mercoledì 5 aprile 2017

UN MATRIMONIO DA FAVOLA, FABIOLA D'AMICO. Recensione.



TITOLO: Un matrimonio da favola

AUTORE: Fabiola D'amico

EDITORE: Newton compton

PAGINE: 288

PUBBLICAZIONE: 31 marzo 2017 

GENERE:  Contemporary romance

PREZZO: €  3,99 ebook -5,90 cartaceo


Christian è così diverso da Francesca, eppure lei ne è profondamente innamorata. Non le porta il caffè a letto la mattina, non la sorprende con fiori o cioccolatini. E non le dice mai “ti amo”. Ma è leale e fedele, anche se non è capace di dichiarazioni romantiche. O almeno così Francesca pensava. Perché, a quanto pare, con la sua ex era molto diverso… Quando Francesca lo scopre, si sente tradita e lo lascia. E allora, per riconquistarla, Christian farà per lei qualcosa di cui Francesca non lo avrebbe mai ritenuto capace. Esaudendo il suo desiderio più grande…






A tutte le romantiche in ascolto, Francesca e Christian sono tornati per raccontarci come si sta evolvendo  la loro storia d'amore. 
Lei sognava il suo Mr. Darcy, lui non è il tipo da perdersi in manfrine. 
Tanto diversi da non riuscire a credere nella possibilità di un futuro insieme, eppure Christian ama la sua Francesca, sempre con la testa fra le nuvole a fantasticare una vita come quella dei protagonisti dei romance che tanto ama leggere.


Christian era tutto fuorché perfetto. Tanto organizzato ed efficiente sul lavoro, tanto disordinato in casa. Era un maniaco del controllo e riusciva a manovrarla con troppa facilità. E, dulcis in fundo, era l’uomo meno romantico che avesse mai conosciuto.


Eh si, per noi book-addicted sarà facile riconoscerci nella dolce psicologa, che continua a decantare le capacità amatorie del protagonista dei libri di Jodi Ellen Malpas e sogna le piccanti trasgressioni di quelli di Megan Maxwell.
Francesca ama tantissimo Christian, ma lui non le ha mai detto "ti amo" e non ha ma fatto un gesto eclatante per dimostrarle il suo amore. Sempre pragmatico e riflessivo, rigido e impostato, dimostra con i fatti l'affetto che prova, offrendo a Francesca sicurezza, stabilità e passione. Ma si sa, a volte noi donne siamo incontentabili e Francesca, presa da mille insicurezze inizia a mettere in dubbio il loro rapporto. 

Francesca era certa di amare Christian. Lui riusciva a farla ridere, arrabbiare, eccitare. Era nei suoi pensieri e nel suo cuore, eppure quale sicurezza aveva che fosse l’uomo giusto per lei? Per certi aspetti erano così diversi, anche se a letto le differenze si volatilizzavano, ma si poteva costruire un rapporto sull’attrazione fisica?


In particolare, le cose iniziano a degenerare quando Christian le chiede di andare a vivere insieme, per lui un passo molto importante nell'evoluzione della loro storia. Francesca, invece di fare i salti di gioia, è assalita da atroci dubbi. 
Come possono pensare di condividere una vita insieme se lui non riesce ad aprirsi? 
Quando sente che tra loro esistono ancora tanti segreti che lui non è ancora disposto a svelare?




Chiarificatore sarà un viaggio a Londra che terrà i due innamorati lontani, un periodo che Francesca dovrà usare per fare chiarezza, perchè una volta tornata dovrà decidere, niente vie di mezzo: o una vita con Christian o la fine.
La distanza non sarà facile da gestire, specie se il diavoletto e l'angioletto che conducono una costante battaglia nella testa di Francesca, continuano a darle filo da torcere. Poi, come si dice? La lontananza sai è come il vento... e come se non bastasse un nuovo pretendente metterà in seria difficoltà la nostra protagonista che, pur lusingata dalle pressanti attenzioni, si sente profondamente in colpa nei confronti del suo uomo. E se Christian si trasformasse da cinico avvocato a valoroso cavaliere di un romance regency e andasse a riprendere la sua donna? 


Francesca era il suo porto sicuro. Era l’isola in mezzo al mare dopo una tempesta. Era l’ancora che lo avrebbe salvato dalla corrente. Era la luce nel mondo buio in cui aveva vissuto dopo la morte del gemello. Era parte di lui, la migliore. Lo completava, attenuando i suoi lati rigidi e freddi. E lui completava lei, così romantica, ingenua e troppo credulona. Erano perfetti l’uno per l’altra.


Non vi dico altro, e se pensate che le vicende si siano esaurite qui, siete fuori strada. Francesca e Christian dovranno affrontare mille altre difficoltà, tra le quali una ex che minaccia di portare molto scompiglio nel loro rapporto riportando a galla il passato in modo poco cristallino. 
Una storia tutta da gustare, fresca e scorrevole, che ci dimostra che la strada che ci porta a comprendere l'amore come accettazione dell'altro è lunga, tortuosa e accidentata.
Christian è un uomo ferito che fatica ad aprirsi, nonostante nutra per Francesca sentimenti forti e sinceri. La sua indole è pragmatica, lui l'amore lo dimostra con i fatti e non nelle intenzioni. Francesca, sognatrice e inguaribile romantica, vorrebbe altro, perdendo di vista la vera essenza del suo rapporto con Christian.  



Un cammino in tandem in cui ci si incontra a metà, allenando l'arte del compromesso, in cui non ci sono vincitori e vinti, perchè in questa grande battaglia a vincere saranno i sentimenti, quelli veri. La consapevolezza che ragione e sentimento non si escludo a vicenda.
E poi chi lo sa? Magari Francesca riuscirà ad avere il suo matrimonio da favola, e forse Christian avrà una parte attiva in tutto questo, a dispetto della sua nota indole pratica.
La degna conclusione di una storia da favola, che Fabiola ci racconta con dolcezza, aprendoci il suo cuore e mostrandoci il suo immenso amore per la lettura. 










Nessun commento:

Posta un commento