giovedì 16 marzo 2017

FIDATI DEL MIO AMORE, ALICE VEZZANI. Recensione.



TITOLO: Fidati del mio amore

AUTORE: Alice Vezzani

EDITORE: Self publishing


PAGINE: 238


PUBBLICAZIONE: 5 novembre 2015


GENERE: Contemporary romance


PREZZO: € 2,99 ebook; € 9,36 cartaceo

Giulia ha scoperto nel peggiore dei modi quanto l'amore possa ferire, ha donato il suo cuore a un ragazzo che non lo meritava e la sua anima è rimasta segnata per sempre. Non riesce più a fidarsi di un altro uomo, anche se sono passati quattro anni e ha incontrato un ragazzo comprensivo come  Fabio.
Mentre la crisi economica colpisce la società dove lavora, la storia tra i due inizia in un modo insolito e i sentimenti tra di loro cresceranno sempre di più ma Giulia non riuscirà mai a crederci fino in fondo, perché Fabio è perfetto e le ricorda troppo il padre di sua figlia. Tra incertezze sentimentali e crisi lavorative, Giulia saprà trovare il giusto equilibrio nella sua vita?

"Avevo bisogno di lui per lenire il dolore che era tornato a galla e lui voleva confortarmi e farmi sapere che mi avrebbe aiutato a dimenticare. Quella notte riuscì ad avvicinarsi a me più di quanto non lo fosse mai stato."



Giulia ha 24 anni, una bimba di tre anni, Sofia, e una vita che scorre lenta fatta di routine ed abitudini. Lasciarsi andare alle emozioni e godersi la sua età non fanno più parte della sua vita: il suo cuore è stato ridotto in pezzi da Samuel, il padre di sua figlia. Una relazione fatta di sesso, piacere e... un abbandono. Il ragazzo non ha voluto saperne della bambina, abbandonando Giulia incinta e sola. Da quel momento il modo di vedere la vita per Giulia è cambiato. Non esiste null'altro al di fuori di sua figlia; il suo benessere viene prima di tutto e tutti. Ma quando Fabio, un bellissimo ragazzo moro dagli occhi scuri, irrompe nella sua vita tutto cambia. A piccoli passi, con la delicatezza di una piuma, Fabio comincia a conoscere Giulia. Nasce una relazione clandestina fatta di sesso occasionale, fissato al mercoledì pomeriggio. Una relazione asettica, in cui i sentimenti non possono entrare in gioco. Una relazione che deve restare tra le mura di casa di Fabio e di cui nessuno deve essere a conoscenza, altrimenti Giulia potrebbe decidere di lasciar perdere tutto.


Ma l'amore, si sa, è irrazionale, gioca brutti scherzi quando me ce l'aspettiamo. Fabio, che fin da subito ha dimostrato di essere un cavaliere, comincia a volere di più. Il sesso una volta alla settimana non gli basta più e non riesce a spiegarsi cosa nasconde Giulia, cos'è accaduto nel suo passato da renderla così fredda e chiusa nei confronti dell'altro sesso.
Non sarà facile per nessuno dei due trovare l'equilibrio. La ragazza sa che con Fabio non è solo sesso stupefacente, sa che il loro ingranaggio non funziona solamente tra le lenzuola, ma non riesce a fidarsi in nessun modo. Fabio è un ragazzo benestante, sexy e molto corteggiato. Le è stato sempre fedele? È andato a letto con altre? E la sua ex storica, Asia, di cui tutti pensano sia ancora innamorato? Che ruolo ha nella sua vita? Giulia sa di avere molto da perdere, non può lasciarsi andare di nuovo all'amore e restarne scottata. Non potrebbe sopportarlo per la seconda volta. Il suo cuore è già malandato.
Fabio, dal suo canto, vorrebbe conoscere Giulia nella vita di tutti i giorni, presentarla ai suoi amici, andare a bere qualcosa fuori, fare una passeggiata. Tutto ciò che i ragazzi della loro età fanno.
Riusciranno a conciliare i loro diversi desideri? Chi mollerà? E quali sfide dovranno affrontare affinché il loro amore sbocci?
–Quattro anni, eh? Sei quasi vergine allora…
–Non penso che si possa tornare indietro.
Mi accarezzò il clitoride gonfio e poi penetrò con un dito scostando gli slip.
–Sei bagnata e calda, mi piace.
Mi infilò un altro dito e io gemetti alzandomi leggermente verso le sue mani.
–Sei piuttosto agitata per essere una vergine però…– disse sorridendo.
–Sono quattro anni di astinenza… come saresti tu?
–Arrapato all’inverosimile.
Alzai la testa e lo guardai negli occhi dorati, sorrisi perché era la risposta giusta.
Una storia realistica, autoconclusiva, priva di effetti speciali. Alice Vezzani ha raccontato con semplicità la storia di una donna in cui è facile rispecchiarsi, una ragazza madre che si ritrova a far fronte alle difficoltà di vita quotidiana: arrivare a fine mese barcamenandosi tra due lavori per riuscire a mantenere sua figlia, rinunciare alle uscite con le amiche e al divertimento per dedicare più tempo alla bambina e non farle mancare nulla. Una donna sola che, nonostante i suoi 24 anni, dimostra maturità e di avere la testa sulle spalle. In Giulia è possibile vedere una donna reale, piuttosto che il personaggio di un romance. Potrebbe essere una nostra amica o conoscente. E ogni cosa che le accade, ha ben poco del romance. Forse lo stile dell'autrice, forse la storia narrata, ancora non ho capito a cosa sia dovuto, ma la mia impressione è quella di aver letto una storia di vita ordinaria che, facendo della semplicità la propria punta di diamante, si è fatta leggere stimolando il mio interesse.
- Quando mi concederai di uscire con me? Voglio dire fuori da qui?
–Non lo so, Fabio. Non mi sembra una buona idea.
–Ammetterai che questa camera limita molto il nostro rapporto.
Avrei voluto dirgli che per me questa camera era tutto quello che volevo, era tutto quello che potevo dargli, era come una bolla, un pianeta a sé che non doveva interagire con il resto della mia vita. Uscire da qui equivaleva passare a un livello diverso, e se poco prima ero angosciata all’idea di lasciarlo, se fossimo andati oltre cosa ne sarebbe stato di me se fosse finita?
L'elemento romance, in particolare quello erotico, è inserito sapientemente nella storia, senza stonare o sembrare fuori posto. Nessuna forzatura, tutto scorre a meraviglia. Nelle scene erotiche ho ritrovato la Vezzani che mi ha fatto innamorare follemente di Sei tu la mia stella un bel po' di tempo fa.


Ho adorato Fabio, un personaggio che colpisce da subito e si fa amare. Comprensivo, anche troppo forse, dolce. L'uomo perfetto per Giulia. E' innegabile che la ragazza abbia approfittato più volte della sua bontà. Vi dico che entrambi sono gelosissimi, non esagero nel definirli "patologici", ma Fabio, a differenza di Giulia, cerca di non dargliene motivo. Tra i due sicuramente è il protagonista a comportarsi meglio, la sua capacità di comprendere i bisogni, anche quelli inespressi, della sua amata, è qualcosa di unico che colpisce il cuore del lettore. La dimostrazione, l'ennesima dimostrazione, che un uomo sexy e desiderato può anche avere un gran cuore e donarlo ad un'unica donna.
Fidati del mio amore è una storia reale, il cui protagonista è un cuore spezzato che vive nella paura di vedere i suoi pezzi frantumarsi di nuovo. È la storia di un amore che procede a tentoni, a piccoli passi e con la forza di volontà riesce a spiccare il volo. È la storia di una donna provata e ferita che riscopre l'amore tra le braccia di un uomo disposto a darle tutto ciò di cui ha bisogno. 
Consigliato a chi ha voglia di leggere una storia di vita e d'amore reale, concreta, che si distacca leggermente dalla "finzione" tipica delle storie d'amore di carta.
Il finale per me è la nota dolente di questo libro. L'ho trovato insoddisfacente, ho chiuso il Kindle con il muso lungo come poche volte mi è successo. Manca il vero e proprio epilogo, quello che mi fa abbandonare i protagonisti sapendoli felici, dopo cinque anni, dopo tutte le difficoltà affrontate. Alice, perchè ci hai lasciato così?  








Nessun commento:

Posta un commento