venerdì 6 gennaio 2017

SEX OR LOVE? FLAVIA COCCHI. Intervista.


TITOLO: SEX OR LOVE? 1

AUTORE: Flavia Cocchi


EDITORE: Leggereditore

PUBBLICAZIONE: 5 gennaio 2017

PAGINE: 320

GENERE: Young Adult

PREZZO: € 4,99 ebook 


Luca e Beatrice non si sopportano, è risaputo. Lei è dolce e riservata, lui strafottente e sicuro di sé. Nonostante siano compagni di classe e condividano le stesse amicizie, è dal primo anno del liceo che non fanno che discutere e scambiarsi ripicche. E ora che il quarto anno è appena iniziato, la situazione non sembra destinata a migliorare. Eppure, dopo una festa in cui entrambi hanno bevuto qualche bicchiere di troppo, si risvegliano nello stesso letto. Nudi. Increduli. E soprattutto senza alcun ricordo di quanto accaduto. Ma una cosa è certa: da quel momento non riescono più a stare lontani. Irrimediabilmente attratti l’uno dall’altra, nonostante continuino a detestarsi, decidono di assecondare l’attrazione fisica che li lega. Gli accordi sono chiari e fissati in un vero e proprio decalogo antinnamoramento: sesso tutte le volte che vogliono, nel rispetto reciproco, nel totale segreto e senza mai lasciarsi andare a baci e altri atteggiamenti affettuosi. Luca e Bea sono certi che in questo modo il loro rapporto non possa degenerare in qualcos’altro... Ma sarà davvero così?

INTERVISTA



Ciao Flavia, siamo felici di ospitarti in Book’s Angels. Raccontaci un po’ di te, chi è nella vita di tutti i giorni Flavia Cocchi?

Ciao, grazie per questa intervista! Flavia Cocchi è una ragazza di 16 anni, che vive a Galliera, in provincia di Bologna, e frequenta il liceo delle Scienze Umane a Ferrara.

-  Da quanto tempo scrivi?

A dire il vero, prima di iniziare a scrivere “Sex or Love?” ho iniziato molte altre storie sul mio computer, che però non ho mai finito, per cui direi che scrivo per hobby da quando avevo 11 anni.


- Come sei arrivata a Wattpad? Da cosa è nata l’idea di scrivere su questa piattaforma? 

Una mia amica mi ha fatto conoscere Wattpad quando ero alla ricerca di un libro da portare sempre con me. Dopo diversi mesi da lettrice, in cui vedevo altre ragazze aggiornare le loro storie, ho pensato “perché non provo anche io a pubblicare i primi capitoli della storia che sto scrivendo? Tanto non mi conosce nessuno, se non piace la tolgo”. Invece mi sono dovuta ricredere: dopo poche settimane sono arrivati commenti che mi incoraggiavano a continuare.

- Quando hai capito che la tua storia era molto seguita ed apprezzata dai lettori, come ti sei sentita?

Mi ricordo che la prima volta che ho letto un commento di apprezzamento ho fatto un sorriso a trentadue denti, sebbene fosse una giornata no. Non me l’aspettavo assolutamente e sono stata ancora più sorpresa – e lusingata – quando le visualizzazioni sono iniziate a crescere sempre più.


- Parlaci di Luca e Bea. Cosa credi che abbia entusiasmato tanto il pubblico? 

Luca è dolce, ma non troppo e sa usare le parole giuste; mentre Bea è una ragazza sensibile che però sa tenere testa a Luca. Penso, però, che al pubblico, più che i due personaggi, abbia entusiasmato molto il connubio “Luca e Bea” (tanto che poi è diventato uno degli hashtag ufficiali) e tutto ciò che, mettendo insieme i loro caratteri, riescono a creare.


-  E siccome siamo delle curiosone, vogliamo sapere com’è avvenuto il contatto con Leggereditore?

Ricordo come se fosse ieri quando, a Giugno, sono stata contattata su Wattpad da dalla Casa Editrice, mostrandosi subito molto interessata alla mia storia. Nessuno sapeva che scrivevo, per cui ero sola con le mie emozioni, che includevano felicità ma anche molta paura. Ho rispsoto che non appena avessi finito il libro, l’avrei detto ai miei genitori e avrei dato, infine, una risposta.


- Quando scrivi, quanta parte di te si riversa nei tuoi personaggi?

Ho provato a tenere la storia fuori dalla mia vita in modo da non influenzarla troppo con i miei pensieri personali. Ovviamente non sempre ci sono riuscita, per cui qualche parte di me la si può trovare nel carattere di Bea, di Giulia e sì, anche in Luca.


- Luca e Bea pregi e difetti.

Luca è divertente, solare e sa perdonare, ma è un po’ disordinato e a volte non sa tenere la bocca chiusa quando, invece, dovrebbe...
Beatrice è caparbia, testarda e insicura, ma è una grande ascoltatrice. Ha un’ottima dialettica e infondo è molto dolce.


- Quali sono i tre elementi che pensi non possano e non debbano mancare in un romanzo?

Prima di tutto un po’ di movimento: un romanzo “che non va avanti” nessuno riuscirebbe a finirlo; non possono neanche mancare un pizzico di ironia e dialoghi botta e risposta. O almeno, è così che a me piacciono i romanzi.


-  Quando trovi il tempo per scrivere? É un’ attività a cui ti dedichi costantemente?

Dal momento che scrivevo all’insaputa di tutti, lo facevo in momenti in cui ero sola in casa o in una stanza e appena qualcuno arrivava cambiavo subito il documento, facendo finta di fare qualche ricerca per la scuola. Naturalmente scrivere richiede, almeno nel mio caso, molto tempo, per cui spesso restavo senza scrivere anche per intere settimane.

- Chi ti conosce e ha scoperto della tua prossima pubblicazione, come ha reagito?

Inizialmente l’ho detto solamente a poche persone fidate. Solo oggi, a un giorno dalla pubblicazione, ho preso coraggio e ho deciso di pubblicare sui miei social personali un post relativo all’uscita del libro. Ho ricevuto tanti complimenti, più di quanti me ne aspettassi. Il giudizio più importante, però, è quello dei miei familiari e loro sono – testuali parole – fieri di me.


- Chi ti sostiene o ti ha sostenuto lungo questo percorso?

Inizialmente solo me stessa e le lettrici! Poi mia sorella, mia madre e un’amica hanno iniziato a leggerlo senza sapere che l’autrice ero io e quando parlavano del libro mi sostenevano inconsapevolmente. Ora che sono uscita dall’anonimato, molte amiche mi sostengono, i miei genitori e mia sorella soprattutto.



- Secondo te quali sono i pro e contro di Self Publishing e pubblicazione tramite Casa Editrice.

Beh, non sono molto esperta di queste cose, per me è tutto nuovo. Posso dire che una Casa Editrice offre maggiori garanzie, un aiuto a livello di editing e di promozione del libro rispetto al Self Publishing.


- Sei emozionata per questa tua nuova avventura?

Tantissimo! È successo tutto così in fretta che ancora stento a crederci: fino a pochi mesi fa scrivevo tranquilla, con una tazza di tè e coperta dall’anonimato. Ora invece mi ritrovo a utilizzare molto i social, a fare interviste e a sfogliare un libro cartaceo. Il mio libro. Non me lo sarei mai aspettata!


- Come non rigirarti il tuo stesso quesito: Flavia, Sex or Love?

Love, e sempre love. Ma anche sex ci può stare a volte...


- Prima di lasciarci, quali sono i tuoi progetti futuri?

Innanzitutto, vorrei trovare il tempo per continuare a scrivere perché è una cosa che mi rilassa e mi piace molto. Sto già lavorando anche per il mio futuro: quasi sicuramente ad Agosto partirò per trascorrere un anno scolastico in America. E chissà, magari lì troverò molta ispirazione per qualcosa di nuovo e interessante...

Nessun commento:

Posta un commento