giovedì 4 agosto 2016

FALLING STARS #2. TUTTO L'AMORE CHE MERITI, VALERIA LEONE. Recensione.


TITOLO: Tutto l'amore che meriti

AUTORE: Valeria Leone

SERIE: Falling Stars #2 (autoconclusivo)

EDITORE: Self Publishing

PUBBLICAZIONE: 29 giugno 2016 

GENERE: Contemporary Romance

PREZZO: € 2,99
Sono trascorsi alcuni anni dagli eventi che hanno sconvolto le loro vite. Cosa ne è stato di Sara, Marcello, Cassandra, Mario, Beatrice, i ragazzi di “Come una stella cadente”? 

Non tutte le stelle sono destinate a cadere.

“Meriti tutto l'amore del mondo”, questo continuano a ripeterle tutti. Ma Sara non ci ha mai creduto. 
Lei è la figlia sbagliata, la sorella sbagliata, una virgola alla fine di una frase che dovrebbe terminare con il punto. 
Non si è mai sentita voluta e amata fino in fondo e ciò le impedisce di lasciarsi andare ai sentimenti. Per questo si butta con naturalezza nella storia senza coinvolgimenti con il bellissimo e carismatico Sergio: lusso, divertimento e, soprattutto, zero impegno. Sergio, spregiudicato manager di successo, la catapulta in un mondo patinato e lei si lascia trasportare da un'attrazione fisica innegabile. 
Marcello ha vagabondato per anni in giro per l'Europa, tra Londra e i quartieri degli squatter parigini, dedicandosi esclusivamente alla sua arte e a cercare se stesso. L'incontro con Sara e una nottata trascorsa insieme per le strade di Perugia sovvertiranno tutte le sue convinzioni donandogli una nuova ispirazione e il coraggio di credere nel suo talento. Dopo quella notte anche per Sara nulla sarà come prima, ma come fare per ritrovare Marcello che sembra sparito nel nulla? Ci penserà il destino a rimetterlo sulla sua strada, ma una serie di malintesi li allontanerà nuovamente. 
Mentre la carriera artistica di Marcello decolla, portandolo nella lontana New York, Sara decide di bastare a se stessa e di condurre una vita tranquilla lontana dai pericoli dell'amore. Ma non sarà così semplice. 
Un volo per New York, una incredibile scoperta, il serrato e spregiudicato corteggiamento di Sergio, una serie di equivoci e di scelte sbagliate: tutto congiura per confondere Sara e trascinarla in un vortice che la strapperà dalla sua vita noiosa e abitudinaria. Riuscirà Sergio a convincerla che non c'è niente di male a lasciarsi andare alla leggerezza? O sarà invece il misterioso, impulsivo e introverso Marcello a strapparla dalle sue paure e ad abbattere il muro che ha costruito attorno al suo cuore? 

Tra borghi antichi, serate glamour, viaggi in barca, bagni nel mare di Positano, antichi casali, amici affettuosi e stravaganti e voli improvvisi a New York, Sara capirà che in fondo anche lei ha il diritto di prendersi tutto l'amore che merita.


Due sorelle che si conoscono da adulte e condividono quel poco tempo che la leucemia decide loro di donare. Sara ha una sorella, o meglio aveva, perché Laura è morta, dopo così poco tempo, troppo poco. Sara è la figlia "sbagliata", quella che non è stata riconosciuta, quella che il padre non ha voluto. Sara è una donna che vive lasciando scorrere gli eventi, va avanti ma non interagisce davvero col mondo. Sara non sa come amare, non sa cosa sia davvero l'amore perchè ne ha sempre ricevuto poco, e quando ha avuto l'occasione per cambiare le carte in tavola la vita le ha voltato le spalle.
Quando per lavoro è costretta a trasferirsi a Perugia, in albergo incontra Marcello, un uomo bellissimo con il quale scatta subito la scintilla. L'attrazione tra i due è palpabile, è nell'aria, e ben presto si ritroveranno a cena insieme, tesi e vogliosi di scoprirsi. Marcello è spiazzato da Sara, dal suo carattere posato e al contempo conturbante, e ha paura di una donna così diversa da quelle con cui è abituato a divertirsi. La serata che trascorrono insieme rimane indelebile nelle loro menti e nei loro cuori, stravolge i loro destini, mette in crisi le loro convinzioni.
Quel breve sfiorarsi di mani provoca in Sara una strana sensazione. Dopo aver sentito il contatto della sua pelle con quella di Marcello, scopre suo malgrado di volerne ancora, più di qualche centimetro. Si vergogna quasi di provare un desiderio di contatto così prepotente, mai provato in altre occasioni.

Poi arriva Sergio, l'uomo del passato. Sara e Sergio si sono frequentati saltuariamente, senza impegno, per svariato tempo, d'altronde l'innegabile fascino dell'uomo è difficile da ignorare. Ma il loro è un rapporto privo di sentimentalismo, è qualcosa che li fa stare bene, che aiuta Sara dopo la perdita della sorella e sollazza Sergio. Lui è l'uomo perfetto: bello, ricco, carismatico. Ma manca qualcosa, c'è affetto e attrazione, nulla di più, o almeno così dicono...
“Parti con me”, disse contro le mie labbra unendo le gocce che gli imperlavano il viso a quelle che erano sul mio. Sentii il suo corpo perfetto e muscoloso aderire completamente al mio. La sua voce cominciava ad incrinarsi mentre insinuava la mano sotto la mia biancheria. Sentii un brivido di eccitazione percorrermi la schiena quando raggiunse la mia zona più segreta.“Per dove?”, sussurrai.“Per il paradiso”, rispose con un piccolo gemito quando le sue anche furono tutt’uno con le mie. Mi aggrappai alle sue spalle larghe cingendo con le gambe la sua vita snella e lasciandomi guidare dalla spinta dell'acqua in un movimento ritmico perfetto.
Sergio e Marcello non potrebbero essere più diversi, quasi all'opposto: decidere non sarà facile, ma il cuore di Sara sa bene chi scegliere, deve solo fare chiarezza dentro sé e, finalmente, prendere in mano la propria vita. Un triangolo interessante...



Una storia che avrei apprezzato leggere totalmente narrata in prima persona, con POV tripli alternati. La terza persona, alternata alla prima, mi ha destabilizzata e a tratti confusa, non coinvolgendomi - e non convincendomi - al cento per cento. I flashback, uniti al cambio repentino di narratore, spesso destabilizzano, ma li ho trovati necessari e propedeutici allo scioglimento della trama. Io amo i flashback!
Le ampie descrizioni sono un tratto distintivo dell'autrice che sa dosare bene ogni dettaglio, senza ammorbare troppo il lettore ma facendolo entrare nella scena. I dialoghi talvolta appaiono un po' troppo semplici, quasi meccanici, come se ci fosse altro da dire ma non fosse stato scritto. 
Nonostante le imprecisioni e le diverse pecche strutturali (consiglio una revisione), devo ammettere che questa storia mi ha coinvolta e non vedevo l'ora di arrivare alla fine per sapere... shhh! I pilastri ci sono tutti, la materia prima è grezza ma c'è, è solo da sistemare e collocare al posto giusto. Chi mi conosce sa che sono molto esigente, soprattutto quando intravedo quel QUID in più: sono molto curiosa di leggere la prossima fatica di Valeria Leone, un'autrice da tenere d'occhio.










FALLING STARS SERIES


#1, Come una stella cadente

#2, Tutto l'amore che meriti

Nessun commento:

Posta un commento