimitri. In maniera del tutto inaspettata, il ragazzo si rivelerà essere molto diverso da ciò che sembra. In passato si è divertito, ha fatto dono del suo corpo a molte ragazze, ma gli è bastato incontrare Beck per cambiare rotta. Nel momento in cui la ragazza avrà bisogno di lui, Dimitri non indugerà: ci sarà per lei, la terrà per mano e insieme affronteranno le difficoltà che la vita gli regalerà.
Tra le sue braccia mi sento nuovamente al sicuro. Sento che posso tornare a fidarmi di qualcuno, che non devo rimuginare sul passato, che posso andare avanti perché qualcosa c’è. C’è sempre qualcosa che ti spinge ad andare avanti, nonostante tutte le difficoltà, le divergenze, le paure, i momenti in cui senti il mondo intero crollarti addosso. Troverai sempre qualcuno, o qualcosa, per cui ne varrà la pena.
Il percorso, però, sarà lungo e pieno di salite. Dovranno prima di tutto combattere contro se stessi, poi con il mondo intorno. Ci saranno ostacoli più o meno grandi, barriere da superare, segreti che verranno a galla minando il loro equilibrio già precario.
Gli amici di Beck saranno una nota colorata. Porteranno gioia e sorrisi anche nei momenti più brutti, metteranno in piedi siparietti esilaranti e spero vivamente che un giorno l’autrice scriva di loro. Sono una coppia così improbabile che un romanzo su di loro lo leggerei molto volentieri, da quello che ho letto è chiaro che i due hanno buone possibilità di finire insieme.
La nota dolente di questo romanzo, a mio parere, è che fa fatica a decollare. La prima parte è stata un po’ difficile da leggere, non sono riuscita a entrare subito in sintonia con i protagonisti e non mi hanno affascinata come è successo tempo fa con Cher e Hunter. Durante la lettura ho cercato in tutti i modi di non pensare a loro, di leggere questo romanzo indipendentemente da ciò che avevo già letto dell’autrice, ma è stato difficile perché il paragone per certi versi non reggeva. Beck e Dimitri sono due personaggi meno magnetici, meno enigmatici e meno “forti”. Arrivano al lettore in maniera più profonda e significativa, ma anche più lenta e meno efficace. In poche parole non mi hanno tramortita come hanno fatto Cher e Hunter e come mi aspettavo potesse succedere anche stavolta. La seconda parte, comunque, ha preso ritmo e si è fatta leggere con curiosità.
Continuo a sostenere che Sabrynex sia una delle autrici più promettenti e talentuose di Wattpad. Il suo stile è accurato, preciso, già maturo nonostante la giovane età. Apprezzo il suo talento, ancora una volta leggendo ciò che ha scritto ho fatto fatica a immaginare che dietro ci fosse una ragazza all’incirca della stessa età dei personaggi.
A posteriori, a voi che ancora non avete avuto l’opportunità di leggere #TBT. Indietro non si torna consiglio di leggerlo senza fare paragoni, mettendo per un attimo all’angolo Cher e Hunter (io ci ho provato, ma niente… non ci sono riuscita) e dimenticandovi della loro bellissima e tormentata storia d’amore. Godetevi Beck e Dimitri per quello che sono, prendete ciò che sono lì pronti a offrirvi.
Mi rendo conto solo adesso che non sempre le storie hanno un lieto fine, ma non per questo non vale la pena di viverle completamente. Puoi volere che qualcosa accada con tutto te stesso, ma il destino dipende solo dal destino. Tu puoi giocare le tue carte, ma sono carte che ti sono state messe in mano per puro caso. Le cose vanno come devono andare, non puoi, non posso, non possiamo fare nulla per cambiarle.











#1, Over, un'overdose di te (recensione)
#2, Over 2, camminiamo nel vento (recensione)
#3, #TBT. Indietro non si torna

Nessun commento:

Posta un commento