lunedì 6 febbraio 2017

MILLE PRIME NOTTI, ANJA MASSETANI & ALICE WINCHESTER. Recensione.


TITOLO: Mille prime notti

AUTORE: Anja Massetani & Alice Winchester

EDITORE: Emma Books


PAGINE: 451

PUBBLICAZIONE: gennaio 2016


GENERE: New adult

PREZZO: € 4,99 ebook

Che cosa faresti se non ricordassi niente della prima volta che hai fatto l’amore? Nina De Luca ha diciotto anni, è orfana e vive con i suoi quattro fratelli a San Antonio, negli States. Studiosa attenta e dedita al lavoro nella panetteria di famiglia, non conduce esattamente la classica vita da adolescente, finché una delle sue compagne di scuola la invita a una festa. Il suo desiderio innocente è quello di godersi, almeno per una volta, una serata come tutti i suoi coetanei. Weston Trevett ha ventidue anni, è bellissimo e ha una vita complicata. Nina non è il tipo di ragazza che lui frequenta di solito, ma se l’occasione si presentasse proprio a una festa?Il destino sta tutto lì, in fondo. Un incontro, una notte che cambierà per sempre le vite di entrambi. Dopo il grande successo dei quattro episodi usciti a dicembre 2015 del primo New Adult di Emma Books, Mille prime notti torna in volume unico.



Scritto dal duo italiano Alice Winchester e Anja Massetani, Mille prime notti è diviso in quattro episodi che narrano la storia di Nina De Luca, giovane ragazza perbene dedita alla panetteria a conduzione familiare, e Weston Trevett, ragazzo dalla famiglia disastrata e super corteggiato dalle ragazze più in del college.
Il primo episodio mi ha conquistato per la cover, che trovo deliziosa, e la trama. Ancora una volta mi sono fatta affascinare da una serie, con la differenza che erano già stati tutti pubblicati e non mi toccava aspettare mesi per sapere dei miei beniamini. Ho divorato ogni episodio con entusiasmo nuovo e sempre crescente.
Nina è la classica brava ragazza, dedita al lavoro, allo studio e alla famiglia. La sua vita è costellata di piccoli successi che la rendono felice: voti altissimi a scuola, porta avanti a meraviglia la panetteria appartenuta ai suoi genitori che non ci sono più insieme ai suoi quattro protettivi fratelli maschi, e si occupa della casa come una perfetta donna di altri tempi. Stira, fa le lavatrici e cucina per Aris, Samuele, Davide ed Emiliano. E loro in cambio la proteggono, vezzeggiano e si prendono cura di lei come solo dei fratelli maggiori saprebbero fare. Non cerca nulla, Nina. Non cambierebbe nulla della sua vita.
Weston Trevett è il suo opposto. Ha una famiglia disastrata: un padre dietro le sbarre e una madre di cui deve occuparsi a tempo pieno visto l'ardore con cui sta incollata alla bottiglia e i casini in cui si caccia quotidianamente. È attraente, sexy, bello, tutte le ragazze gli sbavano dietro e lui non sa proprio resistere al richiamo. Il sesso è la parola d'ordine. Tanto, tantissimo sesso.
Una sera Nina deciderà di provare l'ebbrezza di partecipare a una festa, una di quelle a cui sono abituate le sue coetanee ma di cui lei non sa nulla. Dopo aver chiesto il permesso ai suoi fratelli, si presenterà in compagnia delle sue amiche in casa del festeggiato. Come un pesce fuor d'acqua si ritroverà confusa, annebbiata dall'alcol e Wes, che già da tempo non riesce a smettere di pensare a quella ragazza così diversa dalle altre, così semplice, genuina e per questo bellissima ai suoi occhi, ne approfitterà per avvicinarsi. Complice un ballo spinto, paroline sussurrate e sguardi infuocati, i due finiranno a letto insieme. Quello che Wes non può sapere è che Nina è vergine, nessun ragazzo l'ha mai toccata nè sfiorata in maniera così intima. Sarà una notte bellissima per entrambi: emozionante e focosa. Il sogno, però, sarà spezzato da un doloroso ritorno alla realtà quando il ragazzo riceverà una chiamata in cui gli si chiede di correre a recuperare sua madre più ubriaca che mai. Al suo risveglio, Nina si ritroverà sola, sfatta e, cosa più importante, della notte appena vissuta non ricorderà assolutamente nulla.
Quelli a seguire saranno giorni difficili per lei. Non riuscirà a dir nulla ai suoi fratelli perchè troppo spaventata. Qualcuno ha abusato di lei? È stato un solo ragazzo o più di uno? Cos'è successo realmente a quella festa? Ciò che sa per certo è che la sua verginità è andata persa.
Nel frattempo i due ragazzi continueranno a vedersi e quando Wes capirà che Nina non ricorda nulla, non avrà il coraggio di dire tutta la verità e continuerà ad omettere di essere stato l'uomo che ha fatto l'amore con lei per la prima volta.


«Dimmi, bel fusto, quanto vuoi per soddisfare le voglie di una ragazza  per una notte?» volle sapere mentre mi passò le dita sugli addominali.Ammirandola eccitato, misi le mani a coppa sotto i seni, li sollevai verso la mia bocca e le baciai i capezzoli attraverso il cotone sottile. Tolto il reggiseno, ripetei la stessa cosa direttamente sulla pelle finché non li sentii diventare duri in bocca.«Una vita intera con te. È questo il mio prezzo» sussurrai.Il suo respiro corto mi colpì la spalla mentre alzava un piede e poi l’altro per farsi togliere le mutandine. Quando fui di nuovo in piedi davanti a lei, annuì, si sollevò sulle punte, infilò le mani tra i miei capelli e mi baciò profondamente. La strinsi a me, sperando che mantenesse la piccola promessa che mi aveva appena fatto, anche se un giorno la verità sarebbe venuta a galla.

Le sinossi di ogni episodio anticipano chiaramente cos'è successo dopo, cosa si sono ritrovati a vivere Nina e Weston, per questo motivo le troverete in fondo, alla fine della recensione. Lascio a voi la scelta di leggerle o godervi l'effetto sorpresa.
Queste autrici mi hanno lasciato a bocca aperta perchè continuo a credere che scrivere un romanzo a quattro mani sia un'impresa titanica, o qualcosa del genere, e sono state così brave da farmi provare emozioni sempre diverse. Ho sorriso, sono stata con il fiato sospeso, ho provato ansia, e infine avevo gli occhi lucidi. Questa storia scalda il cuore, ha il sapore unico delle prime volte e della giovinezza: il primo amore, il primo bacio. Le emozioni di Nina nello scoprirsi innamorata per la prima volta di un ragazzo che, nonostante le voci che circolano su di lui, si mostra così dolce, premuroso e romantico, tanto da accollarsi responsabilità non sue. E neanche per un momento la ragazza penserà che ci sia qualcosa sotto. La sua ingenuità è disarmante.
Il terzo e quarto episodio sono stati i miei preferiti in assoluto. Il terzo perchè è quello in cui finalmente la verità verrà a galla, fino a quel momento, care lettrici, tratterrete il fiato e l'ansia vi divorerà. La mia mente urlava "diglielo, Wes! Diglielo!". Serve dire che quel testone non mi ascoltava?
«È la verità. Quella notte siamo stati insieme. Nina, sono stato un bastardo a non dirtelo subito. All’inizio credevo che ti fossi inventata l’amnesia per scaricarmi, per non aver niente a che fare con me senza dovermelo dire direttamente, e poi è passato il tempo e… non sono più riuscito a dirti la verità. Sono stato un imbecille. Scusami, piccola. Scusami.» Lo strazio nella sua voce mi fece crollare del tutto. Strano che quando il mondo ti cade addosso fa molto più rumore di un semplice “crack” di un cuore che si spezza.



Il quarto è meraviglioso in quanto degno epilogo a una storia che sa di favola romantica, ogni scena è stata descritta in maniera così sapiente e dolce da toccare il cuore.
E poi c'è la storia d'amore nella storia d'amore. Oltre ai punti di vista di Nina e Wes che si alternano, di tanto in tanto compare anche quello di Aris, uno dei fratelli della ragazza. Protettivo con sua sorella e con le donne in generale, volgare nel linguaggio, sexy come il peccato e malato di sesso. Arriverà anche per lui l'amore, una donna capace di fargli girare la testa e di oscurare tutte le altre da una notte e via. Il suo nome è Genevieve Brooks e saprà sconvolgere la sua vita. Avrei voluto saperne di più su questa storia che è stata appena presentata e introdotta.
Non perdetevi questa lettura per niente al mondo. Vale la pena dedicarci qualche ora del vostro tempo. Il primo episodio è gratuito, quindi avrete modo di leggerlo e valutare se acquistare gli altri. Posso dirvi che una volta letto, non saprete più mettere un freno. Io li ho divorati in pochissimo tempo e hanno soddisfatto il mio lato più romantico.
Mille prime notti è un romance che sa di famiglia, calore, semplicità e amore vero.








Nessun commento:

Posta un commento