martedì 1 novembre 2016

IL MIO SOGNO PROIBITO, MONICA MURPHY. Recensione.

Pronti per una nuova travolgente emozione? Dopo i successi della serie One Week Girlfriend e della saga Private Club Series, Monica Murphy torna dal suo fedele pubblico con il primo capitolo di un’avventura romantica e mozzafiato: Il mio sogno proibito, l’amore tormentato di Nick e Reverie.





TITOLO: Il mio sogno proibito

AUTORE: Monica Murphy

SERIE: Reverie #1

EDITORE: Newton Compton

PUBBLICAZIONE: 24 febbraio 2016

GENERE: New adult

PAGINE: 226


PREZZO: € 4,99 ebook; € 10,20 cartaceo


L’ho sempre saputo, fin dal primo momento in cui l’ho vista. Era la ragazza perfetta per me, l’unica che desiderassi, la sola che avrei mai potuto amare. Lei è la luce, io sono le tenebre. Lei è innocente, io mi sono macchiato di fin troppe colpe. Lei è buona, io cattivo. Lei è un sogno che si avvera, io l’incubo che la tormenterà ogni notte. Veniamo da due mondi diversi. Eppure è me che vuole, perciò ci teniamo stretto quello che abbiamo, finché è possibile. Lei è il mio amore segreto, e io sono il suo. Ma il problema è che i segreti non restano mai tali a lungo. E quando scopriranno che stiamo insieme, dovremo fare di tutto per metterci in salvo. Io non la lascerò nelle loro mani, perché Reverie Hale è mia». 



Non sono degno di lei. E lo so. Ma a lei non sembra importare.

Quindi non mi importa. L’unica cosa importante è lei.

È tutto per me.Il mio cuore. La mia anima. Hanno scoperto chi sono. Cosa mi è successo. Dove sono stato. Anche se non sanno la verità.
Mi dicono che non possiamo stare insieme. Fanno del loro meglio per tenerci 
lontani. Ma, quando lei non è al mio fianco, è come se mancasse un pezzo di me.
Resto tramortito finché non vedo il suo volto. Colgo il suo sorriso. Bacio le sue labbra. La tengo tra le braccia. Divento vivo. Mi ama. Io l’amo. Nessuno può separarci. A volte mi chiedo se sia un sogno. Un parto della mia immaginazione.
Ma poi la tocco. Sento la sua pelle sulla mia. Le sue labbra sulle mie. La sua lingua sul mio… Sapete.
E capisco che questo sogno è la mia realtà.
La mia Reverie.



Inizia così Il mio sogno proibito, regalandoci fin dall’inizio parole toccanti dettate dal cuore. Ma addentriamoci nella storia.

Il carcere si sa, è qualcosa che nessuno di noi vorrebbe mai sperimentare, a maggior ragione se si è innocenti.
Tradito in ogni modo da quello che doveva essere il suo migliore amico, Nick si ritrova a passare mesi dietro le sbarre, prima che la giustizia faccia il suo corso e cadano tutte le accuse nei suoi confronti.
Ciò di cui era accusato non era esattamente una cosa da poco.
L’omicidio non è di sicuro un furtarello o una bambinata, ma la coscienza di Nick è pulita.




Passare mesi in prigione però ti cambiano la vita e ti fa crescere in fretta. Lui ha solo dicassette anni, eppure la vita lo ha già reso adulto e ancora  più difficile sarà il rientro a casa, perchè scoprirà che sua madre è malata di cancro.
Il senso di colpa e l’ impotenza schiacciano a qualunque età, ma quando si è così giovani e si ha già sofferto tanto è davvero difficile trovare un buon motivo per continuare a vivere.
Ma Nick quel buon motivo ce l’ha.
Rimasto solo, decide di abbandonare quella città desolata dove non ha nessun amico, ma per farlo prima deve mettere da parte qualche soldo e lo fa lavorando come inserviente presso la casa di un famoso predicatore, Harold Hale.
Ed è qui che incontra Reverie, la figlia del reverendo.


La prima volta che l’ho vista sembrava una specie di principessa delle fate. La luce del sole tra i capelli, i raggi che le attraversavano la gonna del vestito ed evidenziavano quelle gambe infinite… era magnifica. Mi appare in sogno. Bella e sorridente. Non sognavo da settimane. Mesi. La mia mente era… vuota. Dopo avere perso mamma, mi sentivo come se non avessi più nulla. Non pensassi più nulla. Né emozioni. Né famiglia. Né amici. Ho un lavoro. Fine. Un posto in cui dormire la notte e una macchina da guidare. La vecchia macchina di mamma. Non ho altro. Non mi serve altro. Questo credevo. Finché non l’ho incontrata e tutto a un tratto non riesco a pensare ad altro.




Reverie Hale ha quasi diciassette anni e vive chiusa in un bozzolo, protetta dalla sua famiglia.

L’unica cosa importante per lei fino ad ora sono state la parola di Dio e la purezza.
Compiacere i genitori nel miglior modo possibile ed essere la figlia perfetta.
Tutto questo perbenismo però implode appena posa lo sguardo su Nicholas.


Sono una brava bambina. Sono una noia mortale, proprio come mi vogliono loro.
Ma non è abbastanza. Non è mai abbastanza. Voglio essere abbastanza per qualcuno. Per Nick. Nicholas Fairfield.



Desideri e sentimenti a lei completamente sconosciuti, affiorano senza che li possa fermare.

I due ragazzi si ritrovano a sognare qualcosa di apparentemente impossibile, ma si sa… al cuore non si comanda e quello che sembrava essere solo un sogno ad occhi aperti diventa un bisogno.
La voglia di scoprirsi e di respirare la stessa aria, momenti rubati e baci densi di un significato inspiegabile.


Non prova nemmeno ad essere sexy. E’ più del tipo pudico,
ma ogni volta che la vedo mi colpisce. Fa scattare l’allarme rosso in tutto il mio corpo. La sua vicinanza accende un’energia scoppiettante tra noi
che non posso controllare, qualsiasi cosa io faccia.
C’è … e basta.


Ma tutto sembra contro di loro.

Il passato di Nick, la sua ex fidanzata,i genitori di Reverie.
E una nuova tragedia irrompe ancora una volta nella vita dello sfortunato Nicholas Fairfield. Un’altra tragedia si riversa nella loro storia, strappandoli l’uno dalle braccia dell’altro e per amore, Nik sceglie di lasciare libera Rev.

Che dire ragazze? Dei romantici “Romeo e Giulietta” moderni, un libro davvero, davvero carino.
Una storia densa di sentimenti e di scelte difficili.
La vita è dannatamente complicata anche da adolescenti se il destino decide di metterci a dura prova e anche se si spera sempre che l’amore vinca su tutto, in realtà è la ragione quella che quasi sempre prevale.
Consigliato!
Non vedo l’ora di leggere il seguito.










  Recensione postata precedentemente sul blog Harem's Book con lo pseudonimo di Cinzia T.

Nessun commento:

Posta un commento