mercoledì 3 agosto 2016

CIAK E... AMORE, ILENIA BERNARDINI. Recensione.


TITOLO: Ciak e... Amore

AUTORE: Ilenia Bernardini

EDITORE: Self Publishing

PAGINE: 212

PUBBLICAZIONE: 16 luglio 2016 

GENERE: Contemporary Romance

PREZZO: € 0,99 ebook; € 6,50 cartaceo
Blair Monroe è una ragazza semplice, dedita al suo lavoro come sceneggiatrice, ma spesso si dimentica che potrebbe avere anche lei una vita, come i personaggi che crea per le serie tv. Chuck Sinclair è il classico uomo di successo, bello, arrogante e sicuro di sé; è lo scrittore di gialli più in voga del momento, per questo motivo è abituato a stuoli di donne ai suoi piedi, e soprattutto è difficile che abbia un No come risposta. 
Le loro vite s’incontreranno nell'ufficio di Mr. Jones, il produttore televisivo. Pronti ad odiarsi e a farsi la guerra, saranno costretti a lavorare insieme, per perfezionare l'ultima sceneggiatura di Blair. 

Sarà una lotta senza esclusione di colpi, dove anche il cuore e la testa dovranno lottare tra di loro. La posta in gioco è molto alta, e Blair non vuole ricadere negli errori commessi in passato. Per Chuck varrà la pena di lasciarsi andare? E cosa succede se, proprio mentre Chuck sembra riuscire ad abbattere quei muri che lei alza, si intromettesse Seth, un uomo affascinante e raffinato? 
Chi riuscirà a fare breccia nel cuore di Blair? Quando cuore e testa riusciranno a guardare nella stessa direzione, sarà troppo tardi? 


Blair Monroe e Chuck Sinclar sono uno l’opposto dell’altro, ma al contempo hanno qualcosa in comune. Lei è una sceneggiatrice televisiva, una vera principessa selvaggia con i capelli rossi e due smeraldi al posto degli occhi. Lui è uno scrittore giallista, ha due occhi che leggono l’anima, lo sguardo da "posso avere chiunque" e un fisico perfetto. Il caso vuole che il produttore, Mr. Jones, chiami Chuck a revisionare la sceneggiatura del telefilm ideato da Blair e Serena, sua amica regista.
Prendo la sedia e mi avvicino, mentre Mr. Jones parla con il mio incubo “Lei è la nostra Blair Monroe, la sceneggiatrice di alcuni nostri successi; ma bando alle ciance, siamo qua per parlare di affari. Blair, come dicevo a Serena poco fa, la sceneggiatura è ottima, mentre per quanto riguarda le indagini beh, sono un mezzo disastro. Come nel manoscritto precedente, manca l’elemento di pathos, qualcosa che attiri lo spettatore maschile, e ho avuto un’idea brillante. Ho invitato il sig. Sinclair a questo appuntamento per proporgli una collaborazione: voglio vedervi lavorare insieme! Lui può aiutare a riscrivere la parte investigativa, sempre sotto la sua supervisione. Il format funziona, ma noi puntiamo sempre alla vetta. Che dite?”

Sono senza parole.
Già al primo sguardo, anzi meglio dire radiografia, sono subito scintille. Neanche si conoscono ed esplodono fuochi d’artificio, ma a pelle non si sopportano. Testardi e determinati ad avere la meglio sull’altro, si fanno la guerra a suon di battute al vetriolo, scherzi e ripicche. Finché una convivenza forzata nella villa di Mr. Jones cambia le carte in gioco... 
Isolati, finalmente, la passione tra i due dirompe ma essendo due persone ferite - soprattutto Blair - non vogliono trasformarla in qualcosa di diverso da un passatempo. Nonostante si rendano conto di essere molto più simili di quello che credono e che oltre al bel aspetto c’è molto di più, nessuno dei due riesce a fare il primo passo. 
A mettere i bastoni tra le ruote a Chuck ci penserà Seth, figlio di Mr. Jones. Da subito è palese l’interesse che prova per Blair e lei, da donna molto insicura, non sa chi scegliere. Sarà Chuck a decidere le sorti con il suo aut aut, “Me o lui”, ma il destino prontamente ci metterà del suo


Che dire… Leggetelo e non ve ne pentirete!! 
Ho apprezzato molto questa lettura, lo stile ironico la rende leggera e giocosa, con un giusto pizzico di passione e romanticismo ben mescolato ai momenti drammatici. Ci troviamo di fronte a una scrittura giovanile che, nonostante qualche piccola ripetizione di troppo, non risulta pesante, è veloce e mai noiosa. 
E lui? Seduto comodamente con una caviglia sul ginocchio dell’altra gamba, ha un sorrisino beffardo. Sto per parlare quando Mr. Jones gli chiede se allora accetta. Inizio a pregare tutti i santi, spero che rifiuti, ma è un uomo, figuriamoci se mi dà una soddisfazione! “Mr. Jones accetto con piacere! Ma basta formalismi, mi dia pure del tu, mi chiami Chuck!”

Mi alzo in piedi di scatto e inizio a balbettare “No no, fa-fatemi capire. È uno scherzo vero?! Si chiama Chuck, siamo su candid camera?! Dobbiamo scrivere un telefilm o fare un revival di Gossip Girl?!”. Non poteva andare peggio di così!
“Chuck, non è ancora mezzanotte, quindi sei ancora il mio schiavetto. Reclamo quindi i tuoi servizi. Ho un mal di collo pazzesco, non è che mi faresti un piccolo massaggio? Ti prego!” 
Il POV alternato rimane il mio preferito, scoprire passo dopo passo le sensazioni dei due ragazzi è molto divertente. Blair (nonostante l'avrei presa volentieri a testate) non è solo bella ma è anche intelligente, decisa, e ha un caratterino da vera combattente, tanto da riuscire a tener testa a un Chuck arrogante e impossibile. Blair scoprirà che l’uomo è anche molto dolce e attento con le “sue donne”, sua sorella e le tre nipotine (soprattutto le nipotine che lo tengono letteralmente per le palle!!!). Seth invece compare poco, giusto per scombussolare la situazione. Di lui si sa poco: è sicuro di sé e sa ciò che vuole, ma per me è troppo scontato.  


Anche i personaggi che girano intorno ai due ragazzi sono azzeccati, forse solo poco valorizzati, le scene sono solo accennate. Tutto ciò mi fa sperare in future storie dedicate a loro, e per storie intendo che voglio altri tre romanzi, giusto per non escludere nessuno! Quindi… Ilenia avvisa tuo marito che sarai molto occupata nei prossimi mesi! 
Complimenti e continua così.

Ps. Ilenia se per caso vuoi far conoscere anche a me Gerard Butler e Chris Hemsworth non ti far problemi… dimmi dove e quando, e sarò lì prima di ieri!!!  


Stefania




Nessun commento:

Posta un commento