giovedì 8 giugno 2017

BOUND & BROKEN SERIES #1. BUGIE CHE FERISCONO, REBECCA SHEA. Recensione in anteprima.



TITOLO: Bugie che feriscono

AUTORE: Rebecca Shea

SERIE: Bound & broken #1 (CLIFFANGER)

EDITORE: Self publishing

PUBBLICAZIONE: 8 giugno 2017 

GENERE: New adult/Romantic suspense

PAGINE: 260


PREZZO: € 2,99 ebook

Il giorno in cui Alex è entrato nella mia vita, non avevo idea di quanto l'avrei amato.

Lui ha cambiato tutto.

Il mio modo di respirare.
Il mio modo di pensare.
Il mio modo di amare.
Mi ha riportato in vita.
Mi ha reso più forte e mi ha dato un luogo sicuro dove stare.
E poi mi ha distrutto.

Quando ho incontrato Emilia, ho avuto l'occasione di fare qualcosa di buono per una volta nella mia vita.
Volevo cambiare.
Lei credeva che fossi il suo salvatore.
Ed io desideravo ardentemente esserlo.
Si è insinuata nel mio cuore e l'ha reclamato come il suo luogo sicuro.
Dovrei dirle la verità su di me... invece la distruggo con le mie bugie.

**Questo libro è un romance New Adult e contiene argomenti adatti a un pubblico maturo. Non è destinato ai minori di 17 anni.**

SERIE QUI



Bugie che feriscono è il primo volume della serie Bound & Broken di Rebecca Shea.
Emilia ha vissuto con poco, una vita piena di stenti e privazioni, in una roulotte con la madre depressa. Ed è proprio in quella stessa roulotte che trova la donna in un lago di sangue, morta. Tutto fa pensare a un suicidio. Questo libro si apre con una scena cruda, una scena destabilizzante che ti raggela. Una scena che ti entra dento e ti spezza il cuore, una scena impossibile da dimenticare. Si percepisce tutta la sofferenza e la disperazione di Emilia. Rebecca ha deciso di partire col botto e ci è riuscita!
La ragazza decide di andare a Phoenix a cercare l’uomo che l’ha sempre rifiutata, che ha lasciato la madre quando ha scoperto di essere incinta: suo padre. Durante il tragitto, in un motel discutibile, incontra Alex, un uomo che sin da subito si mostra protettivo nei suoi confronti, che la accoglie nella propria casa. Emilia non conosce Alejandro Estrada, ma decide comunque di fidarsi e accettare il suo aiuto.
Man mano la vita di Emilia sembra prendere la piega giusta, soprattutto grazie all’aiuto di Alex, ma la ragazza non sa che il “coinquilino” è a capo del cartello della droga degli Estrada. Emilia, senza sospettarlo, si trova invischiata in qualcosa più grande di lei. 


Emilia è una ragazza sfortunata, nata e cresciuta in un piccolo paesino. È cresciuta in fretta, si è sempre presa cura della madre, ha sempre lavorato. Emilia è determinata, vuole trovare un lavoro, riprendere gli studi e rifarsi una vita. Eppure, a mio parere, si è dimostrata troppo accondiscendente davanti alle richieste di Alex. A un certo punto mi sarei aspettata che si ribellasse e chiedesse spiegazioni con più insistenza. 
Alex è un uomo tormentato, vive una vita che non ha scelto, una vita che odia e che gli è stata imposta. Emilia è la sua boccata d’aria, ma su di lui gravano innumerevoli responsabilità. Alex è sempre in allerta, si guarda sempre alle spalle, non si rilassa mai e non può fidarsi di nessuno. Alcune scene che lo riguardano le ho lette con un’ansia addosso senza precedenti. Angeli, grazie a questo libro ho capito che non sono tagliata per fare la fuorilegge, morirei di crepacuore molto prima. 
Il legame che si crea tra Emilia e Alex è immediato, istantaneo, forte. I due si scoprono anime affini, le loro elevazioni sociali sono opposte, ma le sofferenze simili. Sin da subito si confidano, rivangano il passato e si confrontano come se si conoscessero da sempre. Per non parlare dell’attrazione erotica… Rebecca ci delizia con scene di sesso intense e coinvolgenti, ma mai volgari.
E poi arriva Sam Cortez, un federale che mi ha rapito il cuore, non so perché ma è il mio protagonista preferito. Ho amato il suo personaggio. Sam ed Emilia si conoscono nella caffetteria dove trova lavoro quest’ultima e subito diventano amici, anche se lui aspira a ben altra posizione.


Proprio quando la mia mente pensa a un triangolo amoroso a dir poco intrigante, ecco che… Angeli, in questo romanzo nulla è come sembra, è tutto un susseguirsi di colpi di scena che tengono con il fiato sospeso, alcuni intuibili e altri assolutamente inaspettati. La parte finale è di sicuro quella più avvincente, quella che ti tiene incollato al Kindle senza mangiare, bere o altro. 
E il finale… IL FINALE! Spero che non sia come sembra perché non posso accettarlo. Non voglio accettarlo! Rebecca è stata bravissima a tessere la tela di questa storia, a sorprendere il lettore, a tenerlo sulle spine, a destabilizzarlo.
Vi consiglio sicuramente questo romanzo, anche se ci sono stati dei passaggi che non ho particolarmente apprezzato. È vero, il legame che si crea tra Alex ed Emilia è immediato, purtroppo mi è sembrato poco veritiero e reale. Io non avrei mai accettato di andare a vivere con uno sconosciuto senza pensarci due volte, mai, ma è anche vero che io non ho avuto le stesse esperienze di vita di Emilia. Io avrei fatto più domande, preteso più risposte, non avrei acconsentito ad avere alle calcagna una guardia del corpo senza le giuste argomentazioni. 
Ma io sono io!




Nessun commento:

Posta un commento