lunedì 20 marzo 2017

IL BUIO HA IL SUO RESPIRO, CINZIA LA COMMARE. Recensione in anteprima.



TITOLO: Il buio ha il suo respiro

AUTORE: Cinzia La Commare

EDITORE: Self Publishing

PAGINE: 207

PUBBLICAZIONE: 21 marzo 2017 

GENERE: Contemporary romance

PREZZO: € 0,99 ebook- 9,99 cartaceo


Decidere di andare via non è stato facile per Andrea, ma la situazione con Alisa gli era sfuggita di mano come era già accaduto in precedenza nella sua vita tutt’altro che normale. 
Tornato a Milano, nel suo impersonale ufficio ai piani più alti di un grattacielo, cercherà di dimenticare la donna di cui si è innamorato così come avrebbe già dovuto fare. Non avrebbe dovuto innamorarsene! 
Ma l’attrazione e i sentimenti che prova per Alisa continuano a dominarlo al punto che pur di non perderla è disposto a rivelarle ogni cosa. 
Ancora una volta saranno costretti a dover fare i conti con un passato che torna a frapporsi tra loro e Alisa, logorata dalla rabbia e dalla forte attrazione che continua a spingerla verso Andrea, si ritroverà a dover prendere una decisione, forse la più importante della sua vita.
Questo è l’ultimo volume della duologia “Il buio”. Una storia di intrecci, inganni e segreti. Un nuovo amore minacciato dal passato e una decisione da dover prendere oltre la paura e la passione.



Il primo libro di questa serie ci ha lasciato con mille enigmi. La triste storia di Alisa ci ha toccato il cuore, ma ci ha anche regalato forti emozioni e quelle emozioni si chiamano tutte: ANDREA CONTI.
Chi è veramente?
Lo abbiamo conosciuto come un uomo caparbio e gentile, con un gran cuore e un enorme pazienza, ma ci ha lasciato con enormi lacune e tante domande a cui trovare risposta,
perchè sappiamo bene che dietro a quel volto d'angelo, c'è molto di più di quel che appare, e con questo libro scopriremo ogni sfaccettatura di quest'uomo.
Il suo passato, i suoi misteri... i suoi peccati.



É il 2008 e Andrea è uno studente universitario che studia economia a Roma.
Una facoltà a lui non congeniale, ma imposta da quel padre dispotico che vede per Andrea un futuro già scritto, dietro ad una scrivania nell' azienda di famiglia, pronto un giorno a diventarne capo.
Andrea è sempre stato un ragazzo accomodante, anche troppo, pronto a donarsi per gli altri, spesso però non ha ricevuto altrettanto dagli altri, soprattutto dalla sua famiglia.
Lui è un ragazzo poco avvezzo alla mondanità, non ama immergersi in luoghi troppo affollati o dimenarsi nelle discoteche stipate di gente, ma ciò non toglie che per la donna che ama è disposto a rivedere le sue priorità per accontentarla in tutto e per tutto.
Giulia, la ragazza che ama da sempre, è anch'essa una studentessa e da circa 3 anni convivono nello stesso dormitorio universitario.
Le esperienze di Andrea in fatto di donne non si possono definire numerose. Giulia è stata la sua prima volta e nonostante le loro diversità si è sempre reputato fortunato ad essere stato scelto da lei. Proprio lui, con il suo fare timido e discreto.
In quella relazione ha sempre dato tutto se stesso, si è donato anima e corpo pensando di fare la cosa giusta, ma non si è mai reso conto che in realtà quel sentimento non è mai stato ricambiato dalla sua compagna.
Non si è reso conto che qualsiasi cosa, doveva sempre rendere felice lei. Andrea ha sempre dato colpa a se stesso e al fatto che lo stile di vita amato dalla compagna, non era nelle sue corde, ma che per rendere felice lei, era pronto a sacrificare una parte si sè.


Tutto cambia il giorno della sua laurea.
Alla fine della discussione della tesi, il padre invece di congratularsi con lui per l'impegno, lo giudica per non aver preso il massimo dei voti e gli rinfaccia di essere una nullità. 
La furiosa lite scoppiata tra i due, porta Andrea ad andarsene e a cercare conforto nella sua dolce metà. Oltre a non avere quel che spera, pochi giorni dopo riceve un ben servito del tutto inaspettato.
Per Andrea crolla tutto.
Ogni certezza ed equilibrio si spezza, compresi i fondi elargiti dal padre.
Si ritrova in balia di una Roma a lui sconosciuta, senza un lavoro, senza soldi e senza una casa.
In quella città non ha praticamente amici a parte Thomas e proprio quest'ultimo sarà l'unico che tenterà di dargli una mano per risollevarsi. Andrea non ha però idea che quell' aiuto gli rovinerà la vita.
Si, perchè Andrea inizierà a cercare il ogni donna l'approvazione che non ha mai trovato nella sua amata o nelle persone che gli stavano vicino.
Senza rendersene conto, questa costante ricerca diventa il suo pane quotidiano, perchè finalmente si sente speciale, e lui voleva solo quello: sentirsi speciale agli occhi degli altri, apprezzato, voluto, desiderato.
Avevo una gran voglia di tenere il cervello spento, perchè quando lo facevo Giulia non era mai esistita.
Il ricordo del suo rifiuto, dell'amore che le avevo dato e che lei non aveva voluto, spariva nello stesso istante in cui affondavo dentro al corpo caldo e voglioso di chi invece mi aveva voluto...
L'euforia iniziale, col passare degli anni, lascia il posto a un senso di solitudine e inutilità, che lo fa sentire sporco e succube di una vita che lo ha risucchiato, portandolo verso un declino sempre più profondo.

...per anni mi ero illuso di essere libero di scegliere e di prendere da loro quello che volevo. Invece ero solo il capriccio di tante donne differenti che mi dimenticavano non appena lasciavo il loro letto e per questo avevo sacrificato tutto. Per colpa di quella pena d'amore ero diventato l'uomo oggetto che ero sempre stato per Giulia, solo che da tre anni lo ero per chiunque, eccetto che per lei. Lei mi ha fatto questo!

L'incontro con Alisa cambierà un' altra volta le carte in tavola. Non vi racconterò come succede perchè, ancora una volta, non tutto è come sembra, ve lo assicuro.
Una cosa è certa. In quel momento, Andrea capisce di aver trovato un anima persa come la sua, con la stessa sensazione di vuoto da colmare un giorno dopo l'altro, prima che l' oscurità li avvolga completamente.

Andrea scoprirà che il suo cuore dopotutto può ancora amare, e che nonostante tutti i suoi errori e bugie, non può permettere al destino di portargli di nuovo via la donna di cui è innamorato, anche perchè questa volta è più che certo di essere ricambiato.
Ma sarà così? Alisa sarà davvero innamorata di lui?
E se anche fosse così, lei sarà disposta a perdonargli tutte le menzogne e i segreti?

Ho apprezzato infinitamente il fatto che questo libro (al contrario del primo) sia completamente volto al maschile.
La storia di Andrea richiedeva sicuramente un percorso tutto suo e l'autrice con questo testo è riuscita a colmare pienamente tutte le lacune che erano rimaste sospese. 
È stato emozionante vivere insieme a lui il suo passato.
Mi ha dato modo di immedesimarmi concretamente nel suo dolore e nel suo tormento, ma anche di capire che il suo cuore, nonostante tutti i suoi trascorsi, non è mai cambiato.
Se all'esterno sembrava freddo ed impenetrabile, dentro è sempre rimasto il ragazzo riservato di un tempo, e con Alisa tutta la sua interiorità, viene piano piano a galla riportando in vita l'uomo che è sempre stato.
Brava Cinzia, un gran bel lavoro.








Nessun commento:

Posta un commento