giovedì 8 giugno 2017

DREAM, GIOCO D'AMORE, KARINA HALLE. Recensione.


TITOLO: Dream, gioco d'amore

AUTORE: Karina Halle

SERIE: Dream #3

EDITORE: Newton Compton

PAGINE: 366

PUBBLICAZIONE: 31 marzo 2017

GENERE: Contemporary romance

PREZZO: € 4,99 ebook

Bestseller del New York Times
A volte in amore bisogna stare al gioco
Kayla Moore vive a San Francisco e si è sempre sentita a suo agio nel ruolo di esuberante mangiauomini. Ma ora che è vicina ai trent’anni e le sue migliori amiche Stephanie e Nicola si sono sistemate con Linden e Bram McGregor, la cosa sembra molto meno divertente. Così, stanca di essere il terzo incomodo, tra sesso occasionale e appuntamenti che non hanno seguito, Kayla decide di mettere da parte gli uomini per un po'. Almeno finché non si ritrova davanti il cugino di Linden e Bram, l'affascinante Lachlan McGregor. Lachlan è il suo uomo ideale: alto, tatuato e massiccio. Con uno sguardo d'acciaio e una carriera da rugbista di successo a Edimburgo, le fa desiderare di gettare alle ortiche i suoi buoni propositi. Ma Lachlan è un uomo silenzioso e intenso, difficile da avvicinare. Quando i due si ritrovano a trascorrere insieme una lunga indimenticabile notte, Kayla si accorge che c'è molto da scoprire sotto la superficie da macho. Ma anche se tra di loro scoccano scintille, Lachlan non può restare per sempre in America. Ora Kayla deve decidere se vale la pena di sradicare tutta la sua vita per scommettere su qualcuno che conosce a malapena e rischiare di bruciarsi di nuovo.
Un giocatore di rugby che non rispetta le regole.
Una vivace mangiatrice di uomini che ha rinunciato all'amore.
Quando si tratta di Lachlan e Kayla gli opposti non solo si attraggono: esplodono.


Quando vedi qualcuno come te, lo riconosci. È uno schema mentale. Lo riconosci in un libro, in una filosofia, in una canzone. È un sottile filo di comprensione, una connessione. Penso che tutti cerchiamo una cosa del genere nelle persone che incontriamo, nei posti che visitiamo, e quando la troviamo, troviamo noi stessi.
Angels il romanzo di cui vi parlo è Dream-Gioco d’amore di Karina Halle, terzo romanzo della serie di autoconclusivi “Dream” uscito lo scorso 31 marzo. Se avete seguito le uscite precedenti, saprete già benissimo che la mia opinione su questa autrice e sulla serie è più che positiva, ma trovo che questo romanzo superi di gran lunga i precedenti. Vi chieerete perché. Beh, in questo terzo capitolo la Halle ha deciso di raccontarci una storia un pò diversa, ha giocato molto sulla componente emotiva, i protagonisti compiranno un cammino lungo e travagliato, sarà un percorso di rinascita, soprattutto per uno dei due. Fatte queste premesse è ora che vi parli della storia.



Lachlan McGregor è il cugino di Linden e Bram, che abbiamo già conosciuto nei primi due romanzi della serie, Patto d’amore e Offerta d’amore. Lachlan è un giocatore di rugby professionista, vive ad Edimburgo, e temporaneamente si trova a San Francisco per riprendersi da un infortunio, ma soprattutto per aiutare il cugino Bram nella realizzazione del progetto a cui è molto legato, quello di costruire un complesso residenziale a favore dei più bisognosi.
Kayla Moore è sempre stata la festaiola del gruppo, non ha mai creduto nelle relazioni a lungo termine, non ha mai sentito il bisogno di avere un uomo accanto, lavoro, amici e famiglia sono l’unica cosa di cui ha bisogno. Nel momento in cui però le sue migliori amiche Stephanie e Nicole hanno trovato l’amore della loro vita, si rende conto che forse le manca qualcosa, che in fin dei conti non sarebbe poi così male avere un uomo accanto, qualcuno che si prenda cura di te e con il quale condividere la quotidianità. Il suo stile di vita inizia a starle stretto, non la soddisfa più, la fa quasi sentire vuota e insignificante. Decide quindi di chiuderla con il “sesso occasionale”. Sembra tutto semplice, ma una "mangiauomini" come lei, quando si trova di fronte il bellissimo e misterioso di Lachlan, può solamente rimane incantata e dire addio al “piano” niente sesso occasionale. Ma sedurre un uomo come Lachlan non è facile, nemmeno per una donna bellissima e irresistibile come lei, perché quell’omone taciturno e scontroso non si lascia avvicinare da nessuno, soprattutto da chi conosce poco. 


Probabilmente è il vino che mi dà il coraggio, ma quando arrivaYour Song, mi avvicino a Lachlan e gli appoggio la testa sulla spalla. Per un attimo si irrigidisce e lo sento trattenere il respiro. Prego che non mi mandi via.
Poi lascia andare il fiato e si rilassa. Sento la sua barba che mi gratta la testa mentre lui si gira per guardarmi. Chiudo gli occhi, pensando che potrei addormentarmi così. Con questa canzone, con la testa sulla sua spalla.
È perfetto. È la risposta a una domanda che non sapevo di aver fatto.
Lui si sposta appena un pochino e mi mette un braccio intorno alla vita.
Il mio cuore fa un salto, tutto il corpo mi frizza come una coppa di champagne. Mai un gesto così semplice mi aveva toccata così tanto. Sorrido di pura, incondizionata gioia, sempre canticchiando le parole della canzone. Non voglio che cambi niente. Voglio che la canzone continui per sempre, che il concerto non si fermi mai. Voglio restare qui fino alla fine del mondo, con il suo braccio grande e forte intorno a me, che mi stringe per proteggermi dal mondo.
E, per qualche motivo, è davvero come se il tempo si fermasse. Nel buio, con i flash delle luci colorate dal palco, con questa musica, con quest’uomo, il tempo si allunga. Tutte le mie preoccupazioni e i miei crucci di prima spariscono in quest’istante.
Questo è il contrario dell’essere soli.
Lachlan ha alle spalle un passato difficile, disastroso, fatto di abusi e sofferenza, a distanza di anni , nonostante sia un uomo di successo con una famiglia che lo sostiene e gli vuole bene, fa molta fatica a sopportare ciò che si porta dentro. Questi fantasmi che si porta dietro, condizionano la sua vita e le relazioni interpersonali; agli occhi degli altri risulta troppo chiuso e scontroso. Galeotta sarà una semplice intervista e Lachlan rimarrà affascinato da quella splendida donna dai tratti orientali, brillante, intelligente e ironica. Proverà una connessione, nel suo sguardo vedrà qualcosa di se stesso, per non parlare dell’incredibile attrazione sessuale che sembrano provare l’uno per l’altra, ogni volta che si trovano nella stessa stanza l’aria diventa elettrica. Perché resistere? 
Stringeranno un patto: avranno una relazione di solo sesso, senza alcun coinvolgimento, solo per il breve lasso di tempo in cui Lachlan si tratterrà a San Francisco. 


Mi tira la faccia in avanti e scontra le labbra con le mie, febbrili, vogliose, selvagge. Mi infila le mani nei capelli mentre io gli sbottono la camicia. Le nostre bocche sono perse in una gara, una battaglia, dove vinciamo tutti e due. Senza respiro, disperati. Questo bacio non è come l’altro: è puro calore fuso, labbra bagnate e pressione fortissima, stiamo creando un diamante.
Contraggo le dita dei piedi.
Il mio cuore fa i salti mortali.
Sono persa, sua.
Ma quelli che inizieranno come semplici incontri sessuali, si tramuteranno in qualcosa di più, tanto da diventare indispensabili e Lachlan chiederà a Kayla di partire con lui per la Scozia. Kayla in un primo momento rimarrà spiazzata da questa richiesta, ma non riuscirà a lasciarlo andare e decide di partire con lui, prendersi una pausa da tutto e tutti e provare a vedere se quel rapporto iniziato per gioco, potrà avere un futuro.


Questo viaggio rappresenterà il punto di svolta dell’intero romanzo, perché siamo onesti, quella che vi ho raccontato fino ad ora, sembra la solita storiella trita e ritrita, ma credetemi questa seconda parte ha messo a dura prova il mio povero cuore. E’ in questa seconda parte del romanzo che insieme a Kayla, conosceremo il vero Lachlan. Soffriremo per entrambi: per lei, che non sa come aiutare quell’uomo distrutto di cui si sta perdutamente innamorando, e per lui, per la sofferenza che lo affligge, perché non riesce ad amarsi e lotta continuamente con se stesso, con l’uomo che è stato prima di diventare quello che è oggi. Il senso d’inadeguatezza lo assilla e lo logora dentro, tanto da portarlo all’auto sabotaggio.
Come ho già accennato, questo sarà dei tre, il romanzo che vi farà emozionare di più, il più intenso, forte e crudo, devo confessarvi che a tratti ho faticato a continuare la lettura, tante erano le emozioni che mi suscitava quello che stavo leggendo, e posso assicurarvi che non è colpa degli ormoni!
La Halle ha fatto un lavoro straordinario, sia con la costruzione della story-line, che sulla caratterizzazione dei personaggi, trovo che in questo romanzo si percepisca la sua crescita personale, troveremo una prosa più matura, semplice ma al contempo incisiva.
Dream-Gioco D’amore è una bellissima storia d’amore, straziante, romantica e sexy, ma è soprattutto la storia di un uomo, della sua scesa negli inferi, della sua redenzione e della sua rinascita.





SERIE DREAM

#1 Patto d'amore (recensione)
#2 Offerta d'amore (recensione)
#3 Gioco d'amore

#4 Bugie d'amore 12 luglio



Nessun commento:

Posta un commento