lunedì 5 dicembre 2016

TI LASCIO MA RESTIAMO AMICI, MOLLY McADAMS. Recensione.


TITOLO: Ti lascio ma restiamo amici

AUTORE: Molly McAdams

SERIE: Taking chances #1

EDITORE: Newton Compton 

PUBBLICAZIONE: 7 maggio 2015

GENERE: New adult

PAGINE: 433

PREZZO: € 4,99 ebook; € 4,17 cartaceo (Insuperabili Gold) 

Harper ha diciotto anni ed è cresciuta in una base militare, sotto la rigida supervisione di suo padre, un marine severo e poco comunicativo. Ma finalmente è riuscita a spuntarla: farà l’università a San Diego, all’altro capo del Paese, e potrà così cominciare a vivere la vita a modo suo, sperimentando cose di cui ha sempre e solo sentito parlare. Grazie alla sua nuova compagna di stanza, Harper viene introdotta in un mondo di feste, bei ragazzi, nuove emozioni. Si ritrova però ben presto con il cuore diviso a metà: è innamorata di Brandon, il suo fidanzato, praticamente il ragazzo perfetto, e contemporaneamente prova una fortissima attrazione per Chase, il fratello della sua compagna di stanza, che invece non sembra affatto “perfetto”. Nonostante provengano entrambi da storie difficili, tutti e due adorano Harper e farebbero pazzie per lei, compreso un passo indietro se questo potesse aiutarla a essere felice…






Da una parte le farfalle nello stomaco, dall'altra brividi bollenti; da una parte Brandon Taylor, muscolatura perfetta, fossetta sulla guancia destra, risata profonda, occhi grigi e sorriso caldo, dall'altra Chase Grayson, profondi occhi blu, labbra carnose, sguardo perfezionato in anni e anni di esercizio.
Questa è la storia di Harper Jackson,  una ragazza che decide di lasciare la sua vita in North Carolina per andare a vivere in California. Si lascia alle spalle un passato poco felice con un padre che non è stato in grado di insegnarle altro che disciplina. Fin dai primi giorni della sua nuova vita sarà attratta da due ragazzi tanto diversi quanto simili. Brandon e Chase sono sexy, tatuati e rappresentano per Harper una grande tentazione.
La ragazza inizierà una storia con Brandon che, all'apparenza, sembra il classico bravo ragazzo, quello che non la tradirà mai e sarà in grado di darle la sicurezza che cerca. Sarà facile convincersi che è lui l'uomo che ama, che non potrebbe essere diversamente, ma l'attrazione fisica, i brividi e la pelle d'oca che sente alla vista di Chase sono segnali che difficilmente riuscirà ad ignorare.
"Sei imprevedibile, non so mai come comportarmi con te, non so che cosa vuoi!" 
"Io voglio te! Tu sei tutto quello che ho sempre desiderato" 
"E allora perchè cerchi ancora di farmi del male?" 
"Perchè così è più facile". La sua voce era dolce adesso, vedevo il dolore nei suoi occhi. 
"Stai con Brandon. Sai che cosa provo quando vi vedo insieme? Ti desidero tantissimo, ma so che è con lui che devi stare. Ti immagini quanto è difficile?" 
"E se io volessi te?" 
"Harper, no." 
"Sono innamorata di Brandon, ma non posso cancellare quello che provo per te, e so che tu sai di che cosa sto parlando. Qualunque cosa ci sia tra noi... c'è dalla prima volta che ti ho incontrato. E' come se non fossi mai sazia di te..."

Vorrei potermi aprire del tutto con voi, raccontarvi di ogni mio dubbio e cruccio, ma davvero non posso, rischio di essere ammazzata da chi vuole godersi la lettura senza spoiler. Sono una lettrice che ama sapere a cosa andrà incontro, spesso vado a leggere le recensioni contenenti spoiler o chiedo informazioni sul finale a chi sa già come finirà. Stavolta, però, ho deciso di godermi la lettura e scoprire ogni cosa senza affrettare i tempi. I pareri discordanti su questo libro hanno attirato la mia attenzione come calamita, e ho pensato che fosse normale visto il tema trattato. Quando c'è di mezzo un triangolo, c'è sempre chi tifa per un protagonista e chi per l'altro.
La storia di Harper, Brandon e Chase, però, va al di fuori di ogni triangolo e ogni storia letta finora.
Fino al 60% sono stata incollata al Kindle, ho visto passare sul mio volto decine di espressioni ed emozioni. Sono passata dal sorriso al pianto, dalla commozione alla rabbia, dallo stupore alla delusione. Era lampante quanto fosse un libro speciale, quanto mi avesse coinvolta e quanto difficilmente avrei potuto dimenticarlo e continuare a leggere altri libri. E prim'ancora che l'autrice decidesse di inserire quello che chiamo il "colpo di scena", per me era già un libro molto al di sopra della media, un libro diverso dagli altri, che mi aveva fatto provare sensazioni che non provavo da tempo. E' per questo che ritengo che Ti lascio ma restiamo amici non aveva davvero bisogno di un colpo di scena così malvagio, gratuito e ingiustificato. Vorrei proprio chiedere all'autrice il perchè. Ce n'era bisogno? Ai miei occhi, quelli di una lettrice appassionatasi alla storia, veramente NO. E soprattutto, penso che dopo questa scelta sbagliata il libro ne abbia risentito alla grande. Non ho letto con lo stesso interesse, ho perso il desiderio di arrivare alla parola "fine". Le vicende si sono susseguite in maniera piatta e oserei dire anche un po' melensa. Potrei sembrare di parte, per chi sa per quale dei due ragazzi il mio cuore batte, ma vi assicuro che non è così. Il rapporto tra Harper e l'uomo che ha "scelto" procederà in maniera molto lenta, scontata e melensa.
Avrei voluto lanciare il Kindle contro un muro, spaccare qualcosa. Oltre alla scelta in sè, non contenta, la McAdamas ha continuato con una serie di scivoloni pazzeschi, che mi hanno fatto odiare la protagonista (diciamolo pure, una tipa un po' svampita e ingenuotta che fa cadere ai suoi piedi milioni di uomini senza averne la minima consapevolezza...), le sue scelte, e la sua capacità di 'dimenticare' così in fretta una persona a cui ha scelto di donare la sua verginità e con cui ha scelto, anche solo per poco, di vivere la sua vita futura e con cui era intenzionata a metter su famiglia. 
Potevo accettare che Harper fosse una bomba sexy, perchè solo una bomba sexy può avere ai suoi piedi due ragazzi favolosi e un intero esercito, ma non ne avesse la minima idea; potevo accettare che i segnali per farle capire quanto ognuno di loro la desiderasse fossero chiari e palesi ma lei continuasse a vivere nel suo mondo dove nessuno se la filava. Quello che non ho accettato e che mi ha fatto odiare questo personaggio è stata la crudeltà e l'indifferenza con cui ha trattato uno dei due ragazzi. Si presenta come una ragazza che crede nei valori, che vuole donare la sua verginità solo all'uomo che la farà sentire pronta a compiere questo passo importante, e poi volterà pagina e metterà una pietra sopra il loro rapporto dopo pochi secondi. L'atteggiamento che la ragazza assumerà nella seconda metà del libro, per me, è davvero inaccettabile. Non è giustificabile in nessun modo.
Non mi è piaciuto il modo in cui i personaggi secondari, allo stesso modo di Harper, hanno dimenticato e sono andati avanti. Ciò che arriva è che l'autrice abbia perso un po' di vista il finale della storia, si sia trovata travolta dagli eventi di cui ha raccontato e non abbia saputo gestire il "dopo".
I protagonisti maschili sono sicuramente ciò che ho preferito dell'intero libro. Brandon è il ragazzo che ogni donna, razionalmente, vorrebbe al suo fianco. Dà sicurezza, protegge la sua donna, è iperprotettivo, ed è disposto ad aspettare anche una vita intera per rispettare i tempi della donna che ama. Chase, invece, è fuoco. E' l'uomo capace di portarsi anche tre donne a sera a letto, ma che non resta a dormire con nessuna di loro. E' l'uomo capace di cambiare radicalmente per amore di Harper, di spingerla tra le braccia di un altro solo per saperla felice.
Se dovessi basarmi sulla scelta dell'autrice che ha cambiato totalmente l'idea che avevo di Ti lascio ma restiamo amici, dovrei valutare questo libro con una stellina, perchè vi giuro che dopo aver letto qualcosa di così crudele, la voglia di abbandonare la lettura era tanta! Se dovessi basarmi sul comportamento di Harper, prima ingenuotta, poi eterna indecisa, poi innamorata pazza di entrambi, poi crudele ed egoista, dovrei valutarlo con due stelline. Se dovessi basarmi sulla seconda metà della storia tornerei ad una stellina. 
Ma mi baserò, come sempre faccio, su ciò che ho provato, sulle emozioni. Per quanto se ne possa dire, questo libro è diverso dagli altri, mi ha messo sotto sopra lo stomaco e mi ha travolto perchè mai, mai mi sarei aspettata, ad una prima occhiata alla copertina e alla trama, di trovare tutto questo.
Se ne è valsa la pena? Ho pianto, mi sono straziata, ho inveito contro tutto e tutti (in primis contro Molly McAdams!), ce l'ho avuta con il mondo intero per una sera, ma... Sì, ne vale assolutamente la pena. Non perdetevi questa lettura perchè vi hanno detto che... Buttatevi, provate queste emozioni sulla vostra pelle, perchè non c'è nulla di più bello che farsi scombussolare da un libro.
Inoltre vorrei tranquillizzare coloro che hanno letto che Ti lascio ma restiamo amici fa parte di una serie. Il libro è autoconclusivo, il secondo capitolo racconterà la storia dal punto di vista di Chase.




TAKING CHANCES SERIE

#1, Ti lascio ma restiamo amici (maggio 2015)
#2, La mia fantastica scelta sbagliata (febbraio 2016)
#3, La rivincita siamo noi (prossimamente, 2017)



Nessun commento:

Posta un commento