mercoledì 14 giugno 2017

TI VA DI BALLARE?, JONAS LISA DYER e STEPHEN DYER. Blogtour.


PER IL BLOGTOUR LEGATO A TI VA DI BALLARE? GLI ANGELI VI PARLANO DEL BALLO DELLE DEBUTTANTI, QUALCHE CURIOSITÀ, INSIEME ALLE INFO SU QUESTA STORIA EDITA MONDADORI CHE CI MOSTRA CHE NON SEMPRE LE APPARENZE CONTANO.



TITOLO: Ti va di ballare?

AUTORE:  Jonas Lisa Dyer e Stephen Dyer

EDITORE: Mondadori

PUBBLICAZIONE: 13 giugno 2017

GENERE: Contemporary Romance

PAGINE: 264

PREZZO: € 8,99 ebook, 19,00 cartaceo 


Megan McKnight non è la più femminile e mondana delle ragazze di Dallas. Indossa sempre jeans sbiaditi, vecchie magliette e stivali da cow-boy, compra reggiseni sportivi e slip di cotone in confezioni risparmio. Sfoggia un viso pieno di lentiggini e un'abbronzatura da muratore, porta i capelli sempre raccolti in una coda, ha labbra costantemente screpolate e unghie rovinate e sporche. E poi è totalmente incapace di sbattere le ciglia, truccarsi e flirtare con i ragazzi come fanno le sue coetanee super sexy. In fin dei conti, la sua vita è sempre ruotata intorno allo studio, ai cavalli e al calcio. Il suo sogno più grande, infatti, è entrare nella Nazionale femminile, e la stagione che sta per iniziare sarà la sua ultima occasione per realizzarlo. Peccato che sua madre, senza dirle nulla, l'abbia iscritta alla stagione delle debuttanti... proprio lei, che al tacco dodici ha sempre preferito i tacchetti delle scarpe da calcio. Ritirarsi non è un'opzione possibile perciò, tra un allenamento, una partita e un corso in università, Megan sarà costretta a trovare il tempo per lezioni di portamento e di danza, serate di beneficenza e balli preparatori al debutto in compagnia di bellissimi ragazzi (e forse, perché no?, possibili fidanzati). Iniziata di malavoglia per accontentare la madre sull'orlo di una crisi di nervi, l'avventura di Megan in un mondo di formalità, lustrini e buone maniere diventerà un'occasione unica per vivere esperienze che mai avrebbe pensato di fare e forse anche per imparare ad andare oltre i pregiudizi e le apparenze.


IL BALLO DELLE DEBUTTANTI


Il Ballo delle debuttanti è un evento mondano che tradizionalmente rappresenta l'ingresso in società delle ragazze di età compresa tra i 17 e i 19 anni, che affonda le proprie radici nelle consuetudini delle classi nobiliari europee. 
Il debutto in società era il momento più atteso dalle giovani di epoca vittoriana, poichè con l'apertura della stagione si sarebbero aperte loro le porte di innumerevoli feste tra sfarzi e balli e soprattutto, sarebbero state pronte a trovare marito.
Nasce nelle case nobiliari francesi, a Parigi presso l’Hotel de Crillon, giovani donne e cadetti facevano il loro ingresso nella società. Ci fu una sola interruzione nel 1789 dovuta alla Rivoluzione francese. 
Tra i numerosi esempi, famoso è l'Opernball, che si svolge ogni anno presso l'Opera di Vienna, il giovedì grasso.
In Italia, invece, sono molto conosciuti quelli di Napoli, Milano e Roma: di solito vengono organizzati da una scuola militare per futuri ufficiali, che celebra così il diploma degli allievi e sono associati ad eventi benefici.
Anche se le sue origini sono lontane è un' occasione che ancora oggi è sentita da molte ragazze e in tutto il mondo sono organizzati sfarzosi balli.
Un moderno sogno alla cenerentola in cui le diciottenni di buona famiglia vengono presentate in società con tutti gli onori, vestite di tulle bianco come le principesse e stringendo al braccio un aitante principe.
I criteri di selezione sono molto rigidi, a New York, ad esempio, è necessario essere “raccomandate” da una ex debuttante, ma si viene sottoposte anche a controlli sul patrimonio della famiglia e sul buon nome e il carattere della fanciulla. 
La festa da ballo è solo l'apice di una lunga preparazione esteriore e interiore. Prima della serata le debuttanti devono frequentare una scuola di ballo, per imparare a danzare il valzer, e numerosi corsi di portamento e bon ton.
Anche alla nostra protagonista succede di trovarsi involontariamente invischiata in un evento di questo tipo, lei, che con gli abiti eleganti, le danze e i lustrini, non ha proprio nessuna dimistichezza. Riuscirà però a trovare occasioni anche dove pensava di non riuscire a trovare nulla di buono.


SEGUITE IL BLOGTOUR



Nessun commento:

Posta un commento