venerdì 27 gennaio 2017

SEI NEL MIO CUORE, RAFFAELLA V. POGGI. Recensione in anteprima.


TITOLO: Sei nel mio cuore

AUTORE: Raffaella V. Poggi

EDITORE: Newton Compton

PAGINE: 100

PUBBLICAZIONE:  27 gennaio 2017

GENERE: Erotic romance

PREZZO: € 0,99 ebook



Juliette è una modella con una cicatrice sul viso. Nel giro la chiamano "Mademoiselle le corps", perché il suo volto non viene mai inquadrato; Leonard Morel sta divorziando, ha due figlie e ha fatto i soldi con alcuni brevetti. Sul set di una sua campagna pubblicitaria gli capita di posare nudo insieme a Juliette. Quell'incontro lascia un segno in Leonard: quella ragazza ha qualcosa di particolare che lo affascina…





Juliette è una modella famosa. Tutti conoscono alla perfezione il suo corpo sinuoso e prorompente, ma nessuno, a parte i fotografi, conosce il suo volto.
Nel suo campo è conosciuta come "Mademoiselle le corps".
Juliette ama il suo corpo, ma a differenza di quel che si può pensare, è una ragazza che non si apre molto con nessuno e rimane sempre sulle sue.

Questo lavoro non è la sua vita, lei adora l'arte, la fotografia, la pittura, ed ha un occhio raffinato per qualsiasi oggetto. Ama creare qualsiasi cosa, ed ogni sua creazione diventa energia pura.
Nella speranza di poter un giorno lavorare come gallerista, sfrutta le sue grazie per sbarcare il lunario, posando per cartelloni pubblicitari o come modella nelle università.

In effetti potrebbe anche non farlo, perchè la sua famiglia di origine è facoltosa e ben nota per la produzione di vini, ma Juliette vuole emergere da sola, per potersi costruire un futuro senza il loro aiuto.

Julie sta con Martin da 5 anni. Non ha mai avuto alcun dubbio sul fatto lui che non fosse l'uomo della sua vita.
Sa di essere amata, e pensa di amarlo a sua volta, ma ben presto un incontro inaspettato sconvolgerà tutta la sua vita.





Leonard Morel è un imprenditore, a detta di molti geniale. Ha sempre avuto le idee molto chiare su ciò che voleva dalla vita, e pur incappando in parecchie controversie affettive e non, non si è mai lasciato scoraggiare dalla vita.
La e-VENT è la sua più grande soddisfazione, come la sua linea di arredamento, la più innovativa e accattivante di tutta la Francia. Non esiste uomo o donna in tutto lo stato che non abbia almeno un oggetto riportante il suo marchio in casa propria. 
Sempre a caccia di novità e pronto a tutto per portare all'apice i suoi prodotti, viene convinto dal suo amico Gilbert, nonchè famoso fotografo, a fare da testimonial dell'ultimo articolo della sua azienda. Ma non sarà da solo su quel set. 
Mademoiselle le corps, alias Juliette, sarà la sua partner in quel viaggio.
Appena la vede, ne rimane completamente rapito, e non solo per la sua innegabile bellezza, ma anche per la sua semplicità. E per di più ... Leonardo si rende conto che Juliette non sa assolutamente chi ha d'avanti...


Era sconvolto.
Eccitato e sconvolto.
Probabilmente più sconvolto ed eccitato di quella mattina, quando se l'era trovata nuda e vibrante fra le braccia. Era come se la conoscesse da sempre, come se ne conoscesse il corpo, la mente e l'anima, in una simbiosi mai provata.


Per la prima volta nella sua vita una donna non lo guarda con gli occhi di uno squalo, pronta ad ottenere da lui qualsiasi cosa, e a mettere mano al suo sostanzioso portafoglio. Insieme a lei si sente sereno, disinvolto, ma soprattutto per la prima volta dopo tanto tempo, si sente se stesso.
Sono entrambi talmente travolti dagli eventi e da loro stessi, che per quasi 24 ore non riescono a separarsi.
Abbandonando ogni senso logico e dimenticando qualsiasi cosa che non siano loro, i loro corpi si uniscono, scoprendosi l'un l'altro,  unendosi cuore e anima.



Juliette non aveva mezze misure nella vita, così come nel fare l'amore: per lei era come dipingere e quella era una tela bianca da riempire.
Le sue dita erano i pennelli, la sua bocca l'acquerello da spandere, il suo seno la spugna che asciugava i colori.
Persino il suo punto più intimo era diventato la spatola che stendeva le tinte fosche e confuse del piacere.
Il suo corpo era lo strumento, Leo era l'opera da portare a termine.

Non vi svelerò di più, perchè la novella non è lunghissima e son sicura che la divorerete in un sol boccone :D
La storia tratta un tema molto importante.
Come già affrontato in altri testi, riscopriamo in queste pagine cosa voglia dire avere un trauma  e la vacuità della bellezza, che è solo fine a se stessa.
Juliette è sfregiata nel volto ma ancor più nell' anima, ed è per questo che non si mostra mai per intero.
Beffeggiata fin da ragazzina per il suo viso deturpato, ha sempre creduto di essere un mostro, e che nessuno (persino lei) voglia guardarla se non per il suo corpo perfetto.
Ma come spesso si dice, l'amore guarisce tutte le ferite. Leornardo sarà in grado di far vedere a Juliette il mondo attraverso i suoi occhi? Di farle capire che la sua bellezza è esteriore, quanto interiore?

E' il primo libro che leggo di questa autrice e sono più che contenta di averlo fatto.
Una lettura molto scorrevole e piacevole, che consiglio sicuramente.
Alla prossima :)










2 commenti:

  1. Eccomi! Da computer riesco finalmente ad accedere al web e rispondere: grazie delle bellissime parole e per i banner. Spero piacerà perchè è un vecchio racconto a cui tengo molto, ha tanto di me. Grazie!!

    RispondiElimina
  2. Bella recensione ho avuto il.piacere di leggerlo nella versione Self e devo dire che Raffaella tocca sempre tematiche con quella frizzante ironia senza essere superficiale. . Consiglio di leggere i libri di questa autrice che stimo nel personale come nel lavorativo perché riescono a farti provare tante emozioni

    RispondiElimina