sabato 12 novembre 2016

E TU QUANDO LO FAI UN FIGLIO?, TIZIANA CAZZIERO. Recensione.



TITOLO: E tu quando lo fai un figlio?

AUTORE: Tiziana Cazziero

EDITORE: Rizzoli - Youfeel

PUBBLICAZIONE: 29 luglio 2016 

GENERE: Contemporary romance

COSTO: € 2,99 ebook

Mood: Emozionante – YouFeel RELOADED 
Diario di una maternità negata.
Lei lavora nell'alta finanza, lui è un artista, si sono conosciuti in giovane età ed è nata una bella storia d'amore. Si sono sposati credendo di aver raggiunto la felicità. Ma non tutto va sempre come si desidera: quando si pensa di poter avere quello che si vuole, arriva sempre un imprevisto a sconvolgere i piani. Lo sanno bene Luisa e Leonardo, in cerca di un bambino che non vuole arrivare; hanno i mezzi finanziari per avere il meglio della medicina e le cliniche più esclusive, ma i soldi non possono essere la risposta a tutto. Si può accettare la sterilità ed essere felici? 
Tra cene familiari discutibili, viaggi della speranza e attese estenuanti, Luisa e Leonardo ci raccontano, anche con un pizzico d'ironia e, soprattutto,con tanta voglia di vincere, come affrontare il dramma di un bimbo che non vuole arrivare. 


Ma tu quando lo fai un figlio?
Una domanda che viene posta regolarmente a chi è sposato da un po' di tempo o inizia ad essere un pò in là con l'età.
Purtroppo la gente a volte ha la delicatezza di un elefante e prima di porre certe domande dovrebbe capire che dietro a una risposta di questo tipo si possono celare dolori e problematiche difficili da affrontare.

Luisa e Leonardo sono una bella coppia sposata, entrambi hanno superato la trentina.
Si sono conosciuti da ragazzi e pur essendo profondamente diversi, si sono innamorati e svolgono una vita appagante.
Nel corso della loro esistenza non hanno mai posto limiti ai loro bisogni.
Luisa è innamorata della matematica e ne ha fatto il suo futuro, costruendosi una dignitosa carriera nella finanza. Un mondo prettamente maschile, ma che Luisa ha saputo conquistare grazie alle sue enormi capacità.
Leonardo all'opposto ha lo spirito del sognatore.
E' un artista, un pittore, ama la creatività e anche al di fuori del suo lavoro di insegnante, impugna sempre una matita o un pennello pronto a catturare l'attimo su una pagina.
Le loro carriere e le loro vite sono piene, e non si sono mai posti il problema di mettere su famiglia.
Al momento giusto avrebbero saputo cogliere il momento e avrebbero messo al mondo tanti pargoletti paffuti e degni di essere amati.

Il destino però gli è avverso.
Dopo ripetuti tentativi falliti, decidono di contattare un loro amico ginecologo ed effettuare qualche analisi di routine per constatare che non ci fosse qualcosa di storto, e da li inizia il loro calvario.

Desideravamo un figlio, entrambi, forse lo esprimevamo in modo diverso, ma era un sogno che ci accomunava.Sapevo cosa significasse per lui intraprendere quel viaggio: pur di rendermi felice avrebbe affrontato le sue paure e ciò che il destino avrebbe avuto in serbo per noi.Lo amavo, questa era l'unica certezza che avevo.Il resto, come aveva detto lui, lo avremmo affrontato insieme, uniti.

Cure ormonali insostenibili, rapporti programmati come macchine da guerra, temperature basali, inseminazioni assistite e in vitro.
Anni di bombardamento fisico e mentale e a seguito enormi illusioni e sogni infranti.
Ogni fallimento gettava la coppia nel baratro ed un' impotenza paralizzante che non gli permette di accettare la situazione, chiedendosi continuamente perchè tutto ciò sta accadendo proprio a loro.
Come se tutto questo non bastasse, tutti gli amici e i parenti continuano a procreare felici sotto ai loro nasi, sventolando in maniera poco educata la loro felicità.
Quando lo fai un figlio? Diventa il loro tormentone, la domanda più temuta, con il dolore lacerante che ne derivava.


Ogni parola descritta da questo libro, trasmette nitidamente la situazione di qualsiasi coppia che vive sperando di riuscire a crearsi quel nido famigliare che si idealizza fin da quando ci si sposa. 
Pensiamo sempre che a noi non potrebbe mai accadere una cosa del genere. A volte la vita ci mette a dura prova e le persone che ci circondano invece di essere un sostegno, spesso mettono il dito nella piaga provocando altro dolore senza forse volerlo.
Una storia molto attuale che descrive i sentimenti e tutto ciò che comporta affrontare una prassi così impegnativa come la procreazione assistita.
Il piacere di fare l'amore diventa un atto meccanico per il solo di scopo di avere un figlio, lasciando quasi morire la spontaneità dell'atto


"Uomini. Sono fatti così, faciloni in tutto e per tutto!
Io ero distrutta: vivevo le mestruazioni come un lutto e lui invece si sfregava le mani al pensiero di vivere un altro mese di sesso estremo e continuativo".
Il sesso tra coniugi deve essere accompagnato d amore, passione e patos irrefrenabile, ma quei momenti per me erano diventati solo un lontano ricordo.
Era tutto organizzato per un unico scopo:
concepire un bambino che, però, non ne voleva sapere di arrivare


Anche le coppie più consolidate possono rimanere danneggiate da percorso di questo tipo, che come spesso accade, alla fine non porta a niente e a volte ad autodistruggersi.
La nostra coppia sarà fortunata in tal senso? Riusciranno a coronare il loro sogno?




Questo libro mi è piaciuto molto.
Scritto in maniera semplice e accattivante, a tratti persino ironico e divertente.
Un libro che fa riflettere sulle difficoltà della vita e di tutte quelle coppie che fanno i salti mortali per avere una famiglia.
Ogni giorno leggiamo di bambini abbandonati o uccisi e puntualmente ci chiediamo come sia possibile che ciò accada, quando ben sappiamo quanto non sia semplice averne uno.
Sono molte le coppie che si vedranno riflesse tra queste pagine, molte più di quante pensiate.
Se non volete fare gaffe, prima di porre certe domande a qualcuno, verificate di conoscerne il passato ed essere sicuri di non ferire chi avete davanti ;)





Nessun commento:

Posta un commento