domenica 18 dicembre 2016

24 libri a Natale: CERCASI FIDANZATO PER NATALE, ELEONORA MANDESE. Recensione e blogtour natalizio.

BUONGIORNO ANGELI E BUONA DOMENICA. OGGI IL NOSTRO BLOG PARTECIPERÀ A UN BLOGTOUR TUTTO DEDICATO AL NATALE. 24 BLOG COINVOLTI, 24 APPUNTAMENTI, 24 CONSIGLI LIBRESCHI NATALIZI. LA NOSTRA TAPPA, LA DICIOTTESIMA, VI PRESENTA IL NUOVO LIBRO DI ELEONORA MANDESE, PUBBLICATO LO SCORSO 25 NOVEMBRE, CERCASI FIDANZATO PER NATALE, UN MIX DI IRONIA, AMORE, DESIDERI E SENSUALITÀ. LA PAROLA ALLA NOSTRA DANIELA CHE LO HA LETTO E RECENSITO PER VOI.







TITOLO: Cercasi fidanzato per Natale

AUTORE: Eleonora Mandese

EDITORE: Self publishing

PUBBLICAZIONE: 25 novembre 2016 

GENERE: Contemporary romance

PAGINE: 113

PREZZO: € 0,99 ebook; € 6,99 cartaceo

Elizabeth Baker non crede nella fortuna. Come potrebbe? La sua vita è un puzzle incompleto di rimpianti, lavoro insoddisfacente e singletudine acuta. Tra serate in compagnia di una bottiglia di vino e risvegli in una redazione giornalistica gremita di donne in menopausa, la sua unica ancora di salvezza ha due occhi blu ed è il direttore del giornale per cui lavora: Paul Grey. 
Il solo suono del suo nome è sufficiente per far perdere i sensi a qualsiasi essere umano provvisto di ormoni. 
Peccato che Eli non sappia che qualcuno la sta osservando da molto, troppo tempo ed è disposto a fare qualsiasi cosa per renderla felice.
Cosa succede se una fantasma pasticciona si intromette nella sua vita promettendole di esaudire qualsiasi suo desiderio? 

Eli è nel panico, sa perfettamente che tutto questo non può essere reale: ma se proprio dovesse esprimere un desiderio, un fidanzato perfetto è tutto ciò che vorrebbe per Natale...


Se facessimo un sondaggio fra le donne di età compresa tra i venti e i trenta anni affette da singletudine acuta il loro regalo preferito sotto l’albero di Natale sarebbe sicuramente un fidanzato, proprio come la protagonista di questa storia, Elizabeth Baker.

Da quando il mio giornale ha un nuovo capo, perfino una testata giornalistica come la mia, che si occupa di uomini in sovrappeso e donne in menopausa, si è trasformata improvvisamente in un harem abitato da donne vogliose.

Ovviamente la nostra Eli non è da meno, anzi per lei l’affascinante Paul Grey è diventato il centro dei suoi sogni, l’uomo perfetto, quello per tutta la vita. Sì,i avete letto bene, il cognome è quello del super fico e complicatissimo uomo dalle cinquanta sfumature di grigio, ma a differenza del Grey by original di sfumature  ne avrà soltanto una e aggiungerei anche molto più scura di grigia!!! L’abito si sa non fa il monaco ed in questo caso il proverbio calza proprio a pennello, purtroppo per lei  la nostra Eli vede solo il suo aspetto esteriore: alto, affascinante, capelli biondo cenere con splendidi occhi azzurri che la lasciano ogni giorno senza parole.
In ufficio però esiste anche un altro esemplare maschile prestante e affascinante: il suo amico di scuola e di vita David Joanshon. David è, ed è sempre stato, vicino ad Elizabeth, e ben presto per colpa di un fantasma pasticcione quest’ultima comincerà ad accorgersi dei suoi occhi profondi del colore della foresta che la scrutano da anni e che nascondono un sentimento forte e sincero, perché anche se il compito del fantasma in questione è quello di farle trovare il fidanzato perfetto, purtroppo subentrano effetti collaterali imprevedibili.

«Non sono tenuta a darti spiegazioni» concludo, aprendo lo sportello della macchina per scendere. «Penso proprio di sì, invece» mi interrompe appoggiando la sua mano sulla mia per bloccarne il movimento. È a pochi centimetri dal mio viso e deglutisco a vuoto faticando a sostenere l'idea che il suo respiro adesso sia in grado di confondersi con il mio.Ha la bocca socchiusa e la mano sudata. Ritraggo velocemente la mia e lui si ricompone sul sedile, guardando dritto davanti s sé: «Penso sia ancora lì dentro» conclude senza distogliere lo sguardo dal parabrezza. La sua espressione è tesa, la mandibola leggermente pronunciata è cosparsa da un velo di barba. La luce del giorno rende più scura la sua carnagione, naturalmente bianca come il latte. Sospiro, non capendo cosa voglia dirmi. «La ragazza di cui mi ero innamorato» dichiara, diminuendo il tono di voce ad ogni parola.
Il cuore prende a battermi velocemente mentre un calore nascosto si irradia rapidamente lungo il corpo.
Ho paura, le gambe tremano, e nella testa mi si riversano, come in una frana, tutti i ricordi della nostra vita insieme.

Urlo dentro mentre fuori sono immobile. Il mio migliore amico era innamorato di me. Era. «Per fortuna hai usato l'imperfetto!» sdrammatizzo, sperando di cogliere nel suo modo di esprimersi il velo ironico che solitamente lo caratterizza. Mi guarda intensamente, la mascella tesa come se avesse fatto uno sforzo incredibile. Mi sento un mostro per aver detto quelle parole, prego che si possa riavvolgere il nastro, dimenticare tutto, cancellare quell'espressione dipinta sul suo viso. «Penso che dovresti scendere da questa macchina.»


L’effetto collaterale più grande avrete sicuramente capito si chiama David e da questo momento in poi Eli si troverà in un mare di guai divisa tra il suo migliore amico e il bel Grey, da me soprannominato “l’uomo mangiatore di sushi”… quando scoprirete il perché sono sicura che vi spunterà più di un sorriso, proprio come è successo a me.
Eleonora Mandese è stata in grado di dar vita a un romance condito da fantasy, ironia e colpi di scena. Vi assicuro che resterete piacevolmente stupite dalle dinamiche che l'autrice ha ideato per i suoi personaggi.
 Nel suo piccolo questo libro mi ha colpita anche perché contiene temi importanti come la ricerca di se stessi, nel quale mi sono immedesimata. Nella vita capita spesso di perdersi rinunciando ai propri sogni, come nel caso della protagonista. Le cose succedono sempre per una ragione, bisogna solo capire quale e scoprirete che la nostra Elizabeth lo capirà nel modo più bello tramite l’amore.

«Ti sei battuto per me» sussurro poggiando una mano sopra la sua.
«Sempre» replica risoluto stendendo le labbra in un sorriso sincero.
Avrei voglia di sbatterlo contro la parete e baciarlo fino a consumarci la bocca.
Invece ci fissiamo, lasciando che uno scambi di sguardi diventi più intimo di qualsiasi contatto diretto.
Scopro di essere innamorata di lui nella maniera più semplice. Lo guardo e tutto quello che è successo prima perde di importanza, si svaluta nel giro di pochi secondi. Riesco a pensare soltanto ai suoi occhi che, alla luce del neon di un vecchio appartamento in affitto nel Queens, sono i più belli in cui abbia mai avuto modo di specchiarmi. Tutto ciò che devo fare adesso è trovare un modo per dimostrarglielo.



Il fantasma pasticcione vi sorprenderà, io leggendo ho apprezzato molto l’importanza del suo ruolo, fondamentale per far uscire David allo scoperto e per far capire ad Eli ciò che desidera veramente. A questo proposito avrei preferito che ci fosse anche il POV maschile perché David aveva bisogno di essere approfondito per comprendere al meglio i suoi sentimenti per Eli.
Detto ciò, consiglio questo libro, perchè con il suo stile fresco e scorrevole vi coinvolgerà in situazioni bizzarre ed originali e sul finale anche con una discreta dose di sensualità.

Brava Eleonora Mandese ;)










CALENDARIO TAPPE BLOGTOUR 





5 commenti: