martedì 29 novembre 2016

LE CRONACHE DELLA STIRPE NASCOSTA,ISABELLA VINCI. Blogtour, tappa intervista.

  HELLO ANGELS! SIAMO LIETI DI OSPITARE OGGI UNA DELLE TAPPE DEL BLOGTOUR DEDICATO AL LIBRO DI ISABELLA VINCI, LE CRONACHE DELLA STIRPE NASCOSTA, EDITO LETTERE ANIMATE. CONOSCIAMO MEGLIO L' AUTRICE LEGGENDO L'INTERVISTA CHE CI HA CONCESSO.



TITOLO: Le cronache della stirpe nascosta

AUTORE: Isabella Vinci

EDITORE: Lettere Animate

PAGINE: 248

PUBBLICAZIONE: 31 ottobre 2016

GENERE: Urban Fantasy

PREZZO: € 1,99 ebook cartaceo 15,00

Le creature che per millenni hanno vissuto segretamente a fianco agli uomini sono ora in pericolo. Perseguitati da un antico nemico, solo Levythan, padre di tutti i mostri, può nasconderli e proteggerli. Per questo Lyse lo libera dopo mille anni di prigionia, non prevedendo la potente attrazione che si scatena tra loro.
Nuovi nemici attendono la Stirpe Nascosta, ma anche nuovi alleati.
Nathan, ex agente della CIA, accetterà di aiutare Fenny, la Fenice, contro un culto segreto a caccia del potere soprannaturale. E sebbene Nico, l'Unicorno, odi profondamente gli umani, si fiderà di lui per ritrovare Tsukiko, la veggente che lo ha salvato dall'oblio.
La Stirpe Nascosta vaga ora tra gli umani sotto mentite spoglie.
Chi tra loro ha tradito i propri fratelli e chi invece li ha salvati?


INTERVISTA


1. Ciao Isabella, siamo felici di ospitarti in Book’s Angels. Raccontaci un po’ di te, chi è Isabella Vinci?

Una pazza schizzata che non ha mai accettato un'unica etichetta. Ovvero ho fatto del mio amore per i bambini il mio lavoro. Della mia passione per lo studio una partita a Trivial Pursuit. Del mio bisogno compulsivo di scrivere, un sogno nel cassetto che si sta piano piano realizzando.


2. Da quanto tempo scrivi?

Da quando ho imparato a scrivere e mettevo nero su bianco i miei pensieri, nei famigerati diari segreti. Li ho ancora e ogni tanto mi diverto a leggere i pensieri di una bimba, poi quelli di un'adolescente e così via. La mia prima vera storia l'ho scritta a quindici anni, senza mai riuscire a completarla.


3. Parlaci di Le cronache della stirpe nascosta. Da che cosa nasce? Cosa ti ha fornito l’impulso a scriverla?

Nasce da un sogno. Ho scritto la prima parte, poi un'amica mi ha detto “Perché non lo continui?”. Solo che altri personaggi avevano voglia di parlare e quindi il timone del narratore è passato a qualcun altro. E una volta che avevo permesso a uno di loro di “parlare” ormai ero fregata. Adesso vogliono tutti raccontare qualcosa e io sono solo l'intermediario.


4. Quando scrivi, quanta parte di te si riversa nei tuoi personaggi?

Diversi aspetti, sparpagliati qua e là. Per esempio la passione per la musica, o un modo di dire. In alcuni più che in altri si vedono dei tratti della mia personalità, tuttavia per la maggior parte i miei personaggi sono molto diversi da me. Hanno i loro interessi e il loro modo di vedere, che non sempre coincide con il mio.


5. Schematizziamo. Riassumi Le cronache della stirpe nascosta utilizzando cinque aggettivi.

Movimentato. Romantico. Magico. Introspettivo. Divertente.


6. Quali sono i tre elementi che pensi non possano e non debbano mancare in un romanzo?
Personaggi ben costruiti, soprattutto dal punto di vista psicologico, una trama interessante, stile non prolisso, con una narrazione che sia fluida.


7. Quando trovi il tempo per scrivere? É un’ attività a cui ti dedichi costantemente?
Avendo un lavoro a tempo pieno devo ritagliarmi degli spazi. Scrivo quando capita, dove capita, su qualunque materiale, che sia digitale e di carta. Cerco comunque di dedicarmici con costanza, perché l'esercizio continuo di certo mi aiuta a migliorare.


8. Perchè la scelta dell’ Urban Fantasy? Scriveresti o vorresti scrivere un romanzo appartenente a un genere diverso?

Perchè sono un'accanita lettrice del genere e lo amo alla follia, ma mi piace cimentarmi in altri stili. Ho pubblicato anche un libro per bambini ed è stato davvero divertente.


9. Secondo te quali sono i pro e contro di Self Publishing e pubblicazione tramite Casa Editrice.

Il self publishing permette di certo di entrare in contatto più rapidamente con i lettori, oltre che mettere in mano all'autore l'intero processo di pubblicazione, dandogli una certa libertà di scelta che altrimenti manca. È anche vero che non è molto considerato, soprattutto dalle librerie e dal settore editoria in generale, aspetti invece positivi del pubblicare con un Casa Editrice.


10. Isabella, Fenice o Unicorno?

Fenice per il carattere, Unicorno per i “superpoteri” mentali.


11. Prima di lasciarci, quali sono i tuoi progetti futuri?

Di certo il secondo della saga, così come almeno altri due libri per bambini. Poi ho in testa una serie chic lit e, a dirla tutta, anche un thriller. Mi manca solo il tempo!

SEGUITE LE ALTRE TAPPE





4 commenti:

  1. Mi è piaciuta tanto questa intervista. I cinque aggettivi utilizzati per descrivere questo libro hanno fatto sì che venissi attratta ancora di più nei suoi confronti. 😍
    Indirizzo e-mail: hotstorm403@gmail.com

    RispondiElimina
  2. anche io scrivevo da ragazzo il diario. assai sgrammaticati tra l'altro!
    luigi8421@yahoo.it
    Luigi Dinardo

    RispondiElimina
  3. Bella intervista scoprire qualcosa del autrice ti aiuta a saperne di più sul libro sullo stile
    Grazie delle opportunità
    dilorenzomarianna07@gmail.com

    RispondiElimina
  4. Bellissima intervista *-* non ho ancora letto il libro però sembra molto interessante xD la mia mail è angel4e_it@hotmail.it

    RispondiElimina