lunedì 5 giugno 2017

NON RICORDO MA TI AMO, PAOLA GARBARINO. Recensione.



TITOLO: Non ricordo ma ti amo

AUTORE: Paola Garbarino

EDITORE: Self publishing

PUBBLICAZIONE: 28 aprile 2017

GENERE: New adult

PAGINE: 280

PREZZO: 2,99 €; cartaceo solo su Amazon e Createspace a 12,99 €.

William si risveglia l’ennesima mattina a casa di una sconosciuta e, come tutte le altre volte, sta letteralmente fuggendo con le scarpe in mano quando s’imbatte in Luna, una delle coinquiline della sua conquista di una notte. È talmente abituato al fatto che le ragazze gli cadano ai piedi, che siano tutte facili conquiste, che resta perplesso quando lei lo liquida con battute glaciali. Quando Luna se ne va lui decide che conquistare quella ragazza difficile sarà la prossima scommessa che è solito fare col migliore amico. Da lì inizia a raccogliere notizie su di lei e a cercare d’incontrarla con ogni pretesto. Luna è davvero una ragazza determinata a non lasciar entrare nella propria vita un tipo come lui… ma William ha dei segreti che lei riesce a scorgere e, inevitabilmente, si ritrova attratta da quello strano e bellissimo ragazzo. E, forse, anche per lui la scommessa non sta andando come aveva previsto… 
E poi, William riapre gli occhi in un letto della rianimazione, dopo un incidente: e scopre di non ricordare più nulla degli ultimi tre anni, nemmeno la ragazza con cui sta da più di un anno. 
Vale la pena cercare di ricordare, conoscersi nuovamente o è meglio farsi dei nuovi ricordi? 
Se siamo ciò che viviamo, ciò che abbiamo vissuto, cosa vale davvero la pena ricordare? 
La storia è narrata da entrambi i protagonisti e la narrazione corrente si alterna con quella passata, attraverso i ricordi di William e soprattutto di Luna. 



William e Luna. Un artista e un'insegnante. Un uomo alla deriva e una donna seria, posata ma dall’animo ribelle. Un amore nato per caso, per una scommessa nata male che li ha fatti innamorare. Ma basta un n attimo per sconvolgere di nuovo tutto. William ha perso la memoria e di Luna non ricorda niente. Basterà l’amore di lei per far riemergere un passato dimenticato, o William deciderà che è meglio proseguire senza scavare troppo nel passato?

Una storia particolare e intrigante che ci fa entrare nella psiche di due giovani forti, pronti a combattere e ad abbattere ogni muro che si mette di fronte al loro cammino.
William, in preda ai sensi di colpa, guida troppo velocemente e questo gli è fatale. Una brusca frenata e si risveglia tre giorni dopo in un letto d’ospedale. Vivo per miracolo, ossa rotte in più punti, ma sembra stare bene. La sua mente, però, è tornata indietro, lasciandogli un buco difficile da digerire. Siamo nel 2018 eppure per William il tempo si è fermato al dicembre 2014, poco prima della scomparsa della madre e della sorellina in un incidente. Ha dimenticato tre anni di vita e ha dimenticato lei, Luna, la donna che si è insinuata nel suo cuore e gli ha cambiato la vita. Il percorso per rimettere in ordine tutti i tasselli e ogni più piccolo avvenimento che lo hanno portato ad essere un fumettista stimato è lungo e travagliato. Luna è parte di lui anche se non lo ricorda, ma il cuore lo sa e tanti dettagli riconducono a questa donna che per lui non è mai esistita. Luna è caparbia e con tenacia e tanto dolore continua imperterrita a cercarlo perché è innamorata del ragazzo che due anni prima si è battuto con ogni mezzo per conquistarla. 
In un intreccio di avvenimenti, tra presente e ricordi, Luna e William ci mostreranno tanti spezzoni di vita vissuta, oltre che un presente tutto da ricostruire.


Inizia tutto per una scommessa. Un capriccio. L’ennesimo modo di un ragazzo per prendersi qualcosa che non riesce ad avere al primo colpo. I due protagonisti di questo libro sono giovani. Ventitré e venticinque anni. L’intero romanzo, però, è incentrato su William, è lui che ha il maggior lavoro da fare.
William è il più giovane ed è descritto come un ragazzo arrogante, egoista, criptico, chiuso in se stesso. Madre americana e padre italiano, ha vissuto i primi anni a Los Angeles insieme alla madre. Da lei ha preso la passione per il disegno che lo porterà ad abbandonare gli studi in Economia per dedicarsi all’arte e a una carriera come fumettista. Non ha un bel rapporto con il padre che incolpa per la mancanza di attenzioni verso la sua famiglia. Cliché di tutti i cliché, usa il sesso per sfogare la rabbia repressa. Pochi attimi di pace interiore e di annullamento. La caratteristica che mi ha colpito è la descrizione dei suoi occhi che risultano di diverse sfumature come due finestre che ci mostrano due lati di lui. Il suo personaggio subirà cambiamenti e il suo percorso gli sarà utile per capire meglio ciò che lui vedeva in modo distorto. Oltretutto, da ragazzo distaccato e nascosto dietro muri invalicabili, imparerà ad aprirsi e a esternare le sue emozioni. 
Luna, invece, è un’insegnante e al momento dello scontro con il suo futuro fidanzato è al suo primo incarico presso una scuola media. Fisico da pin-up, chioma rossa, all’apparenza sembra casta e posata, ma il suo animo è ribelle. Ha una lingua tagliente e sarcastica. I battibecchi con Billy, come lo chiama lei, sono incisivi e non sempre il ragazzo ha l’ultima parola, nonostante sia abbastanza puntiglioso. Ha le sue piccole manie. Ordine, precisione, non lasciare mai nulla al caso eppure con William tutto questo sarà spazzato via. Leggendo incontrerete una giovane donna che imparerà a riconoscere l’amore e a vivere pienamente grazie a lui. Una Luna che sa vedere oltre e si impegnerà nel far uscire il ragazzo che si nasconde dietro al carattere un po' scorbutico di Bill. Ma conoscerete anche una persona che soffre, piange, si dispera, sempre con garbo per non agitare troppo il ragazzo che oggi non la riconosce. Una donna altruista che rischia di perdere il suo grande amore, ma non pretende e lascia a lui la scelta di accettarla.


Paola Garbarino mi ha stupita per il suo modo di scrivere e per la struttura particolare.  Ci troviamo a leggere il POV di entrambi i protagonisti, ma la chicca è il salto temporale studiato in modo strategico e sempre relativo a entrambi. I capitoli sono brevi, ma ogni volta non sai cosa ti troverai a leggere dopo. La narrazione è in crescendo: all’inizio sembra un po’ sottotono ma non fermatevi, andate avanti perché la curiosità vi divorerà fino alla fine. Questa storia ha conquistata. Ho apprezzato lo svelamento cauto delle loro vite, dei loro ricordi. L’ultima parte, nella quale i due protagonisti imparano a conoscersi di nuovo, è quella che più mi ha emozionata perché deve affrontare un dramma che lo ha cambiato e deve accettare, ma ha anche la possibilità di ricostruire. Commetterà errori lungo il suo percorso che hanno comunque lo scopo di fargli aprire gli occhi e vedere oltre la sua testardaggine. Ho amato e odiato Willim molte volte, mentre per Luna ho provato empatia.
Ho trovato interessanti le citazioni all’inizio di ogni capitolo con riferimenti a fumetti, manga e cartoni animati, alcuni abbastanza conosciuti, altri solo per appassionati. Mi affascina sempre leggere le citazioni che chi scrive associa al proprio lavoro.
Se volete una storia nuova, scritta in modo diverso dal solito, se volete leggere di seconde possibilità da sfruttare per essere migliori, questo romanzo fa al caso vostro.






1 commento: