domenica 23 ottobre 2016

TRAVOLTI DAL SENTIMENTO, K. BROMBERG. Recensione.



TITOLO: Travolti dal sentimento

AUTORE: K. Bromberg

SERIE: Driven series #2

EDITORE: Fabbri editori

PAGINE: 400

PUBBLICAZIONE: 20 Ottobre 2016 

GENERE: Sport romance- erotic

PREZZO: € 16,90 cartaceo
Amare Colton è come guidare una Ferrari a fari spenti nella notte. E Rylee lo sa, nel profondo sente che lui non è l’uomo giusto: troppo famoso, troppo bello, troppo fuori controllo. Stargli accanto, infatti, significa vivere secondo folli regole e scendere a compromessi su questioni fondamentali come fedeltà e fiducia. Due parole che non sembrano proprio rientrare nel suo vocabolario. Eppure decide di abbandonarsi alla passione e a quei momenti di feroce desiderio che sono diventati la sua droga. Una droga che è stata persino capace di offuscare il ricordo del suo grande amore Max, scomparso tragicamente. Ma quando un giorno dice l’unica cosa che Colton non avrebbe mai voluto sentire, la rottura è inevitabile e il dolore che le provoca lancinante. A Rylee non resta allora che augurarsi di non incontrarlo mai più. Le loro strade, però, sono destinate a incrociarsi nuovamente...

Spiderman. Batman. Superman. Ironman.
Devo solo fare il bravo. Devo solo fare il bravo.”



OMG! Non so da dove e soprattutto come iniziare a scrivere questa recensione. Sapete già quanto mi sia piaciuto DRIVEN#1, ma credetemi se vi dico che questo secondo romanzo della serie è riuscito a superare il precedente. 

Mi sono sentita sopraffatta dalle emozioni, ogni frase, ogni singola parola mi è entrata sotto pelle. E’ un romanzo forte, e una volta iniziato, farete fatica a smettere di leggere. Quindi assicuratevi di avere tempo a disposizione.
Questa volta l’autrice ha calcato molto la mano sul versante  dell’introspezio dei personaggi. L’elemento drammatico è spinto al massimo, così com’è stato spinto al massimo il rapporto tra Colton e Rylee, fino a portarli al un punto di rottura. 
Sarà un continuo tira e molla. E’ evidente quanto siano innamorati l’uno dell’altra, ma non appena il passato si ripresenta, quel piccolo equilibrio che sembravano aver trovato, riporta Colton al punto di partenza,  lui si richiude in se stesso, allontanandola.
«Mi devi accettare per quello che sono, con i difetti e tutto il resto…» gli si incrina la voce, «oppure devi uscire dalla mia vita, cazzo… perché adesso questo è ciò che ti posso dare! Non sono capace di offrirti di più.»
“La guardo: dio, quanto è bella. Mi fa mancare l’aria. Le gambe nude che spuntano dalla mia T-shirt sgualcita, il trucco sbavato, i capelli arruffati e il segno del cuscino sulla guancia non intaccano minimamente il suo fascino. La fanno sembrare innocente, intoccabile. Non me la merito. Uno come me non può esserne degno. Ormai si è avvicinata troppo, più di quanto abbia mai permesso a qualcuno, e il pensiero mi sconvolge. Significherebbe confessare i segreti e rivelare il passato.

E significherebbe avere bisogno di lei. Avere bisogno degli altri provoca soltanto dolore. E abbandono. Eppure,adesso ho bisogno di Rylee.”

Soprattutto perché Rylee a differenza di Colton, è riuscita ad affrontare la perdita che ha subito e a condividere il dolore che ancora si porta dentro a distanza di due anni,  mentre lui non riesce a fare lo stesso. Ci prova con tutto se stesso, ma non ce la fa. Il suo orribile passato riesce ancora a terrorizzarlo. Per lui amare, equivale a soffrire, a provare dolore. 
Come dargli torto, se proprio la donna che avrebbe dovuto proteggerlo e amarlo di più al mondo, è stata colei che gli ha inflitto dolore  amuffandolo da affetto? Solo una donna altruista e comprensiva come Rylee, può riuscire a dimostrargli che può andare avanti, ma soprattutto che è DEGNO di essere felice.


Il prologo e i capitoli in cui Colton in prima persona racconterà del suo passato, sono paralizzanti, ti mozzano il respiro. Sono difficili da leggere, ma sono fondamentali per comprendere tutte le paure che lo tormentano. In quelle pagine ho sentito il dolore, la rabbia e la disperazione di Colton. Ho scoperto un uomo tremendamente fragile, che ha paura di provare un sentimento puro e semplice come quello dell’AMORE. Ma per lui questa volta fuggire dai sentimenti e di conseguenza da Rylee, non servirà a nulla.
Il suo è un personaggio meraviglioso, ma Rylee non sarà da meno. In questo secondo volume l’ho trovata ancora più determinata che nel precedente. S’impegnerà anima e corpo per riuscire a conquistare la sua fiducia. 


La Bromberg è un’autrice eccellente, è riuscita a rendere reali e assolutamente credibili due personaggi complessi come quelli di Colton e Rylee. Per non parlare della sua spiccata abilità, nel mantenere il pathos costante per tutta la durata della lettura. 
I capitoli finali, sono intensi e carichi di tensione. Li ho letti trattenendo il respiro, centellinando ogni parola. Purtroppo, anche questa volta ci sarà un grossissimo colpo di scena, e vi confesso che ho urlato per la disperazione. MAI UNA GIOIA!!!
Non ci resta che attendere il 3 Novembre, per poter leggere il capitolo finale di questa meravigliosa serie.









Nessun commento:

Posta un commento