lunedì 19 giugno 2017

IL RAGAZZO NUOVO, TRACY CHEVALIER. Blogtour.


ECCOCI ARRIVATI ALLA CONCLUSIONE DEL BLOGTOUR LEGATO A IL RAGAZZO NUOVO. OGGI SCOPRIAMO INSIEME CHI È TRACY CHEVALIER?



TITOLO: Il ragazzo nuovo

AUTORE: Tracy Chevalier

EDITORE: Rizzoli


PAGINE: 204


PUBBLICAZIONE: 15 giugno 2017


GENERE: Contemporary romance


PREZZO: € 9,90 ebook; € 18,00 cartaceo


L'Otello di Tracy Chevalier. Un progetto internazionale in cui celebri autori contemporanei riscrivono le opere più amate di William Shakespeare. È quasi estate, la scuola sta per finire. Ma per Osei Kokote, tredici anni, figlio di un diplomatico ghanese, è il primo giorno in un nuovo istituto, nell'ennesima città in cui si trova circondato da visi sconosciuti. Stavolta i suoi compagni sono solo ragazzini bianchi. E quando Osei mette piede nel cortile, quel mattino, con gli alunni tutti in fila, in attesa che la campanella dia inizio alle lezioni, per un attimo a muovere l'aria sono soltanto le domande sussurrate a mezza bocca e le occhiate diffidenti. Per sua fortuna troverà presto un'alleata in Dee, la ragazzina più popolare della scuola, la biondina che tutti vorrebbero come amica. La complicità tra loro è immediata: un sentimento che nasce e cresce improvviso, talmente intenso da sollevarsi in volo come un globo di luce in un giorno uguale agli altri, ma al tempo stesso un sentimento troppo pulito e cristallino per non provocare invidie e reazioni malevole. Tracy Chevalier, maestra della narrazione storica, ha scelto di ambientare un nuovo Otello nell'America degli anni Settanta, all'interno del cortile di una scuola periferica di Washington DC, dove i ragazzini si fidanzano all'intervallo e si lasciano all'ora di pranzo. Dove i loro gesti e giochi lasciano già trasparire gli insidiosi pregiudizi degli adulti. Tutto, in questo romanzo tragico, si svolge nell'arco di un solo giorno. Che sembra poco, ma non lo è, per raccontare come la gelosia, le prevaricazioni e il tradimento possono comodamente stritolare un gruppo di amici e lasciare noi, sul finire del pomeriggio, ancora increduli e spaventati.

CHI È L'AUTRICE?



Nata a Washington nel 1962, Tracy Chevalier è cresciuta negli Stati Uniti. Trasferitasi poi a Londra, vive tuttora nella città inglese. 
Per coltivare la passione della scrittura, si iscrive con successo a un corso di scrittura creativa, al termine del quale un suo racconto viene premiato con la pubblicazione su una rivista letteraria. Dovranno però passare diversi anni prima che Tracy Chevalier comprenda di volersi dedicare completamente alla scrittura, arte che lei stessa definisce come un "doloroso processo".
In Inghilterra, dove continua a produrre brevi storie e racconti, lavora stabilmente come editor free lance, e decide di approfondire la sua tecnica e il suo metodo frequentando un master in scrittura presso l'università dell'East Anglia. 
Nel 1993, Tracy Chevalier decide di dedicarsi definitivamente a quella che, di fatto, è la sua più grande passione: la scrittura narrativa. 
Il suo primo romanzo, si intitola Virgin Blue, La Vergine azzurra, edito in Italia da Neri Pozza nel 2005, che le costa mesi di severo impegno creativo. 
Il libro che la rende famosa è Girl with a pearl earring, La ragazza con l'orecchino di perla, ispirato ad un celebre dipinto di Johannes Vermeer, scritto durante i mesi di gravidanza e terminato pochi giorni prima di partorire suo figlio. Un romanzo in cui la sua passione per l'arte e quella per la storia trovano uno splendido equilibrio visionario, capace di mescolare armoniosamente ricche e minuziose descrizioni con immagini di forte impatto emotivo.
Bestseller internazionali sono stati anche i suoi romanzi successivi: Quando cadono gli angeli (Neri Pozza, 2002), La dama e l'unicorno (Neri Pozza, 2003) e L'innocenza (Neri Pozza 2007). Rigorosa e ordinata nelle sue ricerche preliminari, predilige in linea di massima soggetti di ambientazione storica, in particolare quella del XVI e XVII secolo.
Ha aderito a un progetto internazionale per il quale celebri autori contemporanei riscrivono le opere di Shakespeare. È nato così “Il ragazzo nuovo”, un Otello degli anni ’70 che vede protagonista Osei Kokote, un ragazzino tredicenne, figlio di un diplomatico ghanese, unico bianco in una scuola periferica di Washington DC. 
Pensate che allo stesso progetto hanno aderito Jo Nesbø che ha reinterpretato Macbeth e Gillian Flynn con Amleto.
Io non vedo l'ora di iniziare la lettura di questa particolare storia, piena di significati e vissuta tutta nell'arco di una giornata.






Nessun commento:

Posta un commento