lunedì 4 luglio 2016

THE IVY CHRONICLES SERIES #1. L'INIZIO DEL GIOCO, SOPHIE JORDAN. Recensione.


TITOLO: L'inizio del gioco

AUTORE: Sophie Jordan

SERIE: The Ivy Chronicles #1

EDITORE: Newton Compton Editori

PAGINE: 242

PUBBLICAZIONE: 5 luglio 2016 

GENERE: New Adult

PREZZO: € 4,99

LINK AMAZON: http://amzn.to/29eKrOR

Non sempre ciò che abbiamo sempre desiderato è anche ciò di cui abbiamo bisogno…

Fin da quando riesce a ricordare, Pepper è innamorata del fratello della sua migliore amica. Hunter è l’uomo perfetto, la chiave per ottenere tutto ciò che lei ha sempre desiderato: sicurezza, stabilità, una famiglia. Ma se vuole realizzare i suoi sogni, Pepper deve fare in modo che Hunter si accorga di lei, che smetta di vederla solo come “l’amica di sua sorella” e che inizi a considerarla una vera donna. Certo lei non può contare su una grande esperienza in fatto di uomini, ma ha intenzione di rimediare passando da principiante a esperta del sesso con l’aiuto di qualcuno che sa il fatto suo. E le sue compagne di università sembrano avere il candidato ideale. Solo che il barman Reece non è affatto come Pepper se l’aspettava. È fantastico, d’accordo, ma è anche pericoloso, profondo, con un passato tormentato. Presto le “lezioni di seduzione” iniziano a sconvolgere le vite di entrambi, perché nessuno sa cosa può succedere quando si superano i preliminari e si fa sul serio…

Oggi vi parlo del primo volume della serie The Ivy Chronicles di Sophie Jordan, in cui conosceremo Pepper e Reece.
Pepper è sempre stata innamorata di Hunter, il fratello della sua migliore amica Lila, è convinta che sarebbero perfetti insieme. Hunter rappresenta tutto ciò che ha sempre desiderato: famiglia, sicurezza e stabilità. L’occasione sembra presentarsi quando quest’ultimo rompe con la fidanzata. L’unico problema è che Pepper non ha alcun tipo di esperienza in fatto di ragazzi, a diciannove anni ha baciato una sola volta e non lo ricorda con gioia. Questa sua inesperienza la manderà in crisi, perché non crede che un ragazzo sexy e intelligente come Hunter possa provare interesse per una ragazza insignificante come lei.
A soccorrerla saranno le sue due coinquiline, Georgia ed Emerson, che le proporranno di “fare esperienza”, prima di tentare un approccio con Hunter, con un candidato ideale: Reece.
Non sapevo come fare qualsiasi cosa che potesse attirare un ragazzo. Non flirtavo. Non uscivo con nessuno. Non pomiciavo e non scopavo con ragazzi scelti a caso come altre.Seppellii la testa tra le mani. Perché non ci avevo pensato prima? Un po’ d’esperienza sulle spalle avrebbe potuto aiutarmi a conquistare Hunter. Ero piuttosto sicura di baciare male. Almeno così aveva detto Franco Martinelli a tutta la seconda superiore, dopo che avevamo pomiciato dietro la mensa. Be’, se un bacio e una veloce palpata sotto il maglione prima che gli spingessi via la mano contavano come pomiciare.«Io non so come fare», confessai. «Come posso sedurre Hunter? Non ho nemmeno mai baciato nessuno dopo le superiori». Alzai un dito e guardai disperata le mie amiche. «E allora solo uno. Ho baciato un solo ragazzo».Le mie due coinquiline mi fissarono.«Uno solo?», mi fece eco Georgia dopo quello che sembrò il silenzio più lungo della terra.«Tragico». Emerson scosse la testa come se avessi appena citato una qualche orribile statistica sulla fame nel mondo. Schioccò le dita, sorridendo raggiante. «Ma niente a cui non possiamo rimediare».Mi accigliai. «Che vuoi dire?»«Ti serve solo un po’ d’esperienza».
Reece non è proprio ciò che lei si aspettava: invece di un donnaiolo e un seduttore incallito, si ritroverà ad aver a che fare con un ragazzo premuroso e sensibile, dal passato travagliato, proprio come il suo. Più approfondiranno la loro conoscenza e le loro “lezioni”, più Pepper si chiederà se Hunter è ancora il ragazzo perfetto per lei. 
Che cosa succede quando le aspettative non sono all’altezza della realtà? Riuscirà a scegliere tra Hunter, il ragazzo che è convinta di volere, e Reece, il ragazzo  che è riuscito a sconvolgere tutti i suoi piani? Non vi resta che scoprirlo.

Devo dire che ho fatto un po’ fatica a scrivere questa recensione, questo mi capita quando non riesco a trovare una connessione o a provare empatia con la protagonista. Questo romanzo, come tutti i NA che si rispettino, possiede tutti gli elementi che ne caratterizzano il genere, solo che non c'è nulla d'innovativo. Non me ne sono innamorata: è difficile surclassare la storia di Pigeon e Travis, o quella di Tate e Jared, che per me rappresentano il top. 
Il storia è raccontata solo ed esclusivamente dal punto di vista della protagonista, aspetto che lo penalizza. Personalmente adoro i POV alternati,  perché rendono la storia più coinvolgente. Ho trovato il plot un po’ troppo prevedibile, a tratti poco credibile e frettoloso. 
La nota positiva di questo romanzo, che gli fa acquistare un mezzo voto in più, ha un nome e un cognome, ed è Reece Mulvaney. Mamma mia, è un concentrato di dolcezza questo ragazzo!!! Sensibile, attento, altruista, misterioso e sexy. In più il suo fisico perfetto è ricoperto di tatuaggi, cosa che io adoro. Sembra il classico BAD BOY, ma fondamentalmente è un bravo ragazzo, è sempre rispettoso nei confronti di Pepper, è un cucciolone  e io, da perfetta mamma chioccia, avrei tanto voluto stringerlo. Insomma il mix perfetto, che lo rende il protagonista indiscusso di questo romanzo. 
Un po’ meno Pepper, che ho trovato molto immatura e testarda.
«Sin da quando la mamma se n’è andata, ho avuto un piano. So che a te sembra ridicolo, ma Hunter ne faceva parte».«Cazzate». Si alzò. Indifferente alla propria nudità, afferrò i vestiti e cominciò a indossarli con movimenti bruschi. «Gli hai costruito attorno una specie di fiaba. Immagino che l’esperienza con tua madre non ti abbia insegnato un cazzo».Sussultai. «E questo che vorrebbe dire?».Si fermò e mi fulminò con un’occhiata. «Tu non vuoi Hunter. Cerchi ancora il tuo Orso Viola. Qualcuno che ti dia un senso di sicurezza. Non capisci. Non esiste.


Nel complesso, però, è un romanzo divertente che si legge velocemente, grazie allo stile dell’autrice - fresco e diretto - e alla sua capacità di dosare bene la tensione sessuale tra i protagonisti, rendendo perfette le scene hot.


Se cercate, quindi, un romanzo fresco, divertente e romantico, da leggere magari durante le vacanze, L'inizio del gioco è ciò che fa al caso vostro.
                                                                                                                                      Alla prossima lettura!

 



THE IVY CHRONICLES SERIES

#1, L’inizio del gioco, 5 luglio 2016
#1.5, Crash
#2, Tease
#3, Wild
                                                                                                                                       

Nessun commento:

Posta un commento