martedì 9 maggio 2017

LA PROFESSORESSA DI MATEMATICA, GUIDO ANSELMI. Presentazione.




TITOLO: La professoressa di matematica

AUTORE: Guido Anselmi

EDITORE: Delos Digital

PAGINE: 103 

PUBBLICAZIONE: 9 maggio 2017 

GENERE: Erotic short novel 

COSTO: € 2,49 ebook





ROMANZO BREVE (103 pagine) - ROMANCE - Una lezione che nessun libro può insegnare...Una giovane professoressa di liceo, bella e affermata, che nasconde un passato di dolore dietro a una facciata irreprensibile. Un nuovo alunno, prepotente e manesco, un bulletto che frequenta la scuola tra una rapina e una gara clandestina di moto. Sullo sfondo di una Calabria violenta e primitiva, il torbido incontro di due vite lontanissime, che sensi di colpa e conflitti irrisolti spingeranno sempre più a fondo, in bilico tra passioni distruttive e speranze di cambiamento. Guido Anselmi nasce a Vibo Valentia nel 1972, è laureato in ingegneria e vive sulle sponde del Lago Maggiore. Ha vinto la trentanovesima edizione del premio WMI, indetto dalla rivista "Writers Magazine Italia", e ha raggiunto la finale al premio Bukowski 2016. Ha pubblicato diversi racconti sulla WMI, sullo speciale SF numero 37 e nelle raccolte "365 Racconti per un anno" di Delos Digital.

ESTRATTO


La professoressa lo fissò, immobile davanti a lui, cercando di capire se fosse serio o la stesse prendendo in giro, ma lui tenne lo sguardo piantato sul pavimento.
Soddisfatta, tornò alla cattedra e rivolse uno sguardo circolare all'aula. – Siete arrivati al quinto anno, lo sapete che vuol dire?
Rimase per qualche secondo in silenzio. L'aula era piombata in un silenzio gravido di tensione. – Sarà un anno difficile. Agli esami voglio portare gente preparata, la maturità dovrete guadagnarvela, è chiaro?
Una selva di teste si alzò e abbassò.
– La Marra, vieni alla lavagna.
La biondina con i capelli ricci si alzò in piedi. – Io?
– Ci sono altre La Marra in questa quinta?
La ragazza si avvicinò in silenzio alla cattedra e si fermò davanti alla lavagna, girandosi un paio di volte verso i compagni, in cerca di uno sguardo di solidarietà.
– Qual è la definizione di derivata?
La ragazza la fissò a bocca aperta – Ma signora, oggi è il primo giorno di scuola.
– E allora? L'abbiamo studiata l'anno scorso e vi ho dato i compiti per le vacanze, il concetto di derivata dovresti conoscerlo ormai come l'Ave Maria.
– Signora, io l'estate non…
– Professoressa, dovete chiamarmi professoressa, non signora. Mi sono stufata di ripeterlo.
La ragazza arrossì – signora... professoressa, io l'estate non posso studiare, devo lavorare al lido di mio zio.
– Se non vuoi passarci la vita intera a lavorare in questo lido, ti consiglio di recuperare velocemente. Per ora cominci con un quattro.
La ragazza tornò a sedere, ricacciando indietro le lacrime.
La professoressa prese il registro e scorse l'elenco alfabetico, in cerca della prossima vittima – Chi ha parlato? – alzò il viso di scatto.
– Io – Tiziano aveva rimesso le gambe su banco e la fissava in modo sfacciato.
– Hai passato il segno adesso.
– Ti ho solo fatto un complimento. Ho detto che hai un culo troppo bello per comportarti come una zitella acida.
Un paio di ragazzi nel banco davanti a lui si misero a ridere, la professoressa si voltò con uno sguardo feroce che li ridusse a un silenzio terrorizzato. Quando tornò a rivolgersi a Tiziano, la sua espressione era diventata di ghiaccio. – Molto bene. Al termine delle lezioni ti recherai in presidenza. Il tuo futuro in questa scuola potrebbe essere molto breve, te lo assicuro.
Senza dire altro, pulì la lavagna e riprese la lezione.

L'autore
Guido Anselmi nasce a Vibo Valentia nel 1972, è laureato in ingegneria e vive sulle sponde del Lago Maggiore. Ha vinto la trentanovesima edizione del premio WMI, indetto dalla rivista Writers Magazine Italia, e ha raggiunto la finale al premio Bukowski 2016.
Ha pubblicato diversi racconti sulla WMI, sullo speciale SF numero 37 e nelle raccolte 365 Racconti per un anno di Delos Digital.

Nessun commento:

Posta un commento