lunedì 16 gennaio 2017

LA CAREZZA DEL FUOCO SERIES #2. L'INGANNO DEL FUOCO, ELISA MIRNO. Recensione.


TITOLO: L'inganno del fuoco

AUTORE: Elisa Mirno

SERIE: La carezza del fuoco #2

EDITORE: Self Publishing

PAGINE: 511

PUBBLICAZIONE: 21 agosto 2016 

GENERE: Romance storico, Erotico Storico, Fantasy

PREZZO: € 2,99 ebook
L’amore uccide… fu questo l’ultimo pensiero di Luke Taylor, quando vide sull’altare la crudele e bellissima Giselle Da Mien, sposare il capitano di marina Richard Morel. 
Certo l’amore poteva uccidere l’uomo comune, ma non lui, il più ambito e vezzeggiato gigolò di tutta la Francia. L’unico a cui nessuna donna o uomo era in grado di resistere. 
Dopo aver abbandonato l’Africa, con i suoi tramonti mozzafiato ed i perigliosi riti tribali, ed essersi lasciato alle spalle la tormentata storia d’amore con l’ambigua Giselle, tra viaggi avventurosi lungo le coste del Mediterraneo ed intrighi politici, Luke rivivrà il suo passato, cercando di cambiare il futuro della Francia. Ma non si può lottare contro la propria natura, per questo, giunto nel Regno di Sardegna, il gigolò finirà per sprofondare nell’ennesimo triangolo amoroso ed alla fine comprenderà che alcune storie d’amore, nascono solo per un motivo, uccidere. 



 "Farabutto, sleale e prepotente. Ecco chi era Luke Taylor. Era certo che ogni suo bacio, ogni sua carezza ed ogni suo tocco fosse, per una donna, talmente unico ed irripetibile, da poter cancellare, come un soffio di vento, tutti gli altri uomini, divenendo un punto fisso nella mente. Ed il guaio era che fosse talmente bravo ed esperto nelle sue pratiche, da riuscire davvero nell’impresa. Arrivando così a diventare l’unico uomo che una donna potesse desiderare. Chi era Luke Taylor? Un farabutto!"
Che cosa dire? L'inganno del fuoco è un degno seguito del primo capitolo della serie: è interessante, grintoso e propedeutico, perché svela il passato aiutandoci a capire meglio la storia. L'autrice ha spinto sull'acceleratore e ha inserito nuove componenti, o meglio ha enfatizzato alcune caratteristiche psicologiche e narrative, rendendo questa lettura davvero sorprendente. Intreccio misterioso, sensualità promiscua e borderline, fantasia e realtà: un mix inusuale e interessante. Di sicuro non è una lettura soft, ma è ottimale per chi non si spaventa facilmente.



Mai fidarsi: questo è ciò che Luke ha imparato nel corso degli anni, perché quando lo ha fatto è stato ferito, è stato ingannato. L'atmosfera sensuale che già nel primo romanzo era presente, qui è resa protagonista, colonna portante del passato e del presente, in bilico tra desiderio e costrizione, tra essere padroni di se stessi e schiavi del vizio. Il cambiamento del personaggio è ben evidente, così come la sua presa di coscienza e il suo desiderio di rivalsa, di farcela contro chi l'aveva schiacciato e trasformato in una pedina. Ma cambiamento non sempre equivale a miglioramento: e se Luke fosse diventato troppo simile a ciò che odiava? Ciò che sicuramente è fuori discussione è la sua passione, il suo essere travolgente, il suo essere vittima e carnefice, e la sua inespressa insicurezza. Perché gli uomini come il protagonista - quelli che pensano di avere sempre una via di fuga, quelli che credono di essere più furbi, quelli che ritengono di sapersela sempre cavare - di solito ci cascano con entrambe le scarpe. 
Giselle. Sempre misteriosa, coraggiosa e incontrollabile, una di quelle donne che rende pan per focaccia, che ammalia con uno sguardo e tende a prevaricare. Ma Luke non è un tipo semplice e non le renderà le cose semplici: tra loro continuerà il solito duello, quello che li consuma e li porta alla sfinimento, ma al contempo è la benzina del loro rapporto. Ma quanto potrà durare questa situazione? Prima o poi uno dei due dovrà cedere, dovrà arrendersi per il bene dell'altro e di se stesso. Un amore che dovrà superare mille ostacoli, dovrà dimostrare di essere più forte delle insidie, dovrà insegnare ai due protagonisti il valore del sacrificio, il coraggio e il dolore dell'abbandono. Fare la cosa giusta non sempre è facile e non sempre è privo di conseguenze.
Oltre alla narrazione delle storie passate, troverete un bellissimo compendio di emozioni tornate a galla, riemerse nel presente. Ricordi e sensazioni che ho trovato vincenti perché uniscono le due fasi della vita, creando un collante narrativo che non annoia, anzi aiuta il lettore a barcamenarsi nella linea temporale, a capire le diverse prospettive e la psicologia dei personaggi. Ovviamente non spiega tutto, perché l'autrice è ben propensa a svelare ogni cosa al momento giusto. E allora state attenti a ogni dettaglio, tenete a mente ogni cosa, perché è una vera e proprio caccia al tesoro che vi prenderà fino al midollo. Non fatevi distrarre dall'atmosfera e dalle scene erotiche che pervadono tutto il romanzo, o rimarrete con un pungo di mosche in mano... Vi ho avvisato!



Una menzione speciale alla ciurma che mi ha fatto davvero divertire e ha creato un ottimo intermezzo tra il passato e il presente, l'eros e il ricordo doloroso. Ogni componente ha una propria funzione e svolge un ruolo ben preciso, ogni attore indossa e incarna una maschera: devo ammettere che sono rimasta colpita dalla biodiversità insita in questo romanzo.
Il linguaggio è misto, ovvero varia a seconda delle scene e delle virate narrative: in alcune pagine è osceno e scabroso, in altre delicatamente ossessivo, in altre ancora introspettivo, a tratti irrazionale. L'insieme non è male perché si compensa. Certo, in alcune parti avrei smorzato i toni e pulito di più il lessico, ma immagino che l'autrice abbia compiuto una scelta ben precisa. Detto francamente, in occasioni simili ho espresso un'opinione molto diversa, ma durante la lettura mi sono appassionata alla causa, ai personaggi, alle loro storie, mi sono letteralmente lasciata andare. 
Il testo risulta tendenzialmente più corretto rispetto al primo capitolo della serie. In questo caso ho deciso di premiare le sensazioni contrastanti che questa lettura ha scatenato dentro di me, in bilico tra avversione e curiosità morbosa. Un miscuglio di generi di tale portata necessita di una struttura che sopporti un tale peso narrativo: nonostante non sia perfetto, questo romanzo è un buon lavoro.




LA CAREZZA DEL FUOCO SERIES

#1, La carezza del fuoco

#2, L'inganno del fuoco 

Nessun commento:

Posta un commento