martedì 12 luglio 2016

È L'UOMO PER ME, JESSICA CLARE. Recensione.

DALL'AUTRICE BESTSELLER DI SCOMMESSA INDECENTE, IL TERZO CAPITOLO DELLA SERIE THE BILLIONAIRE BOYS CLUB.



TITOLO: È l'uomo per me

AUTORE: Jessica Clare

SERIE: The billionaire boys club series #3

EDITORE: Newton compton

PAGINE: 320

PUBBLICAZIONE: 12 luglio 2016

GENERE: Erotic romance

COSTO: € 4,99 ebook

Audrey Petty è sempre stata più responsabile e generosa di sua sorella. Audrey è bella, affidabile e degna di fiducia: sarebbe stata la fidanzata perfetta per Cade Archer, di cui è innamorata fin da piccola… Se non fosse che Cade è miliardario, frequenta altri ambienti, e Audrey è sicura che non si ricordi neppure di lei. Ma poi l’impossibile accade: il destino e la sua incasinata gemella si mettono in combutta e Audrey scopre che dovrà trascorrere un mese in compagnia di Cade nel suo rifugio dorato. A lei sembra un sogno che si avvera… fino a quando non si imbatte nel peggiore degli incubi: Reese Durham. Reese è un playboy ricchissimo e abituato a...





In questo terzo capitolo della serie Billionaire boys club a narrarci le loro vicende saranno Audrey Petty e il miliardario Reese Durham. Audrey è la segretaria di Logan, il protagonista che abbiamo conosciuto ad apertura della serie, inoltre è sorella si Gretchen, la rossa pazzoide che ha fatto perdere la testa al timido sfregiato Hunter incontrati nel libro precedente. 



La compita e austera Audrey, innamorata da tutta una vita di Cade, un' altro degli affascinati milionari appartenenti al club segreto, si trova a risolvere i problemi di tossicodipendenza della sorella gemella Daphne, famosa stella dello star system, caduta in una pericolosa spirale di dipendenze da droga, psicofarmaci e alcool. Per tentare di fornirle l' ennesimo aiuto, Audrey decide di accettare la proposta della sorella di non andare in riabilitazione, ma di ritirarsi dalle scene e nascondersi in un luogo appartato e solitario, lontana dagli occhi indiscreti dei paparazzi. Come succede tutte le volte, Audrey cede ai tentativi di persuasione della sorella e partono insieme dirette alla baita dell'amico d'infanzia Cade. Dopo un primo momento di tensione, a causa della trama ordita da Daphne, Audrey cerca di convincersi che forse quel periodo lontano dalla città può servire non solo ad aiutate la sorella, ma potrebbe servire come pretesto lei e Cade per un eventuale avvicinamento e forse chissà, anche lui potrebbe scoprire di non esserle solo amico.

Quello che Audrey non si aspetta è di trovare degli ospiti nella baita, immersi nella vasca idromassaggio, in atteggiamenti inequivocabilmente intimi. Così avviene il primo focoso incontro tre Reese e Audrey. 

Quello stronzo. Sapeva che Cade non sarebbe stato nei paraggi, e aveva osato proporre quella scommessa schifosa. Lo odiava. Lo odiava con tutta se stessa.

Mettete insieme due caratteri che fanno scintille, una convivenza forzata e una serie di equivoci amorosi e otterrete l' ingrediente per una sexy e frizzante commedia estiva in cui lei ama lui, ma lui ama un' altra. 

Audrey e Reese sono due personaggi esilaranti, con i loro continui punzecchiamenti che terminano inevitabilmente in uno scontro fisico, una fusione di corpi che alimenta una passione sfrenata. Non potrebbero essere più diversi, lui un irriverente casanova che prende la vita e le relazioni con estrema leggerezza, lei una donna tutta d' un pezzo, rigida e ipercontrollata, che ha fatto del nascondere le proprie emozioni dietro un muro di austerità una vera arte. 

Cade...era gentile e generoso, e pensava sempre agli altri. Ma Audrey era così rigida e controllata vicino a lui. Troppo rigida, troppo controllata. Audrey aveva bisogno di qualcuno che facesse venir fuori il suo lato passionale. Qualcuno come lui.
Eppure sono complementari, insieme si compensano perfettamente riducendo la distanza emotiva che li separa. Reese più di Cade, di cui Audrey sembra essere innamorata, è capace di vedere oltre la facciata composta e quel rigido chignon, e sa fare esplodere anche solo con le parole quel fuoco che scorre dentro la donna. 


Reese, che l’aveva provocata e l’aveva fatta infuriare con le sue parole e con quel sorrisetto compiaciuto sulla faccia rude e bellissima. Reese, che l’aveva ricattata per farsi baciare. Avrebbe dovuto dirgli di no. Avrebbe dovuto raccontare tutto a Cade. Qual era la cosa peggiore che avrebbe potuto succedere?Invece era uscita a baciarlo. Un uomo che non sopportava. Aveva negoziato con lui su quanto dovesse durare il bacio. E anche se lo disprezzava per averla trascinata in quella scommessa, avvertiva un selvaggio sfarfallio di eccitazione nello stomaco.


Reese è sconvolto dall' attrazione che prova per quel piccolo fuoco d' artificio, cosi diversa dalle donne che frequenta di solito. Formosa, piena, scontrosa e poco affabile, nascosta dentro abiti sformati riesce a risvegliare il suo lato dispettoso, spingendolo continuamente a sfidarla ad oltrepassare la sua comfort zone. Ma attenzione, che a giocare con il fuoco, si rischia di bruciarsi.



Il tema della dipendenza risulta essere in secondo piano e trattato marginalmente eppure in modo efficace, ma in fondo stiamo parlando di una commedia e non di un drama.

Vi invito a leggere È l'uomo per me, perchè Jessica Clare ha creato davvero due caratteri brillanti. Certo, a volte le battute sono un pò grossolane, ma è proprio questo il bello di una commedia sexy. Il ritmo delle battute è incalzante e spinge il lettore oltre il limite, facendolo a volte arrossire leggermente. 

Il tasso hot farà alzare la temperatura di questa già calda estate, ma non potete perdervi il piacere di leggere sotto l'ombrellone di quel mascalzone di Reese e di quel peperino di Audrey.









THE BILLIONER BOYS CLUB SERIES

- Scommessa indecente

- Troppo bello per dire no

È l'uomo per me


Nessun commento:

Posta un commento