martedì 21 febbraio 2017

NON MENTIRMI, SAGARA LUX. Recensione in anteprima.



TITOLO: Non mentirmi

AUTORE: Sagara Lux

EDITORE: Self-Publishing

PUBBLICAZIONE: 23 febbraio 2017

GENERE: Erotic Suspense

PAGINE: 282 (cartaceo)

PREZZO: € 2,99 ebook- 11,96 cartaceo

Nathan Blair nasconde un segreto.

A Miranda basta un semplice sguardo per percepire in lui qualcosa di affascinante e spaventoso al tempo stesso; qualcosa che l'attira al punto da farle mettere da parte la carriera di violinista e investire tutta se stessa nella ricerca della verità.

Miranda De Luca possiede un talento.

Il suono del suo violino riesce a penetrare le barriere della mente di Nathan. Risveglia le ombre del suo passato e riporta alla luce qualcosa che credeva di avere sepolto per sempre.
Miranda è la stella che brilla sul palcoscenico.

Nathan è il mostro che la osserva nell'ombra.
Uno dei due mente, l'altro vuole scoprire la verità.
È per questo che scendono a un patto pericoloso e sensuale, che li costringerà a rivelarsi per quello che sono e legherà per sempre le loro vite, i loro corpi... E i loro segreti.






Più intrigante della verità c'è il mistero.
E più intrigante del mistero c'è Sagara Lux, una penna brillante, capace di rinnovarsi ad ogni nuova uscita non rimanendo mai uguale a se stessa.
Non mentirmi è una storia piena di fascino, con un ritmo in crescendo che porta il lettore al massimo della tensione per poi rilasciare tutto il fiato sul finale.
Già alle prime battute, si è catturati dalle parole di questa fine affabulatrice, nello stesso modo in cui Nathan Blair, il protagonista, è catturato dal suono del violino di Miranda. 
Quel violino è come il canto di una sirena, un suono che può risultare aspro, o stridulo se a suonarlo sono mani sbagliate, ma Miranda sa pizzicare quelle corde con maestria incantatrice e per Nathan non c'è scampo.
Ammaliato da quella bellissima donna, non gli resta che fingere indifferenza, perchè altre mani stanno accarezzando quella schiena, stanno sentendo il calore del suo corpo, mani che non dovrebbero sfiorarla.
Miranda è una musa, bella e talentuosa. La musica è tutta la sua vita, niente può intralciare il suo cammino, soprattutto gli uomini e l'amore. 
L'incontro con Nathan sconvolge tutti i suoi schemi. Quell'uomo potente, dal fisico possente e dal cipiglio austero la terrorizza. Eppure quella paura non è sufficiente a cancellare la sottile attrazione che sente scorrerle nelle vene ogni volta che le si avvicina, che sente il suo respiro, che il suo odore invade i suoi spazi e le annebbia i sensi. 
Perchè Nathan è così, si impone, non lascia spazio di manovra, non permette e non concede. Vicino a lui non è lucida, perde ogni ragione, diventa pazza.




Miranda dovrebbe seguire la ragione e i consigli di tutti, che la esortano a stargli lontano, perchè l'avvocato Blair è un uomo pericoloso, dalla dubbia moralità, un difensore di criminali dal passato torbido. 
Lei però, contro ogni logica, lo vuole e decide di assecondare quella voglia di irrefrenabile di possederlo, di scoprire chi si cela dietro la maschera dura che mostra all'esetrno, di accedere al suo mondo interiore. 
Un incontro di corpi ed è chiaro per Miranda che solo il corpo di Nathan non le basta. Di lui vuole possedere tutto: corpo, anima e segreti.

Ogni desiderio era pericoloso a modo proprio.
Nathan e Miranda, si desiderano, ma sono consapevoli che questo desiderio è pericoloso e distruttivo. Nathan è un uomo finito, che non ha più nulla da dare. Ogni giorno lotta per non affondare nella palude di fango in cui è caduto e non lasciarsi inghiottire dal buio nel quale è piombato più volte.
La vita gli ha dato tanto, ma gli ha anche tolto tutto e da quel momento, non è più lo stesso. Un terribile segreto gli avvelena l'anima. Il rimorso lo logora e l'incontro con Miranda, la sua musica, la sua tenacia, muovono cose che cercava di tenere sepolte e che adesso premono di riemergere, minacciando di distruggerlo. Il vaso di pandora sta per essere aperto e da quel punto in poi, non sarà più possibile tornare indietro, per nessuno dei due. 

Lei mi aveva riportato indietro.

Miranda non ha paura di guardare in faccia la realtà. Lei ha sete di verità, sete di Nathan, e per averlo è disposta a tutto, anche a scendere a patti con il diavolo, compromettendo la cosa più importante,  la sua carriera.  Vorrebbe mostrarsi forte e distaccata, ma lui è capace di scavarle dentro, di cogliere ogni sfumatura delle bugie che dice per mantenere ancora un briciolo di se stessa, prima che lui si prenda tutto. Pronta a lasciarsi corrompere, ad essere gustata come il vino che Nathan assapora con così tanta brama.
Un cammino di presa di coscienza, di accettazione; verità che emergono un tassello dopo l'altro, liberando Nathan dal più terribile dei peccati. Ma questo non necessariamente lo renderà suo. Forse lo allontanerà per sempre da lei, che oramai è già perduta.


Ero folle d' amore e gelosia. Ero arrabbiata, preoccupata. Perduta. E lui lo sapeva. 

Non mentirmi è una vera esperienza sensoriale. Si avvertono i sentori e i profumi di una storia avvincente che col procedere degli avvenimenti diviene sempre più corposa e dai sapori intensi.
Nathan ha una caratterizzazione che ho adorato. E' oscuro, inaccessibile, tagliente, pericoloso. Non puoi fare a meno di sentire la tensione che emana, la disperazione che lo rende umano a dispetto delle azioni che compie.
Miranda è la sua nemesi. Sembra una creatura delicata, ingenua, ma in realtà è forte e determinata. Sa cosa vuole dalla vita e va dritta per la sua strada perseguendo i propri obiettivi; anche quando tutto sembra suggerirle che sta sbagliando, non cede. 
Non mentirmi è forse la storia più compiuta di Sagara Lux. Non ci sono non detti o sospesi. Alla fine la verità sarà rivelata ed ogni segreto riportato a galla insieme a una serie di scheletri che possono unire o distruggere i nostri protagonisti, ma questo sta a voi scoprirlo. Dal momento che è presente una nota suspense, è difficile darvi informazioni sulla trama, perchè il senso ultimo della storia è la co-costruzione degli eventi, in cui ogni personaggio, ogni indizio, ogni azione troverà il proprio posto, assumendo senso e significato. 








Alcuni passaggi, li avrei preferiti meno bruschi, ma l' intento chiaro di Sagara Lux è quello di arrivare al nucleo di Nathan, e in questa visione i personaggi secondari, seppur importanti a modo loro, sono un corollario, e me ne rendo conto adesso che sto scrivendo la mia recensione senza neppure menzionarli. Non che non siano importanti, attenzione, ma vi accorgerete con la lettura che Nathan e Miranda, grazie al doppio punto di vista, assorbiranno per intero la vostra attenzione, arriverete alla fine e ne vorrete ancora...
La scrittura di Sagara Lux è riconoscibile, diretta, non artefatta, intensa. Un erotismo magnetico che cresce scena dopo scena  che lascerà il passo anche a momenti di romanticismo che non ritroverete facilmente in altri lavori. 
Benvenuti a Nathan e Miranda e anche se sarà difficile spodestare mio marito Darren, diciamo che ci sei andata vicino, Sagara Lux.













Nessun commento:

Posta un commento