venerdì 10 marzo 2017

BETRAYAL, ROBIN C. Recensione+Intervista.

IN ATTESA DI RILEGGERLO IN VESTE NEWTON, CINZIA CI PARLA DI BETRAYAL, IL ROMANCE DI ROBIN C. CHE HA SCONVOLT MOLTE LETTRICI.PRONTE A FARE UN VIAGGIO NELLE EMOZIONI?


TITOLO: Betrayal

AUTORE: Robin C.

EDITORE: Newton Compton

PUBBLICAZIONE: prossimamente 

GENERE: Contemporary romance

PAGINE: --

PREZZO: € ritirato dalla vendita
Andrew è un giovane medico affermato. Possiede tutto ciò che un uomo potrebbe desiderare. Successo, avvenenza e l’amore sicuro di una donna. Quando la sua strada incrocia quella di Evalyn il suo universo viene improvvisamente capovolto. La sua anima divisa in due. Cede dunque alla tentazione del tradimento, spinto da un desiderio primitivo e dal risentimento per una giovinezza che crede di essersi negato. Entra in una spirale fatta di passione e rimorso, di sesso e sensi di colpa, che tenta di fermare senza successo. Testimone inconsapevole di questa corsa autodistruttiva è la moglie di lui, Alexandra, che lentamente, ma inesorabilmente, vede la propria vita cadere a pezzi, senza comprenderne la ragione. Quando verrà colpita dalla verità nella più crudele e dolorosa delle maniere, sarà in grado di perdonare? O da vittima innocente si trasformerà in impietoso carnefice?




Betrayal è una di quelle storie che chiunque di noi può ritrovarsi a vivere.

A volte il matrimonio, dopo tanti anni, può diventare come un vestito stretto, lo sentiamo simile ad una prigione all'interno del quale non riusciamo più a vivere la nostra vita come vorremmo.
Andrew ha tutto: un lavoro che ama, una bella casa e una moglie bellissima e innamorata che lo aspetta sempre a braccia aperte. Perchè mai tutto questo non dovrebbe bastargli?
Perchè ad un certo punto della sua vita, questa condizione gli diventa quasi intollerabile?
Andrew passa tante ore chiuso in ospedale, pronto a sacrificare qualunque cose pur di raggiungere un obiettivo, la tanto ambita promozione, ma non mette in conto molte cose. Tutte quelle ore lontano da casa mettono una grande distanza tra lui e la moglie. Lui non ha mai dubitato del suo amore per lei, sa che è lei la donna che vuole per sempre al suo fianco, ma al tempo stesso si rende conto che c'è qualcosa che non va nel loro rapporto.
Manca quella fiamma ardente di passione che ti rende folle, la voglia di andare oltre la routine sotto le lenzuola. Andrew non riesce più a vedere in sua moglie, oltre che una compagna di vita, una donna che abbia la voglia di sperimentare qualcosa di più lussurioso e sporco.


Le tentazioni, si sa, spesso ci mettono di fronte ad un bivio, a volte invalicabile ed altre accessibile.
Andrew è stato spesso "vittima" di avances da parte delle sue collaboratrici, colleghe o infermiere, ma mai aveva dato seguito ad una di esse, on prima di aver conosciuto la bellissima e audace Evalyn.
Evalyn è un infermiera del suo reparto, bionda, con occhi di ghiaccio e un fisico procace, ed è sempre stata più che chiara con il medico riguardo alle sue aspettative. La donna esprime lussuria e sesso con il solo sguardo ed Andrew con il tempo non sarà più capace di resistere a questa tentazione servita su un piatto d'argento.


Pensò che non avrebbe dovuto trattare Evalyn con dolcezza, perchè era evidente in tutto quello che lei aveva fatto fino a quel giorno, quanto fosse diversa dalla moglie, quanto amasse vivere sopra le righe, quanto fosse consapevole della propria sensualità e quanto non si facesse scrupolo a giocarci.
Tutto in lei aveva il sapore del peccato.
Il suo trucco eccentrico.
I suoi abiti troppo corti.
I suoi top scollati.
I suoi tacchi esagerati.

Inizia tutto con la promessa di una sola notte. L'uomo è sicuro che basterà per togliersi qualche capriccio, mettendo in un angolo questa sua enorme voglia di sesso selvaggio, ma quella notte diventerà presto un incontro fisso, una sveltina nel suo studio, o addirittura notti intere a fare di lei qualsiasi cosa voglia, e ciò che fa sentire Andrew potente è il fatto che Evalyn gli renderà le cose semplici.
Sempre pronta ad esaudire ogni suo capriccio e/o richiesta, Evalyn concederà ad Andrew sempre molto di più di quanto lui chiederà. Ma perchè?


Alexandra è la donna perfetta.
Bellissima e raffinata. Colta ed elegante.
Ama profondamente il suo bellissimo marito, e farebbe di tutto per lui, anche farsi mettere in un angolo credendo che la causa sia il suo logorante lavoro e la ricorsa di una brillante carriera.
Convinta che facendo così, darà ad Andrew la possibilità di non sentirsi il fiato sul collo, le cose pian piano iniziano a sgretolarsi senza che lei possa fare nulla.
Con il tempo lo sente sempre più lontano e distaccato ma non nutre dubbi sulla sua fedeltà, mai e poi mai avrebbe pensato di vedere il suo cuore spezzato dall' uomo che ama e nella maniera peggiore che possa esistere.



Andrew ogni volta che vede Evalyn è risucchiato dai sensi, sia quelli legati alla lussuria che alla colpa, e per pulirsi la coscienza, riempie di regali e sorprese la moglie.
Una di queste è un corso di fotografia che Alexandra bramava da tempo.
Passano i mesi e mentre la storia perversa di Andrew si evolve, Alexandra si avvicina inesorabilmente al cuore del suo insegnante Jonathan, ma senza nessun intento di tradimento del suo voto nuziale.

Quel che Andrew non si aspetta, è che quel suo stesso regalo diventerà l'arma che lo condannerà, ed Alexandra scoprirà quello che mai e poi mai si sarebbe aspettata da suo marito: il tradimento. 
Bastardo. Lurido Bastardo!La certezza di ciò che stava accadendo aveva messo in moto un processo di immediata mutazione nella testa e nel cuore di Alexandra.Sapeva di sapere e ora aveva bisogno di vedere, di annegare in quell'orrore.
L'amore si trasformerà in odio e la vendetta diventerà un piatto prelibato da gustare lentamente.
Andrew? Rimarrà travolto dalle sue stesse azioni e con il senno di poi, realizzerà di aver distrutto la sua vita, oltre a quella della moglie. 

La storia di Andrew e Alex ti entra nel cuore e ti sconvolge per la veridicità di quelle parole.
E' così facile lasciarsi trascinare dall'oblio dei sensi, dalla promessa della novità, di quelle cose che in casa non ti aspetti o che forse nemmeno vorresti. 
La nostra mente a volte vede come noia quello che di semplice la vita ci offre, senza in realtà capire che non ci manca nulla, e a volte siamo così codardi da non spiegare alla persona che abbiamo vicino come ci sentiamo e quello che vorremmo. Sarebbe così semplice fare finta di niente e cercare quello che ci manca al di fuori della nostre quattro rassicuranti mura domestiche.
Betrayal ci insegna che tutti possiamo essere un Andrew o una Alexandra, e che ferirsi è molto semplice, ma ricucire quelle ferite? Può il tempo guarire una squarcio grande come il tradimento?

La scrittura di questa autrice è sempre molto elegante e scorrevole. La sequenza di pov alternati permette al lettore una conoscenza profonda di tutti i personaggi e non lascia punti morti nella storia.
Ogni suo libro sa mettere nella giusta luce ogni sfaccettatura e ti coinvolge pienamente, facendoti venire voglia di proseguire la lettura fino alla parola fine. Ogni personaggio è ben caratterizzato e intenso al punto giusto. La Robin riesce a farli amare e odiare. Una giostra di emozioni che ti tengono incollata al kindle per ore senza che ve ne rendiate conto.
Come sempre ve la stra-consiglio!






Robin C. ama stupirci.
Se seguite questa autrice probabilmente forse lo sapete già, ma in caso contrario, vorrei mettervi a conoscenza del fatto che la storia NON FINISCE QUI.
Stessi personaggi ma con storie differenti ci faranno nuovamente sognare e forse arrabbiare in un attesissimo sequel. Ebbene si, avete capito bene.
L'autrice ha appena finito la stesura di REDEMPTION, sequel di BETRAYAL. 
Quando la casa editrice Newton avrà finito l'editing di questo testo, potremo riabbracciare i nostri beniamini e chissà, potremmo avere sorprese inaspettate!
Nell'attesa della pubblicazione, Robin C. ci regala anche un' intervista esclusiva, dove ci parlerà di sè, dei suoi progetti e ci stupirà con qualche anticipazione sul nuovo libro.
Non potete perdervela.


INTERVISTA


Ciao Cristina, benvenuta tra gli Angeli. Ti ringraziamo per il tempo che ci stai dedicando. 

- Parlaci un po' di te, chi sei nella vita di tutti i giorni? 

Grazie a voi. 
Nella vita di tutti i giorni sono una donna che lavora, che quando può studia, e che si occupa della famiglia. Sono sposata da 17 anni e ho due figli, un maschio adolescente e una bambina. Quindi ho parecchio da fare! 


- Come nasce la passione per la scrittura? 

La mia è una passione tardiva. Il desiderio di scrivere è nato dalla lettura di fanfiction. Era il 2010 e mi sono imbattuta per caso in questo meraviglioso mondo. Prima leggevo romanzi oppure classici, ma accedere a questo tipo di storie mi ha portata a voler provare a scriverne di mie. Ho così iniziato, quasi per scherzo, dapprima con racconti a puntate su una piattaforma online che si chiama EFP, poi sono passata a scrivere su blog. Il fatto è che questo modo di condividere in tempo reale e a puntate le storie che scrivevo mi dava una gioia indescrivibile. Leggere i commenti di chi seguiva, capitolo per capitolo, le mie storie, costituiva una motivazione molto potente. Poi, nel 2014, dopo avere condiviso circa una decina di racconti, ho deciso di prenderne uno e provare a trasformarlo in un romanzo breve. Così è nato Betrayal. 


- Quanti libri hai al tuo attivo? 

Di pubblicati e disponibili online ne ho attualmente tre. Betrayal e Nemmeno un grammo d'amore (self) e Tra di noi nessun segreto, edito dalla NC. Però ne ho scritti molti di più (appunto come fanfiction) 


- Come nascono i tuoi personaggi? 

Parto invariabilmente dal personaggio maschile, che è quello che mi ispira di più. Sono personaggi che hanno sempre un lato molto controverso, tendenzialmente passionali e ambivalenti. Mi piacciono forti in generale, ma con debolezze evidenti. Mi piacciono sicuri, talvolta al limite dell'arroganza o della freddezza. Mi piacciono tormentati. Insomma non sono una scrittrice con velleità di originalità in questo senso. Per i personaggi femminili il percorso avviene di conseguenza, perché in realtà, più che partire dai singoli, parto dal tipo di relazione che vorrei mettere in scena. 


- C'è qualcosa di vissuto nella storia raccontata in Betrayal? 

A dire il vero no. Eppure il tema del tradimento è la mia fantasia numero uno, anche come lettrice. 

- Cosa ti ha fatto decidere di scrivere il sequel di un libro che poteva considerarsi concluso? 

A volte me lo chiedo anch'io, perché so che con questo sequel ho buone probabilità di fallire. Non sono pessimista, è solo che sono sono realista. Betrayal ha avuto il suo piccolo successo di nicchia per alcune caratteristiche specifiche. L'ho scritto con un'immagine nitidissima in testa di ciò che volevo provocare nella lettrice: quello di un treno in corsa destinato fatalmente a schiantarsi, senza possibilità di salvezza. Volevo che fosse incalzante, una caduta libera fino alla fine. Nel suo piccolo per questo, che poi piacesse o meno, era particolare. L'idea del sequel è nata dopo che ne ho scritto uno stralcio (che ora nel libro si trova tra il IV e il V capitolo), come regalo di compleanno per una mia amica. Ho visto che il personaggio di Andrew scatenava ancora le reazioni più disparate e mi sono ritrovata con una voglia ingestibile di scrivere di nuovo di lui. Non nascondo che lo amo parecchio, indipendentemente dal fatto che sia un personaggio che si è comportato molto male. Però non è cattivo. Non lo è davvero. 

- Qual è il personaggio maschile dei tuoi libri che hai amato di più? 

Rispondere a questa domanda è difficilissimo! Li amo tutti, per ragioni diverse. Comunque tra quelli che ho pubblicato, escludendo dunque le fanfiction, forse il mio preferito è proprio Andrew. 

- E quello femminile? 

Quello femminile appartiene a un libro che non ho mai pubblicato. È una prostituta che diventa, per un breve periodo, la compagna fittizia di un uomo potentissimo che non si concede alcun legame affettivo e che la assolda per portare a termine un affare molto importante. Lei mi piaceva tanto, era tosta! 

- C'è un libro di una tua collega autrice che avresti voluto scrivere tu? 

Più d'uno. 
Vi faccio cinque titoli:
1) Usheen di Naike Ror. 

2) Cuore imperfetto di Valentine Bovary. 

3) Lemonade di Nina Pennacchi 

4) Broken di Daniela Ruggero 

5) Big Apple di Marion Seals 


- Cosa stai leggendo adesso? 

Atti osceni in luogo privato di Marco Missiroli. 

- Raccontaci qualcosa sui tuoi progetti futuri. Cosa bolle in pentola? 

Sto riprendendo in mano uno storico, nel quale però la componente storica è assolutamente secondaria, e un'altra storia breve su un legame molto controverso tra due adolescenti. Ho poi imbastito un altro romanzo più romantico. Cosa porterò a compimento, però, ancora non lo so. 

- Ci regali qualche anticipazione/indiscrezione su REDEMPTION? 

Posso dire che in questo romanzo ritroveremo tutti i protagonisti del precedente. Il titolo provvisorio fa capire che questa volta ci troveremo di fronte a un percorso più lento, meno frenetico. Potrei dire che dal treno in corsa sono passata alla scalata in montagna. Spero soltanto che chi legge possa capire che era impossibile scrivere un sequel con lo stesso tono e ritmo di Betrayal e che riesca ad apprezzarlo comunque. Se non accadrà mi accontenterò di averci provato e avrò una ragione in più per continuare a scrivere solo autoconclusivi!


ESCLUSIVO BOOKTRAILER REALIZZATO DA CINZIA TAGLIAFIERRO





Nessun commento:

Posta un commento