giovedì 13 luglio 2017

IL RITORNO DI SUNNIE NIGHT, KATHY REICHS. Review tour.



TITOLO: Il ritorno di Sunnie Nigth.

AUTORE: Kathy Reichs

EDITORE: Rizzoli

PUBBLICAZIONE: 13 luglio 2017 

GENERE: Thriller

PAGINE: 376

PREZZO: € 9,90 ebook; cartaceo 20,00

Sunday Night ha chiuso: basta con l'esercito, basta con la polizia. I fallimenti sono stati troppi. E troppe le cicatrici da curare, ben più profonde di quella che le segna il viso. Poi, un giorno, qualcosa la costringe a lasciare il suo ritiro solitario sulla minuscola Goat Island, in South Carolina. La visita di una persona cara e, soprattutto, un attentato dinamitardo che ha preso di mira una scuola ebraica. E delle vittime che da troppo tempo aspettano giustizia. E quella ragazza scomparsa, forse finita in mano a dei terroristi fanatici. Insomma, è un caso che sembra tagliato su misura per Sunnie Night, se accetterà di vestire i panni dell'investigatore privato. Così, l'ex addestratrice dei Marines inizia una frenetica caccia all'uomo che dalle paludi del South Carolina la porterà alle coste assolate della California. Una pericolosa danza sul filo del rasoio, una guerra da combattere contro avversari sconosciuti e senza scrupoli. Ma finché avrà anche solo una possibilità di salvare Stella Bright, Sunnie sarà in prima linea. Perché questa volta, in ballo, non c'è soltanto il profumo dei soldi o il brivido dell'adrenalina, e lei non ha altra scelta se non farsi trovare pronta. In un'avventura dura e affascinante come la sua protagonista, Kathy Reichs ci consegna l'altra faccia di Temperance Brennan. Una donna d'azione cinica e risoluta, abile con le armi da fuoco e maestra delle risposte taglienti, ma anche una donna con la mente rivolta a un passato che non le dà respiro e che le ha lasciato profonde e tenaci fragilità. Una nuova eroina e un universo letterario inedito, per immergersi una volta di più nella scrittura magnetica della regina del thriller.


Se amate le avvincenti storie della famosa scrittrice e antropologa forense Kathy Reichs non potrete sicuramente perdere il suo ultimo lavoro: Il ritorno di Sunnie Night
Sunnie non è certamente Temperance Brennan. Lei è una donna solitaria, che vive ormai ai margini della società. Dopo anni passati nell'esercito e nella polizia, con tutto l'orrore che ha ancora negli occhi e una valanga di conflitti irrisolti, Sunnie non vuole più saperne di quel mondo e si è relegata in un'isoletta, senza tv, senza linea telefonica e connessione internet, nessun rapporto umano. 
Il passato però, bussa ancora alla sua porta. Beau Capps l'uomo che si è sempre occupato di lei, evitandole un futuro disastroso, le chiede di ritornare in campo come investigatore privato. Una giovane ragazza è scomparsa e sua nonna, Opaline Drucker, un'anziana, ricca ereditiera è pronta a pagare una cospicua somma di denaro a Sunnie, se si impegnerà a scoprire cosa è successo.
Un attentato, quattro cadaveri, tra cui la figlia e il nipote e Stella mai ritrovata. È morta anche lei? È stata rapita? Quale collegamento c'è tra l'attentato, la presunta scomparsa di Stella e la sua famiglia? Dopo alcune rimostranze Sunnie decide di accettare l'incarico come investigatore, anche se quella donna non le ha fatto proprio una buona impressione.
Eppure dopo aver visto la foto di Stella Bright, la sua espressione insofferente, il tormento e l'inquietudine riflessi nei suoi occhi, non ha più alcun dubbio.


Beau aveva ragione? Ero portata all’autodistruzione? Si
spiegava così il mio interesse per l’esercito, per l’acciaio gelido della pistola, per quel lavoro? La ricerca di Stella Bright era in realtà un modo per soddisfare un mio bisogno contorto? Ma se fosse stato davvero così, perché mi si contraeva lo stomaco ogni volta che pensavo a quella ragazzina?


Sunnie forse si rivede in quella ragazzina, forse ha come bisogno di espiare qualcosa o semplicemente il brivido dato dall'azione le manca.
Inizia così una caccia all'uomo dal South Carolina alla California, tra sparatorie, gente senza scrupoli e una cellula terroristica di Chicago, il fanatismo antislamico della Jihad
for Jesus. 
Non vi dirò ovviamente come andrà a finire e se la nostra protagonista ritroverà viva Stella, però posso dirvi che leggere di Sunnie è un vero viaggio pieno di azione e adrenalina. Vi troverete di fronte ad una donna tostissima, cinica, sprezzante, acuta e con un carattere spigoloso che la rendono una poliziotta dura con una certa fama.
Sunnie però è anche una donna tormentata dai fantasmi del passato, che le hanno lasciato ferite dentro e fuori, e Stella ha sicuramente risvegliato ricordi angoscianti che l'hanno fatta sentire fortemente connessa alla ragazzina.


Già, avevo le mie manie, non c’era dubbio. 
Eppure ero rimasta ancorata a me stessa.

Non mi ero persa.


La narrazione è abbastanza scorrevole e il carattere poco accomodante di Sunnie rendono la lettura piacevole, l'unica nota stonata, se proprio devo trovare una pecca è l'inserimento di alcuni paragrafi in cui qualcuno sembra raccontare l'agonia di una prigionia. Se le prime comparse di questi spunti incuriosiscono parecchio, a lungo andare creano un pò di stordimento, dal momento che non è ben chiaro se questi siano ricordi dal passato di Sunnie oppure è la stessa Stella a raccontare. 
Un'altra avvincente storia dalla penna di una delle più grandi regine de thriller vi aspetta. Provare per credere. Sunnie non è Temperance, ma si fa apprezzare anche se in modi differenti.











Nessun commento:

Posta un commento