martedì 3 gennaio 2017

MARISOL, AMÈLIE. Recensione.


TITOLO: Marisol

AUTORE: Amélie

SERIE: Luces y Sombras #2

EDITORE: Self publishing

PUBBLICAZIONE: 15 ottobre 2016 

GENERE: Erotic romance

PAGINE: 340

PREZZO: € 2,99 ebook 

* ATTENZIONE. LA SINOSSI CONTIENE SPOILER SUL FINALE DI ESTEBAN, PRIMO LIBRO DELLA DUOLOGIA *

Per Marisol Delgado, la vita si è fermata nel giugno del 2013, quando è venuta a conoscenza della morte di Esteban. Da allora, il suo sonno è turbato da incubi orribili e la sua anima è lacerata dall’amore, dall’odio e dai sensi di colpa. A darle un po’ di conforto sono i suoi amici e le visite alla tomba di Esteban. Alejandro, che la assume come segretaria presso il suo studio legale, prova per Sol un sentimento che va ben oltre l’amicizia, ma lei non può ricambiarlo, perché l’unico uomo che vuole è Esteban. È certa che rimarrà da sola per sempre, poiché la sola idea di avvicinarsi a un altro le dà i brividi, ma una sera, inaspettatamente, incontra Yago, un affascinante ragazzo che nel giro di pochi secondi riesce a scuoterla sin nel profondo. È colpa dei suoi occhi verdi, che le ricordano quelli di Esteban? Oppure del modo in cui la guarda, come se la cercasse da anni e finalmente l’avesse trovata? Sol è sconvolta dalla propria reazione, ma va fuori di testa quando Manuela lo assume alla villa come nuovo giardiniere. Adesso evitarlo è quasi impossibile e lui non glielo permette, perché ne è attratto e il suo scopo è conquistarla. Giorno dopo giorno, nonostante cerchi di opporsi, Sol si sente sempre più vicina a Yago e sempre più lontana da Esteban. Lui riesce ad abbattere le sue difese, arrivandole dritto al cuore e alla mente, e a farla star bene. Forse Marisol può sperare di voltare pagina, di essere di nuovo felice, ma… ben presto il passato torna a bussare con prepotenza alla sua porta e le persone che credeva di conoscere, si rivelano per ciò che sono in realtà, sconvolgendo il suo equilibrio già precario. Era quasi convinta che il destino si fosse ormai stancato di giocare con la sua vita, ma si sbagliava di grosso e adesso, ha solo due possibilità: combattere o soccombere.


Marisol è il secondo volume della duologia Luces y Sombras, iniziata con Esteban.




La vita con Marisol non è mai stata clemente. Da quando era una bambina, dall'esperienza in collegio, all'avventura vissuta con Esteban. Ne è uscita ancora una volta provata, a pezzi, senza alcuna voglia di rimettersi in piedi e affrontare ciò che il destino ha ancora in serbo per lei. Da quando l'unico uomo che ha amato davvero, suo amante e carnefice, l'ha lasciata per sempre, Marisol non ha alcuna speranza. La famiglia l'ha forgiata dandole dolore, sofferenza, lacrime negli anni che avrebbero dovuto essere i più belli, sereni e indimenticabili; l'amore le ha insegnato che nulla è per sempre e che il dolore può spezzare dentro; la vita le ha mandato un messaggio chiaro: non ci sarà mai fortuna per lei, mai salvezza.
È riuscita in parte a esorcizzare il dolore. La passione per la scrittura l'ha portata a mettere su carta la meravigliosa quanto oscura storia d'amore con il suo Esteban. El colegio y la mascara è diventato ormai un bestseller, tutti amano la loro storia, tutti vorrebbero conoscere la donna che con la sua autobiografia ha fatto sognare milioni di lettori. Ma i protagonisti a cui ha dato vita attingendo alla realtà e alla sua fantasia hanno avuto il lieto fine che lei ed Esteban non hanno potuto neanche sognare.

Siamo immortali adesso, perché attraverso quelle pagine, il ricordo di te, di me, di noi, durerà in eterno, tramandandosi di anno in anno, di generazione in generazione, finché il mondo non cesserà di esistere. Solo allora non esisteremo più, amore mio.

Le sue giornate ordinarie saranno sconvolte dall'arrivo di Yago che in un primo momento la riporterà con la memoria indietro nel tempo, ai giorni passati con Esteban. Gli occhi verdi del ragazzo le ricorderanno ogni momento passato a perdersi negli occhi del suo primo e unico amore, riporteranno a galla tutto il dolore, il rimorso, la violenza di quegli attimi. Marisol si avvicinerà a lui, crederà di aver trovato di nuovo l'amore e poi tutto crollerà. Quando meno se l'aspetta, la verità verrà fuori, lasciandola a bocca aperta.
Cosa è disposta a rischiare? Quanto è vero e forte il suo amore? A quanti colpi ancora può resistere il suo cuore?
Questo romanzo rappresenta sicuramente il riscatto di Marisol, quel momento in cui la vita decide di restituirti tutto ciò che per anni non ha fatto che toglierti. Le sembrerà di dover soffrire ancora, di non riuscire a raggiungere la serenità, ma poi arriverà quel momento e sarà bello, bellissimo, indimenticabile.

«Sai benissimo cosa mi ha fatto Esteban».
I suoi occhi si caricarono di rabbia e odio.«Sì, e non voglio parlarne. Non ci riesco, Sol».«Non voglio parlarne, infatti. Devo solo sapere se vuoi davvero starmi accanto nonostante le cicatrici che porto nell’anima. Io non sarò mai come le altre ragazze, Yago. Ho subìto dei traumi che influenzeranno per sempre la mia vita e quindi anche la tua, se deciderai di trascorrere del tempo con me».Mi prese il viso tra le mani e guardandomi con ardore, disse: «Io ti voglio, mi ángel, e quelle cicatrici di cui parli, sono parte di te, perciò le voglio, le pretendo, insieme a tutto il resto».



Marisol è un cambio di rotta, una virata inaspettata, e sono certa che chi ha letto e amato Esteban la pensi allo stesso modo. Quello che i due protagonisti hanno vissuto nel collegio è stato intenso, ai limiti della realtà, mi ha fatto sognare e mi ha ricordato un po' la storia de La bella e la bestia. Una versione moderna e rivisitata, certo, più sensuale e calda, anzi... molto più sensuale e calda... ma mi ha emozionata ugualmente. Emozioni diverse da quelle provate nella lettura del primo romanzo, forse meno intense. Le prime pagine mi hanno fatto provare la bellissima sensazione di aver ritrovato un'amica che avevo lasciato in una situazione difficile e di cui finalmente posso sapere come sta. Nei momenti in cui la vita si è accanita contro di lei, ho pensato che fosse troppo, che non potesse essere giusto. Troppa cattiveria, troppo odio, troppo male. Marisol ha saputo conservare la sua bontà d'animo, e lo dimostrano tutte le volte in cui non ha esitato un istante a donare il suo perdono a chi non lo meritava. Alcune delle sue reazioni mi sono sembrate troppo misurate, posate, ponderate, e soprattutto mal commisurate a ciò che le stava accadendo e piombando addosso.
Alcuni spunti sono stati originali, inaspettati, altri un po' troppo romanzati. In alcuni passaggi avrei voluto più aderenza alla realtà e un approfondimento maggiore. Le storie di Amélie sono sempre ricche di eventi, personaggi, emozioni, intrecci, tanto che a volte qualcosa sfugge al controllo.
Marisol è un uragano, un romanzo ricco sotto tutti i punti di vista, caratteristica che riscontro nello stile dell'autrice dal primo romanzo scritto. Non ci sono punti morti in cui la lettura rallenta, i protagonisti si muovono, corrono, percorrono lunghi tratti di strada e il lettore, avido di sapere e impaziente, cerca in ogni modo di star dietro a tutto senza perdere un passo.
Yago è un personaggio chiave. È ciò che vi aspettate e ciò che non potrete mai immaginare. È un uomo misterioso, che nasconde tanto di sé e della sua vita ma al tempo stesso riesce a dare a Marisol la tranquillità di cui ha bisogno. Con lui la ragazza tornerà ad amare, riuscirà non a dimenticare - quello proprio non può farlo - ma a mettere in un cassetto chiuso a chiave ciò che ha vissuto con l'uomo che le ha forgiato corpo, cuore e anima. Con Yago imparerà ad amare in maniera nuova, capirà cosa vuol dire amare ed essere amati senza paure, senza timori, senza violenza, senza nascondersi. E lei, come il sole che fa capolino dopo giorni e giorni di pioggia e buio, tornerà a splendere, o forse comincerà a splendere per la prima volta nella sua vita.

«È incredibile l’effetto che mi fai, Sol».
La sua voce roca tradiva il desiderio che provava nei miei confronti. Anch’io trattenni il respiro. 
«Quando sono con te, è come se morissi, ma solo per rinascere a miglior vita».



Nonostante mi aspettassi ciò che è accaduto quando il passato è ripiombato nella vita della protagonista, ci sono state delle sorprese. In qualche modo l'autrice ha saputo regalare l'inaspettato anche a chi ci aveva visto lungo.
Se avete amato Esteban e la storia tormentata di questi due ragazzi non fermatevi al primo volume. Amélie ha ancora qualcosa da raccontarvi, Marisol vuole il suo lieto fine, il suo riscatto, la sua vittoria. Datele una possibilità, ci sono tante novità dietro l'angolo che ancora vi aspettano. 




LUCES Y SOMBRAS

#1, Esteban (luglio 2016) qui recensione
#2, Marisol (ottobre 2016) 




Nessun commento:

Posta un commento