mercoledì 11 gennaio 2017

DANGEROUS GAME SERIES #1. AFFERRAMI, MARGARET MIKKI. Recensione.

TITOLO:  Afferrami

AUTORE: Margaret Mikki

SERIE: Dangerous game

EDITORE: Self Publishing

PAGINE: 125

PUBBLICAZIONE: 9 dicembre 2016

GENERE: Erotic Romance

COSTO: € 1,99


La mia vita è cambiata. Dall'essere una semplice studentessa mi sono ritrovata a fare la prostituta. Perché? Per un debito. Ora la mia vita appartiene a Jack Walker, un uomo ricco e spietato. Ogni mio respiro è suo, ogni mio movimento gli appartiene, la mia vita è nelle sue mani e non so come liberarmi da lui. Solo uno stramaledetto colpo di fortuna avrebbe potuto salvarmi la vita e il mio si chiama Neeyd Myers.


*NOTA: Il romanzo contiene scene con sfumature dark, quindi consiglio la lettura solo a un pubblico consapevole.

Titolo e sinossi mi hanno subito incuriosita, e devo ammettere che la trama non è affatto male, ma è una lettura troppo breve. Non sono riuscita a gustarmela quanto avrei voluto, ne desideravo ancora, ancora e ancora. Volevo assolutamente capire alcune cosucce, ma credo che mi toccherà aspettare l'uscita del prossimo romanzo della serie.
Grrr!
Margaret, escilo il prima possibile!

Siamo perfetti sconosciuti. Siamo il giorno e la notte. Siamo attratti da qualcosa di profondo e viscerale. Siamo Neeyd e Roxi, due persone che si sono amati solo una notte, ma sai che ti dico, dolcezza? In questo gioco si gioca in due. Non sei l'unica pedina sulla scacchiera. Se muovi tu, lo faccio anch'io.

Neeyd e Roxi più che incontrarsi si scontrano, o meglio lui la salva da una situazione delicata. Solito cliché? No, direi di no, perché man mano scoprirete che le cose non sono mai come sembrano. Il dato di fatto è che tra quest'uomo e questa donna scoppia subito una grande passione, qualcosa di viscerale e incontrollabile. Finzione o realtà? In fondo lei è una prostituta, sa fingere bene, lo fa per lavoro. Eh, care mie, fingere è possibile, ma Roxi in mezzo a tutto questo marasma ci mette del suo, eccome se ce lo mette. Neeyd la accompagnerà e la proteggerà senza riserve, come un cavaliere oscuro, uno di quei cattivi che in realtà è buono fino al midollo. La situazione sarà a dir poco ingarbugliata, perchè oltre a loro incontrerete amici, parenti, papponi, criminali della zona, fantasmi del passato e tanti altri. Tutti sembreranno avere un ruolo, compiranno azioni ben precise, ma la realtà è molto diversa e toccherà a voi scoprire, pagina dopo pagina, chi sta raggirando chi e perché.


I due protagonisti hanno un carattere forte, scontroso, indisciplinato. Ma dietro al loro legame, alla loro passione, c'è molto altro, e secondo me è proprio quella la vera trama, ed è proprio per il sottofondo che mi sono appassionata. Capiamoci, ho amato Roxi e Neeyd, ma finché non comprenderò veramente i loro comportamenti non potrò fidarmi di nessuno dei due. Sono due teste calde, due animali selvaggi, sono incontenibili e incontentabili: c'è chi lo fa perché è così e chi, invece, perché è stato trasformato o costretto da eventi esterni. Le personalità ideate dall'autrice sono potenzialmente molto complesse, ma tendono a essere trattate in modo troppo frettoloso e netto.

Siamo in questo locale solo io e lui.Ci spogliamo con la mente.Ci baciamo con gli occhi.Facciamo l'amore esposti a tutti con l'anima.


Un romanzo molto diverso da quelli pubblicati dall'autrice in precedenza, sia per genere narrativo di riferimento sia per le ambientazioni e le tematiche. L'atmosfera è carica di tensione sessuale, timori, misteri e bugie. Tutto è avvolto da una fitta nebbia che fa intravedere solo i profili, e il lettore è in trepidante attesa di una folata di vento che dissipi ogni dubbio. Questo aspetto è ciò che mi ha più colpita e appassionata alla storia. Trovo che la trama sia interessante e abbia ottime potenzialità, alcune espresse e altre inespresse. Penso che entrambi i personaggi meritassero qualche pagina in più e qualche approfondimento maggiore; anche la creazione del dubbio e il successivo svelamento parziale poteva essere trattato andando a fondo, scavando. Probabilmente mancano parecchi tasselli che saranno svelati nel secondo romanzo, ma ho sentito comunque un senso di mancanza.


La carica erotica presente non mi ha turbata, anzi l'ho trovata molto gradevole. I due protagonisti conducono vite al limite della legalità per cui un po' di scabrosa intimità non guasta e non stona. Sicuramente le ambientazioni e le contestualizzazioni potevano essere arricchite per rendere più vivida la lettura, ma ho notato che qualche passo avanti è stato fatto. L'autrice ha inserito scene e pensieri che fanno intuire l'alone tenebroso che avvolge i personaggi, la loro psiche, ma mancano le sfumature, il prisma narrativo che trasforma un testo didascalico in qualcosa di più completo e complesso. Secondo me è proprio il salto di qualità che dovrebbe fare l'autrice, perché le idee ci sono, la cartterizzazione è abbozzata ma c'è, lo svolgimento è manchevole ma c'è, la grinta c'è... Che cosa manca? Un collante, ed è su quel collante che Margaret deve concentrarsi. Come dire... Ha pennelli, tavolozza e colori in mano, ora deve solo amalgamare, sovrapporre e spennellare.
Non importa se cadrai, io ti afferrerò. Verrò a riprenderti ovunque.
Il testo contiene imprecisioni e sviste; il periodare andrebbe rivisto e i discorsi diretti resi più corposi; attenzione ai verbi. Nonostante ciò sono fiduciosa e spero in un miglioramento futuro!








Nessun commento:

Posta un commento