giovedì 27 aprile 2017

L'ONDA PERFETTA, FEDERICA ALESSI. Recensione.




TITOLO: L'onda perfetta

AUTORE: Federica Alessi

EDITORE: Rizzoli - Youfeel

PUBBLICAZIONE: 24 febbraio 2017

GENERE: Contemporary romance

COSTO: € 2,99 ebook


Basta un attimo per farsi travolgere


Per Kaylee Mason quella a Myrtle Beach è, ufficialmente, una pausa estiva prima del college. In realtà la timida ventenne dalla chioma rosso fuoco lascia il Texas con uno scopo ben diverso: trovare informazioni sulla propria famiglia. Ma ad attenderla non ci sono solo ricerche sui segreti che i suoi genitori le hanno sempre tenuto nascosti. Blake Walker, il surfer professionista più sexy e ambito del South Carolina, si mette sulla strada della ragazza rendendo tutto più complicato – e più eccitante. Fra Kaylee e Blake è subito attrazione fatale ma, oltre al presente dei due giovani, anche il passato delle loro famiglie sembra in qualche modo unirli. Di cosa si tratta? Saprà il loro amore rimanere sulla cresta dell'onda fino alla fine, senza mai affondare sotto il peso delle bugie?
Una storia d’amore romantica e travolgente come un’onda dell’oceano.
Mood: ROMANTICO

La mia avversione per i romanzi brevi è cosa risaputa, anche i muri potrebbero intonare un inno a tema. Questa volta, però, sono rimasta a bocca aperta. Non mi aspettavo di leggere qualcosa di così completo e complesso in sole 123 pagine: Federica Alessi mi ha fregata. Mannaggia a lei!
L'autrice è cresciuta rispetto al precedente romanzo, ed è riuscita a imbastire una storia complessa, ben articolata, romantica e piccante al tempo stesso, con una tinta di mistero che non guasta mai. Sono rimasta molto colpita da questa capacità, perchè equilibrare tutti gli elementi in un romanzo breve non è cosa da tutti, e non è per nulla semplice. I miei ossequi, cara Federica!


Kaylee parte per le vacanze estive e decide di raggiungere la cugina della madre a Myrtle Beach, con la speranza di fare chiarezza sulla sua morte. Tutti, compreso il padre, hanno sempre cercato di escluderla e di proteggerla dalla verità, ma qual è questa verità? Ciò che non si aspetta di trovare nel suo viaggio nel passato è Blake, un serfista sexy che è abituato a frequentare ragazze spigliate e provocanti. Be', Kaylee non è proprio così: è timida, inconsapevole, impacciata, ma ha qualcosa che attira e ammalia il bel giovinotto. Tra prime esperienze, incontri e scontri casuali, e la ricerca della verità, leggerete una storia romantica, con tinte passionali e dettagli drammatici, che vi lascerà a bocca aperta. Passato e presente si intersecheranno, la strada vecchia si unirà a quella nuova, e niente sarà più come sembra. 


I personaggi sono ben caratterizzati, la loro personalità è delineata in modo egregio. L'incontro tra i due protagonisti è la linea di confine, quella che demarca il pre e il post, il cambiamento che in loro avverrà pagina dopo pagina ha origine da quel primo sguardo. Si desiderano, si vogliono, non si conoscono ma sono comunque legati, lo sono sempre stati. L'affiatamento che nascerà sarà spontaneo, caduta dopo caduta, incomprensione dopo incomprensione, impareranno a capirsi, si doneranno l'uno all'altra e decideranno di sostenersi, sempre e comunque, a dispetto di tutti e tutto. Si sceglieranno. Una scelta sicuramente romanzata, ma delineata in modo umano. Credo che la grande forza di questa storia sia l'incastro perfetto tra verità e romanzo, tra verità e fantasia.
Oltre alla storia d'amore, è interessante il trattamento della questione familiare. L'importanza e il valore della famiglia, degli affetti, è preminente, è centrale, forse più del lato prettamente romance. I due protagonisti combatteranno con due famiglie difficili da gestire e da capire, genitori spesso troppo preoccupati, troppo distaccati e bugiardi. Non sempre chi ci concepisce diventa la nostra guida, a volte si intraprendono percorsi diversi, meno familiari ma pieni d'amore e di sostegno. La ferita brucia comunque, e brucerà sempre. La verità può ferire, ma è l'unica strada, l'unica percorribile, l'unica in grado di appianare le cose. Verità e famiglia. Famiglia e verità. Due elementi indissolubili.
L'ambientazione è curata: dettagli sparsi qua e là aiutano a immedesimarsi e ad immaginare il panorama, si riesce a guardare l'orizzonte con gli stessi occhi dei protagonisti. Lo stesso sport - il serf - anche per chi non lo pratica o non lo conosce, è vissuto in modo naturale e spiegato semplicemente, ma con cura e precisione. Di sicuro non annoia, ma incuriosisce e appassiona.
Federica Alessi è solo all'inizio, ma è sicuramente un cavallo sul quale punterei. Fossi in voi non mi lascerei scappare questa storia, perchè ne vale la pena.








Nessun commento:

Posta un commento