martedì 25 ottobre 2016

IL MIO RISCHIO PIU' GRANDE, EMMA HART. Blogtour, tappa recensione in anteprima.

IN ARRIVO IL 27 OTTOBRE IL QUARTO CAPITOLO DELLA SERIE GAME DI EMMA HART, IL MIO RISCHIO PIÙ GRANDE, GRAZIE A FABBRI. LE ANGELS OSPITANO UNA TAPPA DEL BLOGTOUR CON LA RECENSIONE IN ANTEPRIMA.




TITOLO: Il mio rischio più grande

AUTORE: Emma Hart

SERIE: Game #4

EDITORE: Fabbri Editore

PAGINE: 350

PUBBLICAZIONE: 27 ottobre 2016 

GENERE: New Adult

PREZZO: € 16,90 cartaceo

Lei ha perso una parte della sua anima quando lui è morto.

Lui ha perso il suo braccio destro, il suo miglior complice.
Ma è proprio questa tragedia che potrebbe spingerli l'uno verso l'altra.
Se Kyle Daniels ha un rimpianto, è quello di non essere stato a casa la notte in cui il suo migliore amico è morto o non essere tornato a casa per il suo funerale. Lasciando Berkeley e tornando a Verity Point, Oregon, per l'estate, si sente come tornato in un buco vuoto, senza Cameron presente. L'unica cosa che rende quel posto sopportabile è sapere che Roxanne, la sorella minore di Cam, è ancora lì.
Roxy Hughes non è la stessa ragazza che ha lasciato sei mesi fa. Distrutta dalla perdita del suo fratello maggiore, la sua spirale verso la distruzione è diventata incontrollabile. Alcol e sesso sono la sua fuga - l'oblio completo è l'unico posto in cui può dimenticare l'agonia di quella notte. Perché lei è l'unica che conosce la verità su quella notte.
Kyle da sempre ha promesso a Cam che se gli fosse capitato qualcosa avrebbe protetto Roxy, ma un bacio innalza il suo bisogno di proteggerla ad un livello completamente nuovo. Ora, lei è molto di più che la sorella del suo migliore amico. Lei è tutto quello che vuole, mentre lui è tutto quello di cui lei non sa di avere bisogno.
Ma se non trova un modo per tirarla fuori dal profondo buco nero che lei si è scavata, potrebbe anche finire allo stesso modo di suo fratello.





Dopo la morte del suo migliore amico Cameron, per Kyle tornare a casa per le vacanze è davvero difficile. L'unica cosa che riesce a consolarlo è che lì incontrerà Roxanne, la sorella minore di Cam. Lei però, devastata dalla perdita del fratello, si sta lasciando travolgere in una spirale di dolore e autodistruzione fatta di alcol e sesso: i soli rimedi con cui crede di poter dimenticare la notte maledetta in cui lui è scomparso e la verità che lei sola conosce. Kyle vuole aiutarla in nome dell'amicizia che lo legava a Cam, finché un bacio tra i due cambia tutto ed entrambi si rendono conto di non poter più fare a meno l'una dell'altro. Per vivere pienamente questa storia d'amore Kyle dovrà, però, riuscire a salvare Roxy.




Lutto significa svegliarsi ogni mattina con un barlume di speranza che subito soffoca sotto il peso della tristezza che ti riempie il cuore.
Significa aggrapparsi ai ricordi di un tempo, desiderando di poterne creare di nuovi.
Lutto significa guardare la porta in attesa di veder entrare di nuovo la persona che perso, tendere l'orecchio sperando di poter sentire la sua voce, sapendo che nulla romperà il silenzio.
Significa aspettare che quella persona spunti correndo da un angolo, anche se non succederà mai.
E il lutto è anche sentirsi spezzare il cuore ogni volta che ti rendi conto che non tornerà più.




Le persone che non provano tutto questo, non possono davvero capire quanto sia difficile a volte elaborare la perdita di qualcuno per noi maledettamente importante.
Può essere un genitore, un amico, un fratello o il vostro cane, ma il dolore è dolore e ognuno di noi ha un suo modo per affrontare il vuoto che si forma dentro al nostro cuore, giusto o sbagliato che sia.

Per Roxy aver perso il fratello equivale ad aver perso metà di se stessa, della sua anima, della sua stessa vita.
E dal giorno in cui, sei mei prima, l'ha visto morire davanti ai suoi occhi, per lei è iniziato un percorso di autodistruzione che non riesce a fermare.
Tutto va bene purchè le permetta di non ricordare: alcol, droga o sesso.
Qualsiasi cosa che la stordisca e che le annebbi la mente.
Pur rendendosi conto di non essere l'unica a soffrire per quella perdita, Roxy non riesce a metabolizzare quel dolore così ingombrante e a non pensare che a se stessa.
L'unica persona che "forse" avrebbe potuto aiutarla, è il miglior amico di suo fratello, Kyle Daniels, ma impossibilitato dalla distanza, non è mai riuscito ad essere fisicamente vicino a lei e alla sua famiglia come avrebbe voluto. Non fino all'inizio dell'estate, quando finalmente fa ritorno a casa e trova una Roxy irriconoscibile e completamente persa.




Anche se Roxy non lo sa, Kyle è sempre stato un sostegno emotivo per i suoi genitori.
E attraverso loro, è venuto a conoscenza di tutto il percorso auto-lesionistico di Roxy.
Rientra allora, a Verity Point con l'intendo di mantenere una promessa fatta a Cam, il suo migliore amico, il suo complice... un fratello.
La promessa che avrebbe sempre protetto e sostenuto la piccola Roxy, che le sarebbe rimasto accanto, e il fatto di non averlo fatto prima, lo fa sentire in colpa, soprattutto dopo averla vista.
Quasi non la riconosce per quanto è cambiata.
La dolce e solare ragazza si è trasformata in una donna ribelle e senza morale, e questo lo destabilizza e lo addolora in maniera indicibile.

Non sarà semplice farla ragione, farle aprire il suo cuore e farle ammettere che sta affrontando il suo dolore nella maniera peggiore possibile, ma la vicinanza di Kyle e i suoi sentimenti per lui, l'aiuteranno in questo percorso. 
Kyle si sarebbe aspettato di tutto, tranne quello che alla fine è accaduto. Perchè il ragazzo si rende conto di volere molto di più della promessa fatta all'amico e vorrà molto di più da quella ragazza che ha sempre conosciuto fin da bambina.
Scoprirà che i sentimenti che lo legano a lei non sono solo amichevoli e fraterni, ma che da lei vorrà anima e corpo e che senza di lei non potrà più stare.
E dopo un solo bacio, tutte le sue remore svaniranno come si scioglie la neve al sole.


"Baciami" dico prima di potermi trattenere.
E non è una supplica, ma un ordine.
Non gli sto chiedendo di farlo.
Gli sto dicendo di farlo.
Kyle si blocca e volta la testa. La luce della luna disegna il profilo del suo volto.
"Come?"
"Se non sono solo la corellina di Cam, allora baciami.
Adesso. Muovi il culo, vieni qui e baciami come se davvero volessi farlo, Kyle Daniels".
"Rox... sei ubriaca. Non sai quello che dici".
"Ok. Sono ubriaca. Ma questo non significa che non sappia quello che dico. Lo so perfettamente, invece.
E so quello che voglio: voglio che tu mi baci".
"Vuoi davvero che lo faccia? Qui? Adesso?".
"Adesso".
Non riesco a respirare. Il mio stomaco è contratto per l'emozione, il cuore mi batte contro le costole. Sangue e adrenalina mi scorrono dentro e mi sento tremendamente consapevole di tutto ciò che sta accadendo.
Di me. Di lui. Dei nostri corpi. Dei nostri respiri.
"Oppure dimostrami che non vuoi baciarmi e vattene".
Prima che possa aggiungere un'altra parola, si avvicina e mi spinge con decisione contro il muro. Le sue labbra piombano sulle mie, le sue dita mi stringono un fianco e mi tengono la nuca.




Il dolore, l'amicizia ed infine l'amore li unirà come mai si sarebbero aspettati, finalmente l'uno tra le braccia dell'altro, fino a quando un nuovo dolore e una incombente separazione potrebbe distruggerli per sempre.



Il mio riscio più grande, è un libro che fa davvero riflettere su cosa voglia dire la sofferenza.
Quel vuoto che si crea nella nostra anima dopo una perdita può davvero diventare incolmabile e a volte ci costringe a toccare il fondo nella maniera peggiore, prima della risalita.
E' maledettamente facile perdersi in noi stessi quando si soffre e questa autrice ci fa riflettere sulle conseguenze ad esse legate.
Insieme a ai personaggi si viene trasporti in una storia assolutamente reale e struggente.
Dolore, tristezza, debolezza, emozioni e amore, sono concentrati in uno stile semplice e che appassiona.
Rox non è affatto una ragazza debole, eppure non riesce ad uscire da quel vortice di depressione e pessimismo che le aleggia intorno.
E Kyle, pur soffrendo lui stesso, riuscirà a far riaprire il suo cuore oppresso.
Le starà accanto come l'amico meraviglioso che è, con dolcezza e polso duro, ed infine con il suo immenso amore.

Una storia di abbandono e di rinascita che ti entra sotto pelle e che ti fa battere il cuore a mille allora, nella consapevolezza che nel modo giusto, tutto di può affrontare, senza la necessità di dover dimenticare, o rovinarsi la vita.





CONTINUATE A SEGUIRE I BLOGTOUR










Nessun commento:

Posta un commento