lunedì 5 settembre 2016

CRYSTAL SERIES #5. MAI DIRE EX, SONIA GIMOR. Recensione.


TITOLO: Mai dire ex

AUTORE: Sonia Gimor

SERIE: Crystal #5

EDITORE: Self Publishing

PUBBLICAZIONE: settembre 2016 

GENERE: Contemporary Romance
Quanto può essere piccolo il mondo, se la tua ex rientra improvvisamente nella tua vita?
Cosa può accadere se i sentimenti del passato, irrompono prepotentemente nel presente?
Alessandro è appena tornato da un anno all’estero, e non vede l’ora di riprendere in mano la sua vita, deciso a non ricadere nel doloroso tranello dell’amore.
Gemma, ex di Alessandro, negli ultimi mesi ha conosciuto Simone, e sono diventati una coppia.
Ma chi è Simone?

In un intreccio di tentazioni, segreti e tradimenti, i nostri protagonisti dovranno riuscire a capire cosa sono disposti a perdere, per raggiungere ciò che più desiderano: l’amore.


Una sinossi che mi ha molto incuriosita, una storia semplice nonostante la complessità della situazione, due protagonisti innamorati - anzi tre - un amore che resiste al tempo e alla distanza. Insomma gli ingredienti per una piacevole lettura ci sono tutti. God save Renatone Nazionale e il suo triangolo!


Gemma, Alessandro e Simone: lei è era la fidanzata del primo e ora è la fidanzata del secondo, ma nessuno dei tre sospetta nulla perchè Alessandro si è allontanato dall'Italia e Simone non aveva mai conosciuto la famosa ex dell'amico. Insomma è una catena: lei conosce lui e lui conosce l'altro lui, ma Simone non immagina nemmeno cosa innescherà far conoscere la propria ragazza agli amici... l'uragano Katrina in confronto è una cosuccia! Madre de dios


Complici amici che reggono il gioco, due famiglie che amavano l'ex dei figli e un sentimento sopito che si risveglia dal letargo, Gemma e Alessandro dovranno cercare di capire gli errori commessi in passato, dovranno conoscersi e innamorarsi per la seconda volta, stando attenti a non farsi beccare. No, non sono due sprovveduti e nemmeno due insensibili perchè, per quanto tergiversino, la motivazione è nobile e comprensibile: salvaguardare il ragazzo di lei e il migliore amico di lui. Ma le buone azioni e le bugie bianche non sempre sortiscono l'effetto sperato... a volte è necessario avere il coraggio di dire "Basta"! Riusciranno a trovare un punto d'incontro o tireranno troppo la corda? Sono ancora in tempo per salvare il loro amore o è troppo tardi?


Sonia Gimor scrive bene e narra in modo fluido, semplice e chiaro. La crescita di quest'autrice è palpabile, rispetto al primo romanzo della Serie Crystal è molto migliorata, soprattutto per quanto riguarda l'aspetto formale. Sembra quasi che scrivere sia una pratica naturale, sembra che Sonia non fatichi a mettere nero su bianco ciò che vuole trasmettere, il messaggio è chiaro e la lettura ne giova. Questa è una vera e propria fortuna, perchè non sempre usare un tipo di linguaggio forbito ed estremamente complesso rende un testo degno di nota, a volte la limpidezza è la migliore delle scelte possibili. Sono sempre disarmata quando leggo i suo romanzi perchè li trovo simili a una sorgente di acqua fresca, un'oasi rigenerante che riscalda il cuore e acquieta l'anima.


Trama e contenuto, invece, mi hanno lasciata un po' interdetta: da una persona con queste capacità e queste doti naturali mi aspetto una struttura complessa, stratificata, ben articolata, e in questo caso penso che non sia stato fatto tutto il possibile per rendere la storia totalmente accattivante. Manca il movimento: tutto il romanzo è incentrato sulla psicologia e sui sentimenti dei due protagonisti. Questo sicuramente implica una facile immedesimazione da parte del lettore e una conoscenza profonda dell'animo dei personaggi, ma rischia di risultare sterile, scollegato dal contesto esterno, dal contorno. Per spiegarla in modo semplice è come se i due protagonisti fossero chiusi in una stanza, solo loro due e poche altre comparse. L'intreccio quindi tende ad appiattirsi, cosa che non avveniva nei precedenti romanzi, soprattutto nella duologia di inizio serie. 

Come sempre consiglio i romanzi di Sonia Gimor, tutti, nessuno escluso. 





Nessun commento:

Posta un commento