sabato 30 luglio 2016

BOSSMAN, VI KEELAND. Recensione e review party.




TITOLO: BossMan

AUTORE: Vi Keeland

EDITORE: Sperling&Kupfer

PAGINE: 250

PUBBLICAZIONE: 20 giugno 2017 

GENERE: Contemporary Romance

PREZZO: € 3,61 ebook; € 17,90 cartaceo
È durante il peggior appuntamento della sua vita che Reese incontra Chase Parker per caso: affascinante, brillante e sfacciato quel tanto che basta. L'attrazione è immediata. E destinata a riaccendersi un mese più tardi, quando Reese, cambiato lavoro, ritrova Chase in veste di suo capo. l due finiscono per lavorare fianco a fianco, ogni giorno, e, nonostante le resistenze iniziali di Reese, cedono alla tentazione di una relazione segreta. Ben presto però si rendono conto che tra di loro non è solo una questione di chimica. C'è qualcosa di più. Ma il loro passato è lì, pronto a minacciare tutto prima ancora che cominci...

La prima volta che ho incontrato Chase Parker, non ho fatto esattamente una buona impressione. Ero nascosta nel corridoio del bagno di un ristorante, stavo lasciando un messaggio al mio migliore amico, per venirmi a salvare dal mio orribile appuntamento. Ha origliato e mi ha detto che sono una stronza, dopodichè cominciò ad offrirmi qualche consiglio sugli appuntamenti. Così gli ho detto di farsi gli affari suoi;  era alto, bellissimo e sicuro di se; sono tornata al mio miserabile appuntamento. Quando passò accanto al mio tavolo sorrise e guardai il suo arrogante e sexy sedere, ritornare al suo appuntamento. Non ho potuto fare a meno di spiare di nascosto l'affabile coglione dall’altro lato della stanza. Naturalmente mi ha beccata in più di un'occasione e ammiccò. Quando lo splendido sconosciuto e il suo bollente appuntamento, apparvero improvvisamente al nostro tavolo, ho pensato che stesse per smascherarmi. Ma invece, ha fatto finta che ci conoscessimo e si è unito a noi, raccontando particolari storie imbarazzanti sulla nostra finta infanzia. Il mio appuntamento da noioso, improvvisamente divenne stranamente emozionante. Quando tutto finì e ci separammo, ho pensato a lui più di quanto avrei mai voluto ammettere, anche se sapevo che non lo avrei mai rivisto. Voglio dire, quali erano le possibilità che mi sarei imbattuta in lui in una città con otto milioni di persone? E poi... Quali probabilità c’erano che un mese più tardi sarebbe finito per essere il mio nuovo sexy capo?


- Traduzione a cura di Samuela Senna -


Salve a tutte Angels, oggi vi parlo di  un romanzo che da quando è stato pubblicato negli USA lo scorso 18 luglio si trova in vetta della classifica editoriale del New York Times. Sto parlando di Bossman di Vi Keeland, nota autrice statunitense che presto troveremo nelle librerie italiane con Cocky Bastard, romanzo scritto a quattro mani con Penelope Ward. Oggi possiamo finalmente leggerlo in italiano grazie a Sperling&Kuofer che ne ha acquisito i diritti.
Avevo adocchiato la cover sin da subito, ovviamente merito del gran pezzo di manzo che sta sulla copertina, ma dopo aver letto  la sinossi e conoscendo già lo stile dell’autrice, sapevo che mi avrebbe conquistata, che le risate sarebbero state assicurate e che avrei avuto bisogno di un ventilatore.




Bossman è una commedia estremamente divertente, in cui si mescolano perfettamente ironia e sensualità. Apparentemente può sembrare una storia banale, ma la Keeland riesce sempre a dare alle sue storie quel tocco in più che le rendono migliori di tante altre.
Veniamo adesso alla storia: Chase e Reese si conoscono una sera per caso in un locale; lei sta cercando disperatamente di tirarsi fuori da un appuntamento disastroso con un uomo noiosissimo. Per farlo ha bisogno dell’aiuto della sua migliore amica. Chase ascolta divertito la telefonata di Reese con l’amica e pur avendole dato della stronza e della superficiale, sarà lui stesso a rendere la serata più interessante e divertente. Si presenterà infatti  insieme alla sua accompagnatrice al tavolo di Reese, si fingerà un vecchio compagno del liceo e inizierà a raccontare aneddoti imbarazzanti e divertenti sulla loro amicizia.


“Reese. Is that you?”What in the hell? “Umm…yes.”

“Wow. It’s been a long time.” He patted his hand on his chest. “It’s me, Chase.” Before I knew what was happening, the jerk (who was apparently named Chase) reached down and gripped me in a bear hug. While I was in his arms, he whispered,“Play along. Let’s make your night more exciting, sweetheart.”

 TRADUZIONE

“Reese, sei tu?”
Ma cosa diavolo?
“Umm…si.”
“Wow. Da quanto tempo.” Si diede una pacca sul petto. “ Sono io, Chase.”
Prima di sapere cosa stesse accadendo, l’idiota (che a quanto pare si chiamava Chase)
Si chinò e mi strinse in un caloroso abbraccio. Mentre mi trovavo tra le sue braccia, sussurrò,
“ Reggimi il gioco. Rendiamo la tua serata più eccitante, dolcezza.”





A fine serata ognuno andrà per la sua strada, ma un uomo sexy, sfacciato e divertente come Chase è difficile da dimenticare. Reese penserà spesso a lui, ma le possibilità di poterlo rincontrare sono pari allo zero. Il destino però è imprevedibile e diverse settimane dopo, le loro strade si incontreranno nuovamente  quando Reese verrà assunta proprio dall’azienda di cui Chase è proprietario. Si troverà quindi a vederlo tutti i giorni e, come se non bastasse, lo avrà come capo. E questo sarà un grosso problema per entrambi; sin da subito tra loro ci sarà una fortissima attrazione, ma Reese non vuole ricadere nello stesso errore, quello di mischiare il lavoro con la vita privata e lo metterà subito in chiaro: non finirà mai nel letto del suo boss Chase Parker.  Secondo voi un uomo come lui si farà scoraggiare dai limiti che Reese gli ha imposto? Ovviamente no, e farà di tutto per infilarsi nel suo letto… ops volevo dire per entrare nelle sue grazie. Reese si lascerà sedurre dall’affascinante, sexy e sboccato Chase?


Chase: I’ve been thinking about our little deal. 
Reese: What deal? I don’t recall agreeing to anything.
Chase: Exactly. Which is why we need a sit-down. To negotiate our terms.
Reese: Terms? Are we discussing a business deal?
Chase: Is spending time in my bed still off limits because I’m your boss?
 
Reese: It is. 
Chase: Then I want time outside of the bedroom. 
Reese: I see you at the office all the time. 
Chase: I want more. My heart did a pathetic pitter-patter. I want more, too. 
Reese: More how? 
Chase: I think this requires a face-to-face, sit-down conversation. 
Reese: Like a date? 
Chase: Don’t think of it as a date. Think of it as a business meeting where we negotiate terms that lead to full performance of the contract in the future. 
Reese: And that full performance would be…I nearly fell over in my seat, hearing Chase’s voice behind me. “You in my bed, of course.”

TRADUZIONE


Chase: Stavo pensando al nostro piccolo accordo. 
Reese: Che accordo? Non ricordo di aver accettato nulla. 
Chase: Esatto. Ecco perché dovremmo incontrarci. Per stabilire le condizioni. 
Reese: Condizioni? Parliamo di un accordo di affari? 
Chase: Trascorrere del tempo nel mio letto è ancora Off limits perché sono il tuo capo? 
Reese: Lo è. 
Chase: Allora voglio del tempo fuori dalla camera da letto. 
Reese: Ti vedo sempre in ufficio. 
Chase: Voglio di più.Il mio patetico cuore scalpitò. Voglio di più anche io. 
Reese: Quanto di più? 
Chase: Credo di aver bisogno di stare faccia a faccia, una conversazione da seduti. 
Reese: Come un appuntamento? 
Chase: Non pensarlo come ad un appuntamento. Pensalo a come un incontro di affari che porterà alla realizzazione del contratto in un futuro. 
Reese: E questo adempimento del contratto sarebbe... Quasi svenni, sentendo la voce di Chase dietro di me, “Te nel mio letto, ovviamente.”


Wow, questo era proprio il romanzo di cui avevo bisogno, l’ho letteralmente DI.VO.RA.TO. La Keeland riesce sempre a creare dei personaggi maschili per i quali è impossibile non perdere la testa. Possiedono sempre tutte le caratteristiche capaci di mandare a tappeto una donna; sono intelligenti, ironici, sexy e dannatamente belli. Chase Parker è tutto questo e molto di più, devo confessarvi che spesso mi sono fermata per qualche minuto per riprendermi dai bollori, mi sono sentita una donna in preda alle caldane. Ho adorato le sue battutine piene di doppi sensi, il suo modo di sedurre, la sua sensualità innata. Mi sono innamorata, si capisce? Non ditelo a mio marito però!
La storia è narrata da entrambi i POV dei personaggi: nel presente, quando è Reese a parlare; e nel passato quando lo fa Chase.  Ho apprezzato tantissimo questa scelta, in quanto il lettore riesce a comprendere meglio il personaggio di Chase che sin da subito appare quello più misterioso e che ha molto da dire. Solo verso la fine il suo POV sarà narrato al presente e saranno delle pagine cariche di dolore, sensi di colpa e rimpianti.




Ho apprezzato molto il modo di relazionarsi dei protagonisti: i loro incontri sono divertentissimi, ma al contempo carichi di elettricità in cui l’attrazione e la tensione sensuale sono palpabili. Le scene di sesso sono descritte alla perfezione: intime, seducenti, sexy e minuziose senza mai risultare volgari.
Bossman è una carica esplosiva di emozioni, ti ritrovi a ridere un momento prima e l’attimo dopo il cuore rischia di cedere per l’emozione.
Non è un romanzo fine a se stesso, invita il lettore a riflettere  e ci insegna che nessuno deve vivere nel ricordo di quello che è stato, ma che bisogna focalizzarsi sul cogliere l’attimo, il carpe diem, perché potrebbe essere proprio quell’attimo a determinare il nostro futuro.
L’epilogo è straordinario, mi sono trovata a fine lettura con un grosso sorriso sulle labbra e con una gran voglia di ricominciare a leggerlo.
 Se leggete in lingua, non dovete assolutamente farvelo scappare e spero vivamente che possa arrivare presto anche in Italia.





L'autrice è stata così gentile da rispondere ad alcune nostre domande. Questa non è una classica intervista, ma una catena. Qui potete trovare una domanda e quando saranno pubblicate le altre recensioni troverete il resto dei quesiti. Sette domande per sette blog. Curiosi? Ecco cosa abbiamo chiesto noi Angeli a Vi Keeland.


- Who is close to you while writing a novel?
- Chi ti sta vicino durante la scrittura di un romanzo?

- I’m not sure I understand this question, so I hope I’m answering it correctly. I am close to two people and speak to them multiple times a day: Penelope Ward and my agent Kimberly Brower.

- Non sono sicura di aver compresoquesta domanda, quindi spero che la risposta sia corretta. Sono vicina a due persone e parlo con loro più volte al giorno: Penelope Ward e il mio agente Kimberly Brower.

Trovate la domanda successiva su: Bookspedia


Nessun commento:

Posta un commento