venerdì 10 febbraio 2017

QUANDO L'AMORE FA SCINTILLE, VALENTINA VANZINI. Recensione.



TITOLO: Quando l'amore fa scintille

AUTORE: Valentina Vanzini

EDITORE: Rizzoli, Youfeel

PAGINE: 149

PUBBLICAZIONE: 16 dicembre 2016

GENERE: Contemporary Romance, mood ironico

COSTO: € 2,99

Si può amare qualcuno alla follia eppure odiarlo? Michele è bellissimo, ricco e raccomandato e nella vita ha avuto tutto. Simona è cinica, determinata, affetta da stress cronico e nella vita si è dovuta conquistare ogni cosa. A metterli uno contro l'altra saranno il destino e il posto da ricercatore che solo uno dei due potrà conquistare. Ne nascerà una guerra senza esclusioni di colpi in cui i due si scontreranno (anche fisicamente!), tenteranno di distruggersi e... si innamoreranno. Perché dietro a tanto odio e a una rivalità che fa scintille si nasconde sempre qualcosa di più. Basterà l'attrazione fatale che provano l'una per l'altro a tenerli insieme o finiranno per annientarsi a vicenda? Fra intrighi, bugie, malintesi e momenti di irresistibile comicità, Michele e Simona proveranno a scoprirlo. 




Mettiamo un unico posto da ricercatore universitario e due persone dal carattere forte e spietato a contenderselo e il danno è assicurato. 

Simona, studiosa e affidabile, si trova a un passo dall’ottenere la borsa di studio quando l’arrivo dell’affascinante Michele scombinerà i suoi piani. 
La guerra è inevitabile e nessuno dei due è intenzionato a perderla. 
Ma, si sa, passare dall’odio all’amore è un attimo e tra uno schiaffo, un lassativo e scontri vari i due perderanno di vista l’obbiettivo iniziale. 
Quando l'amore fa scintille non è la classica storia d’amore in cui i due si incontrano e si rincorrono fino alla fine. Questa è una storia divertente, assurda e per niente corretta. Solo i soprannomi che i due si danno sono un programma: Stronza e Bastardo. Una coppia a prova di bomba!
Il prologo mette in chiaro che tipo di personaggi incontreremo. Michele viene colpito alla testa da Simona, che si gode la scena, finendo in ospedale e rivelando di essere innamorato di lei. Ma questa è solo l’ultima delle loro follie messe in atto. Quindi con un bel salto indietro veniamo rimandati all’anno prima, quando tutto è iniziato. 
Simona, ventisei anni, alla sua terza laurea, non ha mai avuto la pappa pronta. Ha dovuto lottare e studiare duramente per meritarsi il posto da ricercatrice all’università di Tor Vergata. Sarà proprio nella sede della facoltà di Filosofia che incontrerà, o meglio si scontrerà, con Michele Mancini, meglio conosciuto come Mikey Occhi Blu per i suoi occhi che ammaliano ogni ragazza. Ricco, schifosamente ricco, oltre che schifosamente bello, non sa cosa significa lavorare sodo per arrivare a fine mese. 
Il loro primo approccio non è dei migliori. Ai due viene comunicato che dovranno contendersi  l’unico posto disponibile in facoltà. Le premesse non sono buone: entrambi, infatti, sono estremamente competitivi. Non ci risparmieranno niente. Sono pazzi all’ennesima potenza. Michele è sfrontato e giocherà sporco ma mai quanto Simona. Lei, che sembra tanto un angelo, si trasformerà in vipera, tanto da spedirlo varie volte in pronto soccorso. Com'è che dice il proverbio: “in guerra e in amore tutto è lecito”? In questo caso, forse, i due l'hanno preso proprio alla lettera!
Ogni volta che ne combinano una sono soddisfatti e compiaciuti della ripicca. A partire da appunti spariti, discorsi personalizzati e pieni di belle parole d’affetto, per non parlare di shock anafilattici e lassativi. Ho praticamente riso come una pazza a ogni scherzo!
Oltre a questo, conosceremo anche due mondi completamente diversi. Da una parte c’è Simona con la sua famiglia esuberante e divertente e dall’altra invece Michele, cresciuto nella ricchezza e che nasconde tanti problemi con il padre. E proprio per vendicarsi di lui, proporrà a Simona un accordo che porterà a conseguenze irreparabili.
Mentre Michele otterrà quello che vuole, Simona si troverà a dover combattere per riavere indietro la sua casa, il suo ristorante e indovinate a chi darà la colpa? Esatto, a Michele. E sarà sempre Michele a cercare di risolvere la loro situazione perché odio e amore sono due facce della stessa medaglia e il loro profondo astio reciproco in realtà nasconde una forte attrazione. 
Per tutta la lettura l’attrazione sessuale tra i due è palpabile e non fa che crescere. Mi hanno fatto ridere e sono rimasta allibita per certi comportamenti non proprio corretti. Diciamo che Michele è abbastanza prevedibile ma Simona è una furia! Alcune volte ho temuto per lui!
Questo libro è stato una rivelazione. È divertente, folle e anche romantico (pochissimo, chiariamo). La guerra tra i protagonisti è brillante, una bella novità. Per una volta non siamo di fronte alla classica storia d’amore, c’è molto di più. Il pov è alternato e questo rende ancora meglio cosa sono costretti a subire dall’altro. 
La prima parte mi è piaciuta molto, poi a un certo punto la storia ha perso smalto e mi dispiace perchè c'erano delle buone basi. Certo, il lieto fine c’è, ma avrei osato di più con questi due protagonisti. Stessa cosa per il linguaggio colorito che, a mio avviso, si poteva limitare un po’ senza alterare l'odio che provano l'uno per l'altra.
Consiglio Quando l'amore fa scintille a tutte le lettrici che hanno voglia di ridere un po’ e  di leggere qualcosa di originale e leggero. 








Nessun commento:

Posta un commento