martedì 22 novembre 2016

DREAM, PATTO D' AMORE, KARINA HALLE. Recensione in anteprima.


TITOLO: Dream, patto d'amore

AUTORE: Karina Halle

EDITORE: Newton Compton

PAGINE: 448

PUBBLICAZIONE: 23 novembre 2016

GENERE: Contemporary romance

PREZZO: € 1,99 ebook
Un'amicizia di lunga data può nascondere un'attrazione mai provata prima?

Linden McGregor è un pilota di elicottero con un accento scozzese e fascino da vendere. Stephanie Robson è una donna d’affari ambiziosa che possiede le armi per sedurre un uomo. Potrebbero essere una coppia perfetta e invece sono solo amici per la pelle. Quando erano più giovani hanno fatto anche un patto: se nessuno dei due avesse trovato l’anima gemella entro i trent’anni, si sarebbero sposati. Ora che il tempo è scaduto, e che gli amanti entrano ed escono dai loro letti sempre più spesso, è giunto il momento di onorare quella promessa, anche a costo di rovinare un’amicizia che dura da una vita. Ma sarà davvero possibile per due amici andare a letto insieme, o addirittura ritrovarsi sull’altare? 

Arriva la nuova autrice bestseller di New York Times, Wall Street Journal e USA Today

«Non posso più fare a meno di Linden e Stephanie. Ho sentito l’angoscia e la passione, le turbolenze quando le cose andavano male e il sollievo quando andavano bene. Lo consiglio a chiunque.»

«Divertente, dolce, sexy. Karina Halle è una di quelle scrittrici che possono scrivere qualsiasi cosa.»



Angeli oggi vi parlerò in anteprima di “Dream-Il patto”, romanzo che segna l’esordio italiano per una delle autrici più apprezzate negli Stati Uniti, sto parlando di Karina Halle. Uno stand-alone, sexy e romantico con un protagonista maschile seduttivo, sfrontato e irriverente, caratteristiche che le amanti del romance adorano.
Linden e Stephanie si conoscono dall'età di ventuno anni, quando lei usciva con James, migliore amico di lui. Anche dopo la fine della relazione con James, sono rimasti amici, lei sa tutto di lui e lui sa tutto di lei, non hanno segreti, né inibizioni, ma il loro rapporto non è mai andato oltre l’amicizia. Adesso di anni ne hanno venticinque e dopo innumerevoli relazioni fallite e altrettante delusioni, una sera dopo aver alzato un po’ troppo il gomito, stipulano un patto, sigillato con i mignoli. Avete presente “ giurin giurella” che facevamo da piccoli? Si, proprio quello. Il patto era il seguente: se al compimento dei trent’anni, nessuno dei due fosse stato impegnato in una relazione seria e duratura, allora si sarebbero sposati.

«Se non troviamo nessuno entro, che ne so, i trenta, ci sposiamo?»
«Ma sei davvero serio?»
«Signorsì».
«Dici sul serio?»
«Credo di sì».
Lui fa un sorriso tanto largo da far spuntare le fossette. «Hai fatto di me un uomo molto fortunato, Stephanie Robson».
Alzo gli occhi al cielo. «Lo vedremo. Se siamo fortunati, avremo entrambi una relazione seria entro i trenta e non dovrò prendere in considerazione l’idea di farti il bucato per il resto della vita».
«O farti me», aggiunge con una strizzatina d’occhio che mi strappa un’altra espressione spazientita. «Facciamo giurin giurello. Sai che non li infrango mai».
Ed è vero, non lo fa. Forse è più serio di quanto pensassi.
Deglutisco e allungo il mignolo. Lui avvolge svelto il suo attorno al mio; la sua pelle è calda e morbida al tatto.
«Se nessuno dei due avrà una relazione seria entro i trent’anni»,
dice guardandomi così dritto negli occhi che non posso fare a meno di trattenere il fiato, «allora acconsentiamo a sposarci tra di noi. D’accordo?».
Ritrovo la voce. «D’accordo».
Poi si porta la mia mano alla bocca e ne bacia il dorso. Ancora più aria viene sottratta dai miei polmoni.
«Penso di essermi aggiudicato il miglior piano B di sempre», dice, muovendo le labbra sulla mia pelle prima di lasciarmi la mano e riprendere la birra, con la quale fa un nuovo brindisi. «A noi».



Inizialme
nte tutto ha l'aria di uno scherzo, ma dietro a quello stupido e apparentemente insignificante accordo, si cela una ragione più profonda: sentimenti inespressi e nessuno dei due è disposto a dimenticarlo. 





La storia si articola lungo un arco temporale di cinque anni che  fanno seguito alla stipula del patto, fino ad arrivare allo scadere del termine, il fatidico compimento dei trent’anni. Saremo spettatori delle loro vite che cambieranno di anno in anno, testimoni dei loro fallimenti e delle loro conquiste, ma il ricordo di quell' accordo sarà sempre presente nella loro mente. Per quanto siano entrambi segretamente innamorati l’uno dell’altra, non sono disposti ad ammettere ciò che provano o a fare la prima mossa, perché temono che rivelarlo, possa distruggere il loro rapporto e di conseguenza la loro amicizia. Ma un bacio, un solo bacio scambiatosi per gioco cambierà tutto, e forse essere qualcosa di più di “solo amici” non sarà poi così impossibile.

“Voglio essere tutto per lei. Voglio essere il meglio e solo suo.
Voglio spingerla a desiderarmi, a desiderarmi ardentemente, tutto il tempo.
Voglio che lei sappia cosa significhi desiderare qualcuno e voglio provare cosa si provi ad essere desiderato da lei.”

La storia è raccontata dal doppio POV, scelta azzeccata da parte dell’autrice perchè sarebbe stato un peccato non poter leggere nella mente di un protagonista maschile come Linden, un uomo borioso, arrogante ed egocentrico. 




Lui è un uomo che non riesce a far durare una relazione per più di un battito di ciglia, ma sotto sotto è anche un uomo dolce e vulnerabile, e mostrerà queste sue debolezze solo a Steph, la donna di cui si fida di più al mondo. 

Ho adorato entrambi i protagonisti e ho provato una forte empatia verso tutti e due. Una storia imperfetta, con due protagonisti imperfetti.


Sono consapevole del fatto che questo tipo di romanzo creerà pareri contrastanti, potrebbe addirittura infastidire qualche lettore a causa dei continui fraintendimenti e dei tira e molla tra i protagonisti, ma è proprio questo che, a mio avviso ha reso la storia autentica, vera. I protagonisti si mostrano fragili e timorosi nei confronti dei sentimenti, proprio come potrebbe accadere nella vita reale, soprattutto quando sono coinvolte altre persone.

Un mix perfetto tra umorismo, romanticismo e sensualità, in cui non mancheranno momenti d’angoscia. Una storia sull’amicizia, quella vera, e sui sacrifici che si è costretti a fare, in nome di questa. 
Se lo consiglio? Assolutamente si.







Nessun commento:

Posta un commento