mercoledì 5 ottobre 2016

STRAPAZZAMI & TIENIMI CON TE, ANNA ZAIRES. Recensione.



TITOLO: Tienimi con te

AUTORE: Anna Zaires

SERIE: Strapazzami #2

EDITORE: Mozaika Publications

PAGINE: 398

PUBBLICAZIONE: 28 settembre 2016 

GENERE: Dark romance

PREZZO: € 4,99 ebook

Rapita a diciotto anni. Tenuta prigioniera per 15 mesi. 

Sembra uno di quei titoli in prima pagina. E sì, l’ho fatto. L’ho rapita. Nora, con i suoi lunghi capelli scuri e la pelle soffice come la seta. È la mia debolezza, la mia ossessione. 

Non sono un uomo buono. Non ho mai finto di esserlo. Potrà anche amarmi, ma non potrà mai cambiarmi. 

Io, però, posso cambiare lei. 

Mi chiamo Julian Esguerra, e Nora sarà mia per sempre. 

*** Tienimi con Te è il seguito di Strapazzami, raccontato dal punto di vista di Nora & Julian.***

STRAPAZZAMI




TITOLO: Strapazzami

AUTORE: Anna Zaires

SERIE: Strapazzami #1

EDITORE: Mozaika Publications

PAGINE: 340

PUBBLICAZIONE: 16 aprile 2016 

GENERE: Dark romance

PREZZO: € 3,99 ebook

Rapita. Portata su un’isola privata.

Non avrei mai immaginato che potesse succedermi questo. Non avrei mai immaginato che un incontro casuale alla vigilia del mio diciottesimo compleanno avrebbe potuto cambiarmi la vita in questo modo.

Ora appartengo a lui. A Julian. A un uomo che è così spietato quanto bello—un uomo il cui tocco mi fa bruciare. Un uomo la cui tenerezza trovo più devastante della sua crudeltà.

Il mio rapitore è un enigma. Non so chi sia, né perché mi abbia presa. C’è un’oscurità in lui—un’oscurità che mi spaventa anche se mi attira.

Mi chiamo Nora Leston e questa è la mia storia.





*SPOILER ALERT* se non avete letto il primo capitolo della serie non proseguire nella lettura

SINDROME DI STOCCOLMA. Quante volte ne abbiamo sentito parlare?
Per chi ancora non ne conoscesse il significato, non è altro che il coinvolgimento emotivo che lega una persona maltrattata al suo carnefice.
Una persona si può innamorare del suo rapitore? Eppure succede più spesso di quanto si potrebbe credere.
Nora è una studentessa, il giorno del suo diciottesimo compleanno decide di andare a festeggiare in un pub con la sua amica d'infanzia Leah, e qui incontrerà l'uomo che diventerà tutto per lei: il suo rapitore, il suo carnefice, il suo padrone, il suo amante, Julian Esguerra.
Un incrocio di sguardi e un leggero sfiorarsi incatenano Nora a lui profondamente.
Da subito sente un contatto a dir poco viscerale con quell'uomo, che oltre ad essere bellissimo è oscuro e terrificante. 
Nora ne rimane stregata e spaventata al tempo stesso, e dopo solo poche parole scambiate, decide di scappare a gambe levate per le sensazioni che le ha scatenato nel suo intimo.
Attrazione. 
Una cosa che Nora non ha mai provato, non così prepotentemente, almeno. 
Quell'uomo con i suoi occhi ha saputo scavarle dentro e quella sensazione le rimane addosso per giorni e giorni.
Non crede possibile che lo rivedrà mai più, invece il giorno del suo diploma è li, in mezzo a quella folla di studenti e parenti, e tutte le emozioni di quella sera si scatenano nuovamente lasciandola senza fiato.
Ma non crede che sia li per lei, quindi cerca di non pensarci più del dovuto.
Nora è una ragazza semplice, figlia unica e con due genitori amorevoli.
Ha una cotta per il quarterback del suo liceo, da sempre, ma non ha mai osato farsi avanti, intimorita dal fatto che è ragazzo più bello della scuola, sempre contornato da uno stuolo di ragazze bellissime.
Ma una sera ad una festa a casa dello stesso ragazzo, decide di farsi notare e Jake la invita a cena fuori.
Quell'appuntamento si rivelerà l'inizio del suo crudele destino e della sua nuova vita.
Mentre con Jake si scambiano un bacio nel parco, il ragazzo viene messo KO da un uomo, e Nora drogata e portata via. Si risveglierà il giorno dopo in un casa lontana mille miglia dalla sua, in mezzo al nulla se non il mare aperto.


Julian Esguerra è un uomo giovane ma potente, ed è il più importante trafficante d'armi della Colombia.
Il suo passato è segnato da un padre padrone, che gli ha insegnato già in tenera età, ad essere spietato, duro e inaccessibile ai sentimenti.
Juan Esguerra era il più grande signore della droga, fino a quando lui e la moglie non sono rimasti vittime di un attentato. All'epoca Julian non era che un ragazzino, rimasto solo a capo di un impero.
Julian ha sempre e solo conosciuto la crudeltà, ha imparato a vincere ogni sua paura, e a non provare nessun tipo di coinvolgimento con le persone, perchè con l'esperienza ha capito che ogni volta che ha voluto bene a qualcuno, le è stato portato via nella maniera più brutale.
A 12 anni ha vissuto un'esperienza che quasi lo ha fatto impazzire dalla rabbia e dall'odio, diventando così l'uomo che è oggi.
Quando Julian vede Nora in quel pub, crede di rivedere in quegli occhi una persona che è stata molto importante per lui, e non riesce più a staccare la sua mente da lei.
Considerando più che normale AVERE ogni cosa che desidera, decide di VOLERE Nora, e non ha nessuna incertezza su questo.
Il suo sguardo, il suo esile corpo e le sensazioni che ha provato sfiorandola, scatenano in lui un ossessivo senso di possesso che non sa spiegare.
Mai nella sua vita ha voluto una donna come vuole lei.
E lui sa come ottenerla.

Avevo bisogno che fossi mia, Nora. Quando ti ho toccata quel giorno, quando ho sentito la morbidezza della tua pelle, ho desiderato così tanto prenderti, toglierti quei vestiti stretti che indossavi e scoparti fino a perdere i sensi, sul pavimento di quel locale. E volevo farti male... nel modo in cui a volte mi piace far male alle donne, nel modo in cui mi chiedono di far loro del male. Volevo sentirti urlare dal dolore e dal piacere.


Nora è sconvolta da tutto questo.
All'inizio la sua "prigionia" la fa stare male, ma ben presto e con il passare del tempo, Julian diventa come l'aria che respira.
Lui è intenso, dominante e... un mostro, e non capisce come pur sentendosi sempre spaventata da quell'uomo, diventi anche la sua ancora.
Le farà scoprire come la sua mente e il suo corpo possono sopportare il dolore in egual misura al piacere, e ben presto bramerà lei stessa quelle attenzioni e quel dolore che sfoceranno in un piacere così immenso da non poterne più fare a meno. 



Julian però ha molti nemici, tra cui famosi terroristi.
Majid è  il capo di Al-Quadar, un' associazione terroristica che pur di mettere le mani sulle armi che produce, sarebbe pronta a tutto.
Fino ad ora però Julian non ha mai avuto punti deboli, nessuna falla nella sua organizzazione, non prima che arrivasse Nora nella sua vita, ovviamente.
E Majid non aspettava altro che una cosa come questa per avere finalmente un punto debole su cui fare leva.
Majid riuscirà a mettere le mani su Nora. Rapita insieme alla sua "amica" e "guardiana" Beth, una donna che nonostante l' apparente durezza è riuscita a diventare qualcosa di più per Nora, obbligate dalla convivenza forzata su quell'isola solitaria.
Julian riuscirà a salvare Nora, ma rimarrà vittima  di quel salvataggio, e tutti lo penseranno morto.
Passano i mesi e Nora quasi non riesce a vivere, in preda alla più totale disperazione per aver perso l'uomo che scopre di amare più di se stessa.
Il ritorno alla sua vita sarà una costrizione e la mancanza di Julian aumenterà ogni giorno sempre di più.
Nora si rende conto che tutto ciò è folle.
Come si può amare l'uomo che ti ha rapita e seviziata?
Quell'uomo che un attimo sembrava l'uomo più dolce del mondo e l'attimo dopo una bestia feroce?
Come ti possono mancare frustate e lividi, anche se tutto quel dolore sfociava nel piacere più estremo?
La mente di Nora è talmente soggiogata ormai che pur rendendosi conto che è da persona "malata" provare quelle sensazioni, lei le vuole, le brama e soprattutto vuole tutto questo da LUI e solo da LUI.

Ogni giorno che passa, perdo una piccola parte della mia anima, e il mio bisogno di lui cresce, anzichè diminuire col tempo.


Julian tornerà a riprendersela.
Dopo essere rimasto ferito e in coma per un certo tempo, appena si riprenderà, il suo unico pensiero sarà Lei.
E lei questa volta sarà più che felice di seguirlo di sua spontanea volontà.
Andranno a vivere in Colombia nella casa paterna di lui, una sorta di fortezza, una piccola comunità all'interno di quelle mura, dove vivono famiglie devote agli Esguerra e dove vive l'esercito di Julian.
Le loro vite cambieranno radicalmente, ma mentre i sentimenti di Nora sono ormai chiari come il sole, Julian è sicuro di non poter provare vero amore per quella donna, ma solo un insaziabile ossessione e possesso.
La farà sua in ogni modo possibile ma nonostante tutto non sembra mai abbastanza.
Oltre a fargli sperimentare ogni cosa possibile in camera da letto, Julian le installerà perfino dei localizzatori sotto pelle per poter sempre sapere dove trovarla.
In una spedizione per colpire il cuore di Al-Quadar, l'aereo di Julian viene abbattuto da un missile russo, e lui e i suoi uomini rimarranno vittima di questo incidente.
Fuori da ogni previsione lui e pochi suoi uomini sopravvivono, ma questa gioia viene subito spenta dall'arrivo di Majid, che porta via Julian e lo fa suo prigioniero.
Sarà la piccola e indifesa Nora, con i suoi localizzatori, a tendere una trappola ad Al-Quadar.
Inutile dire che avrei dato delle gran testate al muro quando sono arrivata alla fine del secondo libro e ho capito che ce n'era un terzo.
Ma una cosa positiva di questa trilogia è che ogni libro ha il suo finale, quindi non rimarrete appese ad un filo spinato ahahahahah...
Ma le cose da scoprire sono ancora tantissime e non vedo l'ora di leggere la fine di questa trilogia.


Strappazzami e Tienimi con te sono una storia intensa.
Nonostante il tema che per molti può apparire poco ortodosso (NON LEGGETE DARK SE NON VI PIACCIONO QUESTE STORIE FORTI), è stato un susseguirsi continuo di colpi di scena.
Ogni pagina ti fa rimanere incollata al libro, con la curiosità di saperne di più, per capire dove la mente contorta di questo uomo bellissimo ma problematico, si può spingere.
Nonostante sia chiaro che il suo comportante ossessivo è malato, è anche devastante scoprire i motivi che sottostanno a questa modalità di agire.
E soprattutto rendiamoci conto che queste storie accadono veramente. Il libro è crudo ma la vita reale non è peggio?
Questo è solo un assaggio di quello che tanti bambini provano sulla loro pelle nell'infanzia.
Julian a soli 4 anni, veniva preso a pugni dal padre perchè doveva imparare ad essere forte.
A 5 anni, quando il padre scopre che aveva paura dei ragni, l'ha mandato nella foresta a piedi nudi e cercarli, perchè doveva vincere le sue paure...
A 8 anni ha PRETESO che uccidesse davanti a lui un uomo qualunque, solo per fargli capire che quella era la sua strada. 
Nonostante tutto questo Julian riesce a provare ancora amore per Nora, anche se non lo capisce , perchè per lui certi sentimenti sono sconosciuti.
Sentire il rimbombo del suo cuore mentre la fa sua, non riuscire a distogliere lo sguardo dai suoi occhi, rimanere accecato dalla follia ogni volta che qualcuno tenta di torcergli un capello, lui crede che sia ossessione dettata dalla sua "malattia"... e soprattutto ritiene IMPOSSIBILE il fatto che una donna come Nora possa amarlo. Un uomo che le ha fatto del male, l'uomo che l'ha rapita. Ogni volta che Nora glielo dice, il suo cuore accelera, le sue pulsazioni impazziscono e la sua bramosia lo acceca.
"Ti amo". La mia voce si sente appena e ogni parola sembra essermi strappata dall'anima."Non ti odio, Julian... Non posso... Non posso perchè ti amo".Vedo le sue pupille dilararsi, rendendo i suoi occhi più scuri. Il suo cazzo si gonfia in me, diventando più spesso e gonfio fi prima, e poi tira fuori e spinge di nuovo dentro, facendomi ansimare dalla ferocia del suo possesso."Ripetilo" geme, e io ripeto quello che ho detto. Stavolta le parole escono più facilmente. Non ho più motivo di nascondere la verità, non ho più motivo di mentire.Sono innamorata cotta del mio sadico rapitore e nulla al mondo può cambiare questo fatto."Ti amo" sussurro, muovendo la mano per accarezzargli la guancia. "Ti amo, Julian".I suoi occhi diventano ancora più scuri e poi piega la testa, consumandomi la bocca in un profondo bacio appassionato.

Ho provato sia rabbia che tenerezza verso quest'uomo così complicato. 
Non si può accettare il fatto che sia brutale con lei, ma al tempo stesso è facile capire i motivi che lo hanno portato ad essere quello che è.
Ragazze, se vi piace il genere dark, non potete non leggere questi libri, ve ne innamorerete.







Nessun commento:

Posta un commento