lunedì 3 aprile 2017

ANIMA DIVINA, JENNIFER L. ARMENTROUT. Recensione.

TITOLO: Anima divina

AUTORE: Jennifer L. Armentrout

SERIE: Covenant series #3

EDITORE: HarperCollins Italia

PAGINE: 379

PUBBLICAZIONE: 16 marzo 2017

GENERE: Paranormal romance

PREZZO: € 6,99 ebook; € 16,00

Alexandria non sa se ce la farà ad arrivare viva al suo diciottesimo compleanno e al fatidico Risveglio. Il fanatico Ordine di Thanatos, a lungo dimenticato, la sta cercando per eliminarla, e se il Consiglio dovesse scoprire cosa è successo davvero durante l'attacco al Covenant dello stato di New York, la sua sorte sarebbe ugualmente segnata. E così pure quella di Aiden, la Sentinella di sangue puro che farebbe di tutto per proteggerla. Non solo: ogni volta che si "allena" con Seth, il primo Apollyon, le compare sulla pelle un nuovo simbolo della speciale natura divina che li lega indissolubilmente e cresce il rischio di anticipare il momento del Risveglio, con conseguenze inimmaginabili e forse persino devastanti. 


Come se non bastasse, all'improvviso una rivelazione sconvolgente cambia ogni cosa e Alex, intrappolata tra sentimenti e necessità, impara a proprie spese di chi si può davvero fidare... e chi, invece, l'ha ingannata fin dall'inizio. 

Quando gli dei si riveleranno e la loro collera si scatenerà, in pochi sopravvivranno. E solo chi rimane saprà se davvero l'amore può sconfiggere il destino.



Questo terzo capitolo della serie Covenant mi ha lasciato letteralmente senza fiato, la Armentrout è stata fenomenale, anche meglio del solito. Non solo il suo stile è sempre impeccabile ma è riuscita a farmi bloccare il respiro con effetti speciali a sorpresa e a commuovermi attraverso le struggenti frasi di amore del bel puro Aiden Saint Delphi.
Il ritorno al Covenant per Alexandria non è dei migliori; i mezzosangue la guardano con timore come se fosse lei lo sterminatore degli dei anziché Seth, che, al contrario, continua a essere idolatrato. Poi c’è Olivia che prova rancore e la considera responsabile della morte di Caleb, per non parlare degli incubi sulle furie e di quella invadente e fastidiosa connessione sempre più forte con Seth man mano che si avvicina il suo diciottesimo compleanno.
Una volta risvegliata avrebbe provato e voluto quello che provava e voleva Seth, la paura di perdere se stessa e di non avere più controllo sulle proprie emozioni in questo capitolo prendono pienamente coscienza in Alex. Lo splendido Apollyon cerca di starle vicino il più possibile e ogni volta che le spunta una nuova runa in lui akasha si rafforza, sembra un daimond in piena estasi di etere. Purtroppo la nostra Alex non riesce a far nulla contro quella forza sovrannaturale che si impadronisce di lei.
Nonostante Seth la protegga e le stia vicino non si fida pienamente di lui, il loro legame non è reale, non proviene dal cuore. Il suo cuore apparterrà sempre ad Aiden e poi c’è quella strana luce nei suoi occhi d’ambra che le fa dubitare di lui…
In questo terzo libro, a differenza del precedente, il bel puro è presente in quasi ogni pagina e fa da protagonista nel cuore della nostra eroina, l’amore e la fiducia verso Alex vi conquisteranno attraverso una dolcezza infinita che affiora attraverso paure e vulnerabilità.
«Tu di cosa hai paura?» chiesi di nuovo «Credevo che tu avessi detto che non avevo paura di niente» ribatté lui. «Già.»

Aiden si spostò leggermente e mi accarezzò la guancia con il pollice. «Invece ho paura di una cosa» «Di cosa?» sussurrai. Lui fece un respiro profondo e tremante. «Ho paura che non mi sia mai permesso di provare ciò che provo».

Nel corso della lettura scoprirete con stupore che le vostre impressioni sui personaggi sono errate e se poi ci sono di mezzo dei come Poseidone, Ade e Artemide é il caso di dire: apriti cielo! Il tutto, ovviamente, descritto con la sapiente suspense che contraddistingue lo stile della Armentrout che non ha eguali. 
Ho apprezzato molto la crescita emotiva di Alexandria che a causa della sua impulsività ha messo spesso in pericolo le persone che le vogliono bene, ma questa volta è più consapevole e cercherà di cambiare per il bene degli altri. Il suo altruismo si manifesta però, a mio parere, con uno spirito di sacrificio eccessivo che va in contrasto con il suo spirito guerriero. È un personaggio temerario, sicuramente; combattimenti e  colpi di scena vi incanteranno tanto quanto la dolcezza disarmante di Aiden e anche i personaggi secondari,  il fratello Deacon e il dio  Apollo, vi strapperanno diversi sorrisi, per non parlare dell’impavido sarcasmo di Alex. Ma soprattutto non mancheranno - finalmente! - momenti caldi, molto caldi tra Alex e Aiden che aspettavo da tempo.
Il mio battito ormai era a rischio infarto. Non avevo più la forza di discutere... o di parlare in generale. Avevo altre cose in mente e sapevo che anche lui stava facendo gli stessi pensieri. Mi fece scivolare le mani sui fianchi e mi tirò verso di sé finché la mia parte più morbida premette contro la sua più dura. Le nostre labbra non si sfiorarono, ma il resto del corpo lo fece. Nessuno dei due si mosse. C'era qualcosa di primordiale nello sguardo di Aiden, un senso di possesso assoluto. Ebbi un brivido... un brivido decisamente positivo. Riuscivo soltanto a pensare a quanto fosse meraviglioso e giusto sentire il suo corpo premuto contro il mio.
Il vero amore non può essere represso, non lo si può controllare e anche se in questo capitolo la Armentrout rende felici le fans di Aiden e instilla ancora più dubbi tra quelle di Seth, quest’ultimo, pur avendo avuto un ruolo minore, sul finale si rivelerà essere determinante. Nel tipico stile a suon di colpi di scena vi lascerà sbalordite preparandovi al quarto capitolo con uno strepitoso cliffhanger.



L’amore riuscirà a vincere sul destino? Il desiderio si trasformerà in amore? Il cuore di Alexandria avrà la meglio sulla sua anima divina?
Non vedo l’ora di scoprirlo e di leggere quali carte ha in serbo per noi il bellissimo sterminatore degli dei, perchè, lo sapete, io adoro i cattivi ragazzi!




COVENANT SERIE

#1, Tra due mondi (recensione)
#2, Cuore puro (recensione)
#3, Anima divina 




Nessun commento:

Posta un commento