lunedì 2 gennaio 2017

FLOWER, ELIZABETH CRAFT&SHEA OLSEN. Recensione in anteprima.


TITOLO: Flower

AUTORE: Elizabeth Craft, Shea Olsen

EDITORE: Newton Compton

PUBBLICAZIONE: 2 gennaio 2017

GENERE: Young adult

PAGINE: 384

PREZZO: € 4,99 ebook - 10,00 cartaceo
Più che un libro, un dono
Charlotte vive con la nonna ed è una ragazza con la testa a posto: bravissima a scuola, lavora in un negozio di fiori per pagarsi gli studi. È molto concentrata e non ammette distrazioni, non esce di sera e non accetta inviti dai ragazzi. È ossessionata dal pensiero della madre e della sorella che pensa abbiano sprecato le loro vite alla continua rincorsa dell’amore e del sesso. Charlotte ha promesso a se stessa che non farà la loro fine, non perderà di vista i propri obiettivi per colpa dei ragazzi, per questo studia con estrema dedizione con l’obiettivo di essere ammessa a Stanford. Fino a che, un giorno, nel negozio entra un cliente strano, ombroso ma gentile, un tipo affascinante ed esigente e, all’apparenza, molto ricco. Charlotte fa quell’ultima vendita e all’ora di chiusura torna a casa sicura di non rivederlo mai più… Ma la mattina dopo le viene recapitato un mazzo di fiori bellissimi e costosissimi e scopre che il misterioso cliente si chiama Tate ed è la più famosa pop star del pianeta… e anche se tutto ciò che rappresenta quel ragazzo è distante anni luce dalla vita di Charlotte, la scintilla è scoccata e ora sarà difficile tornare indietro…

«Un romanzo fresco, che parla di due ragazzi così diversi, ma che si getterebbero nel fuoco l’uno per l’altra.»





Una promessa fatta da adolescente a se stessa.
Avere una vita diversa da quella che hanno avuto sua madre, sua sorella e ancora prima sua nonna.
Esistenze fatte di rinunce e di debolezze, in cui i sentimenti e gli uomini sono sempre stati i padroni indiscussi.
Charlotte non vuole perpetrare i loro stessi errori, vuole essere libera di scegliere il proprio futuro, programmarlo e riuscire a fare tutto ciò che è necessario per crescere in modo indipendente e senza rimpianti.
Solo dopo che avrà ottenuto tutto ciò che si è prefissata, si concederà un pò di spensieratezza e amore.
Ma come spesso accade nella vita, i percorsi cambiano, i desideri si modificano e le scelte prendono diverse direzioni. 
Charlotte ha previsto come doveva andare il corso della sua vita, ma non aveva assolutamente programmato di innamorarsi.
Questa era la regola fondamentale da non trasgredire MAI, perchè l'amore e i sentimenti ti portano a sbagliare, a commettere sterzate impreviste, e la sua vita così decisa e ordinata non può e non doveva subire rallentamenti.

Charlotte ha 18 anni. Vive nei sobborghi di LA ed più che decisa a raggiungere il suo scopo: entrare a Stanford. 
Per farlo, si impegna oltre misura nello studio, frequenta ogni genere si corso e lavora in un piccolo negozio di fiori per essere economicamente indipendente.
Fin da piccola ha sempre vissuto con la nonna e la sorella. La madre è venuta a mancare quando Charlotte aveva dodici anni, ma ancora prima della sua dipartita era stata affidata alle cure della nonna, a causa della sregolatezza con cui la madre amava vivere.
Rimasta incinta molto giovane, non ha mai voluto rinunciare agli uomini, e la sua continua ricerca nell'amore l'ha portata all'autodistruzione.
Sembra proprio che le donne della loro famiglia siano destinate a ripetere in continuazione la stessa storia.
Giovani innamorate, incinte e abbandonate.
Ma Charlotte mai avrebbe permesso che questo accadesse anche a lei.



Il suo mondo programmato inizia però a vacillare quando una sera, entra nel negozio in cui lavora un ragazzo bellissimo. 
Il suo sguardo è fiero ma guardingo e quando tenta di approcciare Charlotte, rimane piacevolmente stupito del fatto che lei non sappia chi sia. 
Inizia così un corteggiamento serrato nei riguardi della ragazza, e anche se tutte le buone ragioni del mondo dicono a Charlotte di rimanere alla larga dal ragazzo, è irrimediabilmente attratta da lui, senza alcun senso logico.
Ed è così che decide, contro tutte le sue regole, di accettare un invito a cena, lasciando il buonsenso in un cassetto.
Purtroppo Charlotte ma non ha idea che proprio quella sera scoprirà che il ragazzo misterioso, non è altro che Tate Collins, la pop star più gettonata e famosa degli ultimi anni. 

Tate Collins a soli 19 anni è già una leggenda del rock.
Decine di dischi d'oro e premi di ogni tipo lo hanno eletto numero uno in tutte le classifiche del mondo.
Ma da un anno sembra completamente sparito dalle scene. 
Al top della sua carriera, Tate ha deciso di non calcare più nessun palcoscenico 
e i giornali scandalistici sembrano conoscerne i motivi.
Mille congetture e supposizioni aleggiano sulla sua storia, ma nessuno conosce veramente quali siano i motivi di questo ritiro. 


Dopo lo shock iniziale e dandosi della stupida per non aver riconosciuto la pop star, Charlotte si sente presa in giro e decide di non vederlo più, ma qualcosa di inarrestabile e indescrivibile è già successo nel suo cuore.
Potranno due persone così diverse intraprendere una storia d'amore? E Charlotte rinuncerà davvero alle regole che si è imposta e a quella promessa che ha fatto a se stessa tanto tempo prima?


Le sue braccia mi circondano mentre mi attira con decisione a sè; nemmeno un centimetro ci divide.Mi sfugge un gemito e prima che possa pensare, dire o fare qualcosa, lui preme la sua bocca sulla mia.I sensi mi travolgono.Un'esplosione infiamma le terminazioni nervose sulla superficie delicata delle mie labbra.Non assomiglia a niente di tutto quello che ho provato in passato, e a niente di tutto quello che ho sempre immaginato sarebbe stato il primo bacio.le sue labbra si muovono avide, delicate ma sicure.Prego di non rovinare tutto, solo l'istinto mi guida mentre la sua bocca si unisce alla mia ancora e ancora.

Quella che all'inizio può sembrare una storia quasi scontata, potrebbe rivelarsi incredibilmente diversa.
Devo essere sincera, non ero sicura che questo libro mi sarebbe piaciuto.
Quando una storia viene troppo acclamata e pubblicizzata, di solito, ne rimango delusa perchè le mie aspettative sono troppo alte e si sgonfiano inevitabilmente con l'avanzare del testo.
Beh... sono più che felice che non sia andata così questa volta.
La storia è coinvolgente e anche se in alcuni punti può risultare un po' lenta, ti porta ad un finale da cardiopalma e imprevedibile.


Se pensate di trovare in Tate il classico bad boy avrete di che ricredervi, perchè non è affatto così. 
Tate Collins è l'uomo dei sogni, intrappolato all'interno di un trascorso doloroso, che lo fa tornare sui suoi passi più e più volte.
Un ragazzo fragile, spaventato dal suo passato ma ancora più dal futuro.
E questa costante paura di far soffrire Charlotte, lo porta puntualmente a ferire se stesso e a negarsi qualcosa di memorabile.


"Ma ho bisogno di te, Charlotte. Mi sento di nuovo me stesso quando sono con te. Avevo anche ripreso a scrivere musica - ho già abbastanza materiale per un nuovo album.Avevo dimenticato perchè l'amavo.Ma stare insieme a te ... mi ha cambiato.Ho bisogno di averti nella mia vita.per ricordare che Casablanca non finisce bene.per mangiare insieme un sorbetto al lime e sapere che posso farti sorridere come nessun altro.Per ascoltarti parlare del tuo futuro, per vedere il mondo attraverso i tuoi occhi.Posso essere diverso, dammi solo la possibilità di dimostrartelo".

Il continuo tira e molla ed i vari ripensamenti nei confronti di Charlotte, vi porteranno quasi ad odiarlo, ma al tempo stesso lo capirete, comprendendo la sua fragile interezza.
E Charlotte? Lei è fantastica.
Una ragazza CON LE PALLE.
Una persona capace di rivedere le sue priorità, ma comunque decisa e risoluta.
Pronta ad essere ferita ma anche pragmatica e pronta a leccarsi le ferite e ad andare oltre.
Tutti abbiamo dei sogni nella vita e c'è chi riesce a realizzarli e chi no.
Ma è anche vero che i sogni cambiano crescendo. 
Più avanza l'età, più si diventa consapevoli di ciò che vorremmo, e Charlotte realizza grazie a Tate, che quei sogni che ha nutrito per tutta la vita, forse non sono i suoi. 
Che posso dirvi di più? 
Di leggerlo .. questo si :)








2 commenti:

  1. Ti dirò, non ho letto molte recensioni positive come questa.
    Molti dicono che questo libro sia stato molto deludente!
    Per questo sono molto curiosa di leggerlo e farmi una mia idea ;-)

    RispondiElimina
  2. Anch'io devo ammettere di aver letto molte recensioni negative, ma vorrei comunque avere l'opportunità di leggerlo per esprimere il mio pensiero, chissà magari mi piacerà :)

    RispondiElimina