giovedì 23 giugno 2016

LOVE. AMORI PERDUTI, L. A. CASEY. Recensione in anteprima.


TITOLO: Love. Amori perduti

AUTORE: L. A. Casey

SERIE: Love #2.5

EDITORE: Newton Compton

PAGINE: 139

PUBBLICAZIONE: 24 giugno 2016 

GENERE: New adult 

COSTO: € 1,99

Keela adora Alec, e quando Keela adora qualcuno, se ne prende cura.


Keela Dailey è perseguitata dagli incubi e dai fantasmi del passato. Ma ora non ha tempo di rimuginarci su, perché sta finalmente per lasciare il suo minuscolo appartamento e trasferirsi in una vera casa con il suo fidanzato. Un trasloco è sempre un’impresa, e Keela vorrebbe soltanto che le cose procedessero tranquillamente e senza intoppi, quando però sei fidanzata con uno dei fratelli Slater mai niente può andare liscio. Niente. Alec Slater ama la sua donna; gli piace giocare con lei e adora sorprenderla.  Quando però decide di fare entrambe le cose proprio nel giorno del trasloco, provoca un disastro di proporzioni epiche. E ogni tentativo di farsi perdonare nel corso della giornata non fa che peggiorare le cose… tanto che Alec non è più tanto sicuro che Keela voglia andare a vivere con lui. Perché quello che doveva essere un semplice trasloco si trasforma in un vero e proprio inferno: ospiti indesiderati, proposte d’affari, alcol, test di gravidanza, risse, litigi, sesso, e mille altre follie tipiche degli Slater. Keela sa di dover fare una scelta, ma non è affatto semplice riflettere con lucidità quando c’è di mezzo l’amore… 





Sono passati ormai tredici mesi dal primo incontro tra Keela e Alec. È stato un amore folgorante, lui ha saputo irretirla e farla cadere ai suoi piedi, nonostante il passato discutibile da accompagnatore. Oggi, però, Keela sta cominciando a razionalizzare e ripensare a quanto accaduto un anno fa. Ciò che è successo al Darkness con Marco e suo zio non le dà tregua e infesta i suoi incubi. Sono sempre più ricorrenti i flashback di Alec con altre due persone in atteggiamenti più che intimi. Al tempo stesso deve tenere sotto controllo l'entusiasmo del ragazzo che non vede l'ora di andare a vivere con lei e formare una famiglia.


Era come se lo vedessi per la prima volta, e non riuscivo a credere a quanto fosse bello. E pensare che era il mio fidanzato!
«Stai per piangere?», mi domandò Alec, poi scoppiò a ridere.Il bastardo.Mi coprii subito il viso con le mani e feci segno di no con la testa.Stavo piangendo, e lui era imbarazzato per questo.«Gattina», disse ridacchiando.Io continuavo a tenere le mani sul volto e a scuotere il capo, ancora. «Vaffanculo».Sentii una risata soffocata, poi dei passi mentre si avvicinava, infine le sue mani sulle mie cosce.«Guardami, amore», mormorò.Tolsi le mani dal viso e aprii gli occhi.Oh, Cristo.Era ancora più sexy da vicino.«Perché sei così bello?», domandai.Sorrise. «Perché te ne sei accorta soltanto adesso?».Feci un verso contrariato alla sua battuta.«Sono sempre io, il tuo Alec», disse avvicinandosi con il viso al mio.Il mio Alec.“Mio”.

Non sarà semplice per Keela gestire tutto. In quest'anno passato non si è mai fermata a pensare, ha vissuto intensamente ogni giorno, circondata dall'amore di Alec, ma se suo zio avesse avuto ragione dicendole che Alec non faceva per lei? Che il suo passato era macchiato e lei non avrebbe mai potuto superare quest'ostacolo? Ci ha provato a mettere un freno ai suoi sentimenti, ma il suo cuore è andato per conto proprio. Adesso stanno venendo a galla tanti dubbi sul loro futuro.
Keela non ha un lavoro, dunque non ha una grande disponibilità economica, al contrario di Alec che sta facendo di tutto per spendere i soldi che ha messo da parte. Una casa grande e nella zona più in della città, un nuovo furgone... e poi la convivenza, lasciare la casa che l'ha ospitata con il suo Storm... un vero incubo per Keela.

«È solo che non sono mai andata a vivere con qualcuno, soprattutto con un mio fidanzato. Non posso crederci che stia succedendo davvero. Ero convinta da tanto tempo che volessi stare con me per una specie di caso fortunato. Mi aspettavo che un giorno ti saresti reso conto che avresti potuto avere chiunque, e allora perché continuare con me? Quindi pensavo che ti saresti alzato e te ne saresti andato».Alec mi fece voltare affinché potessi guardarlo negli occhi, poi chinò la testa per appoggiarmela sulla fronte. «Non so cos’altro potrei fare per farti capire che sei l’unica donna per me. Non vedo altri che te. Sei la mia vita, Keela. Vorrei che capissi quanto ti amo e quanto mi sento fortunato che tu abbia scelto me. Non ti rendi conto di quanto sei bella, e spero che non te ne accorga mai, perché in quel caso diventeresti consapevole che potresti avere di meglio rispetto a un povero stronzo come me, quindi ti alzeresti e saresti tu a lasciarmi».Sì, certo.«Piantala», mugugnai cercando di restare impassibile.«No», disse Alec con tono risoluto mentre mi teneva stretta a sé. «Tu sei bellissima. Sei perfetta per me. Sei la mia vita. Non mi convincerai mai che sono degno di te. Gattina, ti amo così tanto da farmi male. Ti prego, credimi».Oh, Cristo.Stavo per piangere.Alzai velocemente le mani per metterle sul viso e coprirlo completamente.«Ti odio!», dissi di getto, per poi scoppiare a piangere.Odiavo qualunque cosa.Accanto a me avevo una bellissima persona, dentro e fuori, che mi voleva con sé per tutta la vita, eppure dubitavo che fosse giusto andare a vivere insieme così presto. Volevo stare con Alec per il resto della mia vita, giuro che volevo… ma allora perché diamine avevo l’impressione che stesse succedendo tutto così in fretta?



Vi dirò che ancora una volta non ho apprezzato appieno l'idea dell'autrice di far emergere difficoltà e problemi in una novella conclusiva così breve. Come è successo anche per Love. Anime gemelle, il tutto si riduce a poche pagine e poco approfondimento. La prima metà di Love. Amori perduti presenta le preoccupazioni di Keela in maniera approfondita, concentrandosi esclusivamente sui due protagonisti. Nella seconda metà, invece, assistiamo al ritorno in scena dei fratelli Slater e delle rispettive ragazze. Briosi, casinisti e sempre sulla notizia. Vi faranno ridere, litigheranno, volerà qualche calcio e qualche pugno, esattamente ciò a cui ci hanno abituato finora. I problemi tra Keela e Alec, che tanto erano stati evidenziati nella prima parte, non sono stati affrontati, o comunque non nella maniera adeguata. Tutto è svanito nel nulla, lasciando il posto agli altri personaggi e a nuove questioni.




Sono arrivata al finale senza sapere esattamente come, per girare pagina e urlare. "È finito così? Davvero?". Non ci voglio credere. Ditemi che è uno scherzo o datemi subito il prossimo volume! Due questioni di vitale importanza sono rimaste sospese e ho bisogno, necessito, desidero sapere!
Resto in attesa e nonostante qualche perplessità su questa novella, consiglio a tutte le amanti della serie Love di leggerla tutta d'un fiato.









Nessun commento:

Posta un commento