giovedì 16 marzo 2017

L'OMBRA DI CENERE, LINDA LERCARI. Recensione.


TITOLO: L'ombra di cenere

AUTORE: Linda Lercari

EDITORE: Harper Collins

PUBBLICAZIONE: 30 novembre 2016

GENERE: Romanzo storico

PAGINE: 124

PREZZO: € 3,49 ebook

Giappone – Periodo Kamakura, anno 1330 - Le parole che il fedelissimo samurai Haka mormora sul letto di morte sono un enigma e diventano un tarlo che rode la mente del suo signore.

Alla ricerca di indizi che possano far luce sul mistero, Momokushi ripercorre la storia dell'amicizia con l'amico e guerriero, scavando nel passato e visitando i luoghi che sono stati testimoni delle loro imprese di gioventù. 

Ma ciò che Haka ha mantenuto celato per oltre cinquant'anni non è solo un segreto in grado di sconvolgere una vita, ma è anche la più struggente dichiarazione di amore che un essere umano possa lasciare in dono.



Linda Lercari con L’ombra di cenere ci porta in Giappone nel 1330, al tempo dei valorosi samurai.  
Il romanzo si apre su un’enorme battaglia, durante la quale Hakashinjitsu muore lasciando al suo Signore, Momokushi Yohisada, un messaggio. Questo messaggio, incomprensibile per Momokushi, lo porterà a compiere un viaggio a ritroso nei ricordi di un’amicizia durata cinquant’anni.
Erano legati dal nenkei: il rapporto fraterno fra samurai, più forte di una catena forgiata con lo stesso acciaio delle spade.
Momokushi per tutta la vita ha pensato a Haka come il suo migliore amico, il suo confidente, il suo consigliere, il suo miglior soldato. Momo non aveva mai visto oltre l’apparenza, non aveva mai guardato nel profondo di quell’ombra che lo proteggeva.
Sono un’ombra, la sua ombra, fra i ciliegi in fiore, fra i petali caduti, fra le dame, fra i soldati in guerra, fra i caduti in battaglia. Sempre al suo fianco, ombra e null’altro. Mu, per sempre.

Questo viaggio per Momo sarà rivelatore, ogni cosa assumerà un significato, ogni gesto compiuto sarà finalmente compreso, ogni segreto sarà svelato. Momokushi finalmente conoscerà Hakashinjitsu per la prima volta. Non sarà un viaggio facile, con sé porterà tanti rimpianti ma anche la coscienza di tante scelte e rinunce fatte in ragione di un sentimento più grande.
Sono un’ombra fatta di cenere, un’ombra che vi seguirà ovunque, ma il cui ricordo potrà essere spazzato via da un soffio di vento.
Non vi dirò mai quale messaggio ha ricevuto Momo da Haka in punto di morte, non vi rivelerò mai il segreto che si cela dietro l’apparente vita di Haka, vi posso solo dire che poche volte ho letto di un sentimento così puro provato da una persona nei confronti di un’altra. Una dichiarazione d’amore lunga cinquant’anni.
Linda Lercari ha costruito, magistralmente, una storia che mi ha tenuto incollata al Kindle un giorno intero. Una scrittura semplice ma mai banale, scorrevole e fluida, che ha caratterizzato la narrazione in terza persona. I personaggi sono sublimi, non hanno bisogno di dialoghi lunghi per farsi capire, anche un solo pensiero, uno sguardo, un’azione ti fa amare i protagonisti. La bravura di Linda non si ferma alla sola costruzione della storia, all’aver creato dei personaggi di spessore, ma anche all’accuratezza dell’uso delle terminologie specifiche, alla precisione con cui ha mostrato usi e costumi del tempo. Questo è un romanzo storico che piace anche a chi, come me, non ama il genere. I miei complimenti a Linda Lercari per avermi donato delle emozioni che non sapevo di poter provare.







Nessun commento:

Posta un commento