giovedì 1 giugno 2017

NERVE, JEANNE RYAN. Recensione in anteprima.



TITOLO: Nerve

AUTORE: Jeanne Ryan

EDITORE: Newton Compton

PAGINE: 320

PUBBLICAZIONE: 1 giugno 2017 

GENERE: Sci-fi

COSTO: € 4,99 ebook- 10,00 cartaceo

Quando viene selezionata come concorrente per Nerve, un gioco in diretta online, Vee non è sicura che avrà il coraggio necessario ad affrontare le sfide via via proposte. Eppure chiunque si nasconda dietro Nerve sembra conoscerla alla perfezione e sapere esattamente ciò che desidera: i premi sono allettanti e il suo partner nel gioco è il ragazzo perfetto, il brillante e sensuale Ian. In un primo momento tutto si rivela incredibilmente divertente: i fan di Vee e Ian tifano per loro e li spingono ad alzare la posta con imprese sempre più rischiose. Ma il gioco ha una svolta poco chiara quando i partecipanti vengono indirizzati verso una località segreta con altri cinque giocatori per il round del Gran Premio, la finale di Nerve. Improvvisamente stanno giocando il tutto per tutto e in palio c’è la loro vita. Fino a che punto il sangue freddo di Vee la sosterrà per andare avanti?
Un romanzo adrenalinico e imperdibile.



Siamo ormai consapevoli che da tempo la realtà virtuale, non è così innocua come pensiamo. Dietro gli schermi dei pc, nell'universo del web si nascondono un'infinità di minacce, pronte ad esplodere nelle mani di chiunque non sia abbastanza accorto per vederne il pericolo.
E il pericolo si fa ancora maggiore se a cadere in quella rete maledettamente intricata è un adolescente che si fa adescare, a causa della sua ingenuità, da promesse di vincite strepitose.
È questo che promette NERVE: vincite da capogiro in cambio di sfide apparentemente innocenti.
Leggendo questo libro, soprattutto all'inizio, mi è sembrato di rivedere il mondo impazzito di qualche tempo fa, quando si andava alla ricerca dei Pokemon, nulla di pericoloso in quel caso, ma comunque un gioco assurdo che ha coinvolto tutto il mondo, alla ricerca del nulla.



Quindi cos'è NERVE?
Nerve è un gioco, le regole prevedono delle sfide da accettare che prevedono dei compiti da portare a termine per poi vincere determinati premi.
Per accedere al gioco, devi effettuare un'iscrizione e dare un'infinità di consensi, che qualunque persona con un minimo di sale in testa, non accetterebbe mai.
Ma come spiegavo prima, qui parliamo di ragazzini, che presi dall'euforia e dalla novità, accetterebbero persino di vendere la propria madre per un momento di gloria.
Vee è una ragazza che all'apparenza non ha nulla a che fare con questo mondo, è timida e si sente sempre la seconda scelta di chiunque, adombrata dalla migliore amica bellissima ed estroversa, e perennemente ossessionata dai genitori a causa di un incidente che le stava costando caro.
Associate a tutto questo la delusione di vedere il ragazzo che vi piace, puntare come sempre la vostra migliore amica, ed ecco innescato il motivo della sua iscrizione a NERVE.
Nonostante se la faccia sotto alla sola idea che mezzo mondo possa vederla in video, si lascia trascinare da questo gioco, nella speranza di provare un pizzico di adrenalina che la faccia sentire anche per poco, una ragazza sbarazzina come tante.
Si iscrive inizialmente con l'intento di provare una sola sfida, e con l'aiuto del suo amico Tommy che la riprende, si butta a capofitto in questa esperienza delirante e sorprendente.
Lo scopo delle prime sfide, ovviamente, è quello di allettare i partecipanti per poi rischiare sempre di più, perchè il gioco è coinvolgente e gli spettatori on line che visionano i video, ti fanno sentire gasata alla sola idea di ricevere voti di gradimento, e una persona come Vee ha bisogno di questo, di sentirsi per una volta al centro dell'attenzione e apprezzata, anche se per solo poco tempo.
Peccato però, che come ogni gioco/videogioco, se ti lasci prendere la mano, non riesci più a vederne la fine: una sfida diventano due, poi tre, e così via.


La folla implora: "Un'altra sfida! Un'altra sfida!".
Me la sento? Quest'ultima è stata davvero dura.
I giocatori possono rinunciare in qualsiasi momento, ma per quanto ne so il mese scorso nessuno si è ritirato volontariamente.
Il trambusto si spegne, mentre la gente attende con trepidazione. Le loro occhiate sono come migliaia di piccoli spilli nella pelle.
Eppure, in qualche modo siamo tutti connessi, come una creatura con cento polmoni che respirano insieme.
Ho la pelle d'oca e nello stesso tempo rido insieme a loro.
Durante una di queste sfide, Vee conosce Ian, un altro partecipante di NERVE, e che il gioco decide di mettere in coppia con lei per le successive prove.
I ragazzi da subito si trovano simpatici, e man mano che si conoscono, si incoraggiano l'un l'altro per proseguire questo gioco al massacro.
Eh si, perchè è questo che sta diventando, le sfide sono sempre più insidiose e destabilizzanti, rischiose e impervie, ma i premi sono così allettanti che non possono e non vogliono rinunciare.
E' incredibile pensare che poche ore fa ero imbronciata dietro a un sipario polveroso a guardare la mia migliore amica che mi pugnalava alle spalle. E adesso invece?
Premi, divertimento e magari soldi.
E soprattutto, un ragazzo bellissimo che mi guarda come se fossi una caramella.
Adoro questo gioco.

Questo tipo di gare vengono attuate in diversi parti del mondo e dopo un'accurata selezione da parte del gioco, mensilmente viene attuata una sfida finale in diretta tra più giocatori.
Con il sommo stupore di Vee, lei e e Ian vengono selezionati come coppia per partecipare al finale e per l'ennesima volta, vengono invogliati a partecipare grazie all'enormità del premio che viene loro proposto.
L'assurdità dei partecipanti di questo gioco è che sono talmente accecati da quello che potranno avere da mettere assolutamente in secondo piano il fatto che il gioco sappia tutto di loro, persino quante volte al giorno vanno al bagno. Conoscono particolari degni di uno stalker esperto, e se questo non è già abbastanza per farli desistere dal continuare, sarebbe comunque il minimo per farli scappare.
Come potete immaginare la gara finale sarà assurdamente delirante, psicologicamente devastante e assolutamente pericolosa. Tutte le vite dei giocatori sono appese ad un filo sottile.




Se solo uno di loro decidesse di lasciare il gioco, nessuno vincerebbe niente e ovviamente c'è chi non è disposto a perdere. Cosa saranno disposti a fare i partecipanti pur di accaparrarsi il premio finale?
Questo libro è stata una ventata d'aria fresca. Sapevo di cosa trattava ovviamente, ma non pensavo mi avrebbe coinvolta con questa prepotenza.
È stato necessario fin dall'inizio portare a termine la lettura nel più breve tempo possibile, e in una sorta di trance dovevo arrivare alla fine per capire se avrei trovato il finale che mi ero immaginata. Lascerò scoprire a voi quale sarà.
La mente geniale di Jeanne Ryan vi lascerà a bocca aperte. La sua scrittura fluida ed intrigante vi catturerà, ne sono sicura.
Ci sarà un seguito? Chissà?






Nessun commento:

Posta un commento