giovedì 20 ottobre 2016

CONVICTION, CORINNE MICHAELS. Recensione.


TITOLO: Conviction

AUTORE: Corinne Michaels

SERIE: Consolation Duet #2

EDITORE: Leggereditore

PAGINE: 304

PUBBLICAZIONE: 13 ottobre (ebook); 27 ottobre (cartaceo)

GENERE: Contemporary romance

PREZZO: € 4,99 ebook; € 14,90 cartaceo

*ATTENZIONE LA SINOSSI CONTIENE SPOILER SUL PRIMO LIBRO*


Dopo aver appreso della morte del marito Aaron, marine caduto in missione, Natalie è passata attraverso il dolore e, con fatica, ha ritrovato la luce grazie all’amore per Liam. Aaron però non è morto, e dopo aver lottato per tornare da sua moglie e dalla figlia che non ha mai conosciuto, ora è lì, davanti agli occhi di Natalie, che si ritrova sospesa tra la gioia e l’angoscia. Sì, perché durante la sua assenza, Natalie ha conosciuto un’altra faccia del marito, ha scoperto le bugie che lui le ha sempre raccontato, i tradimenti che le ha nascosto. E soprattutto insieme a Liam ha sperimentato il vero significato dell’amore. Ma ora Liam è deciso a farsi da parte, a sacrificare i suoi sentimenti in nome di ciò che ritiene più giusto: restituire alla piccola Aarabelle la possibilità di crescere con il suo vero padre e permettere a Natalie di ricostruire la famiglia che era andata distrutta. Con i cuori lacerati, incerti se rinunciare a una parte di sé o seguire ciò che sentono, che futuro sceglieranno Natalie e Liam?

Dopo Consolation, Corinne Michaels firma la perfetta conclusione di una storia d’amore unica.




Dopo aver letto le pagine finali di Consolation credo di essere entrata in stato di shock. Ero letteralmente sconvolta, ricordo di aver quasi urlato NOOOO e poi ho cominciato a ripetermi: “tranquilla non è come sembra, Lee sta solo sognando, non può essere vero”.
Ed è proprio dal colpo di scena finale che riparte Conviction.
Natalie e Liam ne hanno superate tante e alla fine del primo libro sembrava avessero trovato finalmente il loro lieto fine, ma anche questa volta sarà un’auto che si ferma sul vialetto di casa a cambiare il loro destino. Non voglio assolutamente anticiparvi nulla sulle dinamiche della storia, spetterà a voi scoprire cosa spingerà i nostri protagonisti a rimettere in discussione il loro rapporto.

Voglio dire, che cavolo vuoi che faccia?»
«Lotta!» Lo spingo e gli do degli schiaffi sul petto. «Lotta per me. Lotta per noi. Se no che vuoi fare, semplicemente andartene? ….«Vuoi che lotti?» E avanza verso di me. «Pensi che non lo stia facendo? Pensi che sia questo quello che volevo?

Leggere questo romanzo è stato un po’ come trovarsi sulle montagne russe. Vieni letteralmente travolta da una valanga di emozioni; dolore, rabbia, disperazione, senso di colpa, amore e credetemi potrei continuare all’infinito. Ma cosa più importante, riesce a farti mettere in discussione e inizi a porti delle domande. Che cosa avrei fatto se mi fossi trovata al loro posto? Come avrei reagito? Sarei riuscita a superarlo?
Dare una risposta a queste domande non è per niente semplice; credo che per riuscire ad essere obbiettivi bisogna viverle certe situazioni. Però in questo caso mi sarei comportata esattamente come si  è comportata Natalie. È proprio il suo personaggio a spiccare maggiormente all’interno del romanzo; dimenticatevi della Natalie di Consolation, perché la donna insicura, bisognosa dell’aiuto altrui per rimettersi in piedi non esiste più. Adesso grazie a Liam è diventata una donna diversa, una donna caparbia e determinata, che lotterà con tutta se stessa per l’amore della sua vita e per la sua famiglia.


So che ogni momento in cui sarò lontano da te, tu sarai nei miei pensieri. Non ci sarà un solo istante in cui non penserò a te.»
Ci appoggiamo alla spalliera del divano e poi lei mi passa un braccio attorno al torace. «Non voglio che parti.»
Io sospiro. «Lo so, ma forse è proprio di questo che abbiamo bisogno.»
«No, non è quello di cui abbiamo bisogno, ma quello che siamo costretti a fare. Soffrirò per te ogni giorno che sarai via. Desidererò che tu sia qui, così posso accoccolarmi al tuo fianco e ricordarti perché dovresti amarmi.»
La stringo a me ancora più forte e le accarezzo il braccio. «Amarti non è mai stato il problema. È continuare ad averti quando non sei presente.»
Lei mi guarda e le scende una lacrima. «Credo di essere sempre stata tua. Spero solo che lo capirai presto.»



Liam se nel primo romanzo è stato perfetto, qui l’ho trovato straordinario, si mostrerà in tutte le sue fragilità, in tutte le sue insicurezze, e questo l’ha reso unico ai miei occhi. Così come UNICO è l’amore che provano l’uno per l’altra. Nonostante le difficoltà e le incertezze, i loro sentimenti non verranno mai messi in discussione.




A volte hai bisogno di passare attraverso il male per trovare il bene. La vita non è facile, ma con Liam al mio fianco, so che non dovrò affrontare tutto da sola. Il nostro amore ci guarirà e ci porterà lontano.

Anche questa volta la narrazione presenta i POV di entrambi i protagonisti, scelta che prediligo in un romanzo. Perché il lettore riesce a vivere la storia a 360°.
Anche questa volta la Michaels è riuscita a conquistarmi. Il suo stile travolgente ed estremamente emozionante ha reso indimenticabile questa duologia e le ha fatto guadagnare un posto nella mia personale TOP TEN di autrici/ori preferiti.
Spero vivamente che la Leggereditore porti presto in Italia tutta la serie, mi piacerebbe leggere la storia degli altri personaggi della serie.

 



CONSOLATION DUET

Consolation #1 (luglio 2016) qui recensione
Conviction #2 (ottobre 2016)



Nessun commento:

Posta un commento