mercoledì 17 maggio 2017

PEPE NERO SPIN-OFF #1. SUO, MONICA MILLER. Recensione.


TITOLO: Suo

AUTORE: Monica Miller

SERIE: Pepe Nero Spin-off #1

EDITORE: Self Publishing


PAGINE: 


PUBBLICAZIONE: 19 maggio 2017


GENERE: Contemporary romance


PREZZO: € 4,99 ebook


Il mio nome per esteso è Matthew Morgan, ma tutti mi chiamano Matt e questa è la mia storia, tutta la mia storia... O almeno le parti importanti. La mia vita è fatta di ombre. Alcune me le sono andate a cercare, le ho volute, desiderate. Come un drogato ero sempre in cerca di una dose della mia eroina, ne avevo bisogno per stare meglio anche se sapevo che dopo, in realtà, sarei stato peggio. Altre mi sono semplicemente piovute dal cielo, dono di un dio che ho odiato per tanto tempo e che, alla fine, ha deciso di ricompensarmi donandomi la luce che ha rischiarato la mia oscurità. Un’unica luce così luminosa da essere accecante, da farmi paura. Ho provato in tutti i modi a spegnerla con la mia solitudine, a soffocarla con la mia rabbia, ma Lei è stata più forte di me e di tutto ciò che la vita ci ha messo davanti. Lei è la Mia Piccola Sognatrice. Imparerete a conoscerla e ad amarla come la amo io. La mia è la storia di un uomo comune con tante domande e nessuna risposta. Vi farò entrare nella mia testa, che assomiglia ad un condominio affollato da un numero imprecisato di voci e contraddizioni. Siete pronte per questo viaggio?

Oggi vi parlo dello spin-off di Pepe Nero. Mentre il primo libro è una collaborazione a quattro mani tra Monica Miller e Laura Lewis, in questo caso Suo ci viene proposto dalla bellissima penna di Monica che ci rende partecipi di una storia stupenda a tratti malinconica. 
Il mio nome per esteso è Matthew Morgan, ma tutti mi chiamano Matt e questa è la mia storia, tutta la mia storia... O almeno le parti importanti.
Inizia così il nostro viaggio in compagnia di Matt. Una storia sofferta, vissuta profondamente nel bene e nel male, fatta di lotte, sofferenze, rabbia e di un piccolo spiraglio di luce per cui vale la pena vivere. Una storia che solo lui può raccontarci. 
Ma partiamo dall’inizio. La vita di Matt non è mai stata rose e fiori, baci e abbracci. La sua esistenza è costellata di delusioni, solitudine che crescendo non lo ha abbandonato lasciandolo sempre sull’orlo di un precipizio pronto ad inghiottirlo. Sin da bambino ha conosciuto la miseria; casa sua non è la più bella del quartiere e sicuramente la sua famiglia non è perfetta. Un padre che non conosce, fuggito ancora prima che nascesse, e una madre poco affidabile che incolpa suo figlio per gli errori della sua vita. Come può un bambino crescere felice in una situazione così disastrata? 
Affamato, vestito di abiti piccoli e stretti e senza mai aver ricevuto una carezza, Matt non conosce il significato di amore e famiglia. Una parola di troppo e si ritrova a dover affrontare situazioni più grandi di lui. Una vita ingiusta e crudele che lo ha abbandonato a se stesso circondato da paure e silenzio. Sarà in uno di quei giorni che nella vita di Matt entra David, o meglio David e tutta la sua famiglia pronta a sostenerlo e cosa più importante a volergli bene. In ogni situazione loro ci sono. Un abbraccio, un aiuto a scuola, una cena calda. Insomma presto la famiglia O’Malley diventa il suo porto sicuro. Lui che non ha mai saputo descrivere la parola "famiglia" si trova finalmente a farne parte. 
Oggi Matt ha ventitré anni, lavora per una ditta di traslochi e di cambiamenti nella sua vita non ce ne sono stati molti. Lui, David ed Eric sono sempre inseparabili. È sempre taciturno, poco incline ad esternare le emozioni. Il suo fisico è cambiato. Ora è un uomo che per il suo aspetto e l’aria da duro attira le donne e vive questo genere di rapporto in modo freddo e distaccato. Usa l’atto sessuale come via di fuga da una realtà che gli sta stretta. Un breve momento in cui si estranea e il buio non fa più paura. Ma questo è anche il momento in cui Beth, la sorellina di David, entra prepotentemente nella sua vita. Lei, con i suoi occhi verdi espressivi e il sorriso contagioso, lo ha sempre attirato e sconvolto. Lei, che è sempre stata il suo punto debole e un sogno. Perché Matt di sogni non ne ha mai avuti, ma Beth con la sua giovane vitalità lo ha fatto sognare di poter meritare di più. Questo è il mondo di Matt e noi lo accompagneremo tra gioie e dolori.


Avevo già adocchiato Matt e volevo saperne di più di questo amore tra lui e Beth, ma mai mi sarei aspettata tutto ciò. Monica Miller mi ha piacevolmente sconvolta e lasciata senza parole. Il personaggio di Matt è complesso. Già dall’inizio c’è un alone intorno a lui che mi ha fatto stare in un limbo tra ansia e speranza costante. A primo impatto ho sofferto con il Matt bambino, sono stata male per lui e con lui. 
Poi l'autrice presenta un ragazzo che fa della sua vita sessuale un rifugio, un momentaneo angolo in cui si estranea da tutto e tutti, approfittando delle tante donne che si buttano ai suoi piedi. Ma non bisogna fermarsi lì, perché in realtà il protagonista è tutta apparenza. È convinto di non saper amare e di non aver niente da offrire,  ma il suo cuore è grande e più volte dimostrerà il contrario. È un amico fidato e fedele che mette sempre al primo posto le persone a cui vuole bene piuttosto che fare il suo interesse. Purtroppo non ha mai avuto una situazione familiare tranquilla e questo si ripercuote anche nei rapporti con gli altri. Vive con la presenza constante di una vocina che lo rende insicuro e debole, abbattendo ogni speranza. 
Con Beth ho visto il ragazzo che, invece, dimostra di saper amare con tutto se stesso. Protettivo, attento ai particolari e bisognoso di attenzioni che finalmente riceve da questa giovane donna un po’ inesperta ma decisa quando si tratta di lui. Matt non si può odiare, neanche quando cerca di proteggere il suo amore omettendo parti di sé che alla fine usciranno comunque allo scoperto, creando zizzania. Ma è lì che adorerete ancora di più il ragazzo perché non si abbatte e fino alla fine ama con tutto se stesso. 


Il personaggio di Beth lo conosceremo solo attraverso gli occhi di Matt che ci mostrerà una ragazza dolce, spensierata, che all’occasione sa essere incisiva con le parole e i fatti. Piena di manie e sogni, non resta che sognare con lei. Il suo ruolo è mostrare un mondo nuovo a Matt, fatto di affetto, gioia e promesse. Si fida e affida completamente a lui. Esuberante, eccessiva, avrà anche lei un momento di sbandamento per colpa delle insicurezza. Già nel precedente libro eravamo venuti a sapere di un incidente che li aveva coinvolti e ci viene riproposto perché momento importante di tutta la storia. È quel momento che fa emergere tutte le paure represse e fa da spartiacque tra il vecchio Matt e il nuovo Matt.
Matt l’ho amato per il suo animo buono, fragile e sempre in lotta. A volte l’ho giustificato e altre non ho condiviso il suo atteggiamento. Ma il lato che più ho amato è la promessa di esserci sempre e comunque che rivolge a Beth, facendomi innamorare sempre di più di lui. Beth dimostra di essere, nonostante le tante parole, ancora piccola, scostante, idealizzatrice. Il suo comportamento non mi è piaciuto fino in fondo, ma ha saputo farmi pensare e riflettere su cose che non ho mai visto sotto il suo punto di vista. La pioggia, l’arcobaleno e le caramelle hanno un significato in più da oggi. 
Insomma non potete non voler bene anche voi a questi due ragazzi.
Amicizia, amore, famiglia. Tutti sono coinvolti. Non potete non amare Eric con i suoi consigli e i suoi modi per far aprire gli occhi a Matt, David il fratello e amico protettivo, il signor O’Malley che sa essere padre in tutto e per tutto difendendo non solo i suoi figli ma rimanendo un punto di riferimento per Matt insieme a sua moglie. Ritroverete solo in modo marginale la virago dei fornelli e incontreremo dei nuovi personaggi che si fanno odiare subito, e altri che hanno secondi fini ma sono comunque importanti e aiutano Matt nel suo percorso. 


Se avete letto Pepe Nero non potete lasciarvi scappare questo libro. Si può leggere indipendentemente dal primo perché non è legato particolarmente, anche se si sviluppa in contemporanea. Consiglio vivamente di partire dall’inizio per comprendere meglio la storia e tutti i vari personaggi che ne fanno parte. 
La narrazione è particolare, si ha l’impressione di rivivere dei ricordi per come li ha vissuti e li ha percepiti Matt, piuttosto che una descrizione dettagliata attimo per attimo. La descrizione del sesso non è eccessiva, ma un atto vissuto da un ragazzo pieno di problemi che si riflettono anche in questo aspetto: risultano crude, fredde, senza sentimento, ma anche molto emotive quando si tratta di fare l’amore con Beth. Con lei anche un bacio e una carezza sono sinonimo di profondi sentimenti che sciolgono il cuore.
Quindi se volete una storia intensa che sa emozionarvi, farvi sorridere, soffrire e scendere una lacrima, questo è il libro giusto. Devo comunque avvisarvi di tenere la mente aperta a ogni possibile finale perchè, anche se io stessa faccio ancora fatica ad accettarlo, l’epilogo ha un sapore dolce/amaro.
Grazie, Monica, per aver condiviso Matt con noi! Leggetelo con attenzione e fate tesoro degli insegnamenti che regalano i protagonisti.







PEPE NERO SERIES

1. PEPE NERO, Monica Miller e Laura Lewis

PEPE NERO SPIN-OFF

1. SUO, Monica Miller
2. IO SONO CAM, Laura Lewis

Nessun commento:

Posta un commento