giovedì 22 settembre 2016

MAI PIÙ LONTANO, KATIA ANELLI. Recensione in anteprima.


TITOLO: Mai più lontano

AUTORE: Katia Anelli

SERIE: Far away #3

EDITORE: Self publishing

PUBBLICAZIONE: 22 settembre 2016 

GENERE: Contemporary/spy romance

PAGINE: 195

PREZZO: € 2,99 ebook 

Stefano ha dato tutto se stesso per avere una famiglia che lo facesse sentire finalmente amato. 

Monica forse non ha mai vissuto la vita che avrebbe voluto, troppo vincolata dai suoi doveri. 

Il ritorno inaspettato di un uomo del suo passato rischia di stravolgere gli equilibri e la serenità familiare. 
Troppe bugie, troppe verità taciute. 
Troppi giochi sporchi che arrivano a coinvolgere uno scenario internazionale. 
È arrivato il momento di scoprire le carte in tavola. 
La trilogia “Far Away” giunge al termine con un ultimo ed entusiasmante episodio in cui il cerchio si chiude e tutte le tessere del puzzle tornano al loro posto. 
Chi era Monica prima dell’incontro con Stefano? Quali segreti ancora nasconde? 
Stefano lotterà ancora per la sua famiglia? 
Perdonare, accettare e venirsi incontro. Non è forse quello che facciamo tutti, quando amiamo qualcuno? Solo… qual è il limite? E se ci fosse un punto di non ritorno? 

È un rischio che Monica deve correre perché, si sa, ogni scelta comporta una rinuncia.



In fin dei conti, per quanto a volte sia difficile o possa
risultare doloroso, amare è l’unica cosa che ci fa sentire vivi.


La resa dei conti è finalmente arrivata. È il momento di prendere una decisione, di scegliere una strada piuttosto che un’altra. Ciò che conta è che sia per sempre, stavolta. Dopo aver gridato con tutte le mie forze per il finale sospeso con cui mi ha lasciato Katia Anelli, il desiderio di arrivare all’epilogo della complessa quanto pericolosa storia d’amore tra Monica e Stefano era tanto.
Di Monica abbiamo conosciuto tanti volti, forse troppi. L’abbiamo vista nei panni della donna qualunque, della mamma amorevole che ha a cuore solo il benessere del suo bambino. L’abbiamo odiata nei panni della spietata Natasha Bolshakova, ovvero l'infiltrata che ha dovuto far innamorare e sposare Alexey Lobanov, imprenditore russo produttore e trafficante di armi. Una missione difficile che ha portato Monica a sposare quest'uomo e ad avere il piccolo Nicola, che resta la cosa più bella della sua vita.
E, infine, la conosceremo come Anja Pavlova, agente dell'FSB che lavora per i servizi segreti russi. Conosceremo la sua vera storia, il perchè e il come si è avvicinata a Stefano...
Non vi piacerà. Inutile dirvi il contrario o fingere. Certe verità che verranno a galla sono dure da accettare e metteranno in cattiva luce Monica. Quando penserete di aver letto tutto ciò che c'è da sapere su questa donna, l'autrice vi smentirà portando alla luce altre bugie, altre identità, altre verità nascoste. I segreti di questa donna sono innumerevoli, si fa davvero fatica a starci dietro. Tante identità, un solo volto. Una donna complessa, cresciuta da due agenti segreti dei servizi russi e addestrata da sempre per essere una spia alle dipendenze del governo russo. Monica sa, fin dal primo istante, qual è il suo obiettivo e non c'è niente che possa distogliere la sua attenzione.
Quello che però Anja non aveva considerato era di potersi innamorare perdutamente di Stefano, uomo che scoprirà essere molto diverso da ciò che le hanno raccontato. Dietro quell'apparenza sfacciata e strafottente, c'è un lato tenero e altruista che la farà capitolare in maniera definitiva. Già, si innamorerà perdutamente ma la sua doppia vita non le darà tregua e lei non riuscirà mai a chiudere per sempre questa porta.
Stefano non lo sa, non si è accorto di nulla, ma nella loro vita c'è sempre l'ombra del passato di Monica che li segue, condiziona le loro scelte e mina il loro futuro.

Il rimpianto, la tristezza, l’odio nascono nelle persone per non essere riuscite a realizzare i propri sogni; dividono le coppie, cambiano le relazioni e consumano l’amore.




Dopo aver appena conosciuto Khaled alla fine del secondo libro della trilogia, avremo modo finalmente di capire chi è e che ruolo ha nella vita di Monica. La mia antipatia per questo personaggio è stata "a pelle", subitanea. Non ce l'ho con lui in quanto Khaled, avrei odiato a prescindere qualsiasi uomo avrebbe minato la felicità del mio Stefano. Sapete che lo amo, vero?
Forse perchè mi è parso un personaggio sempre troppo debole e fragile rispetto alla donna che gli è accanto, ma io Stefano lo adoro, tira fuori tutto il mio istinto di protezione. Avrei voluto proteggerlo da ogni dispiacere, dolore, ferita. Ogni bugia che veniva fuori era un colpo al suo cuore e anche al mio, perchè vederlo sempre distrutto è stato tutt'altro che bello.  

«Stefano…». 
«Stefano, un cazzo!», do un calcio alla sua valigia aperta sul pavimento ribaltandola, «Credevo che mi amassi! Ero convinto che avessimo dei progetti comuni, che desiderassimo lo stesso futuro e invece, ora so per certo, non è così! E la vuoi sapere una cosa? Non sono più neanche tanto sicuro di volerlo un futuro con te perché non voglio e non mi basta una donna che, ogni volta che c’è una difficoltà, scappa lontano da me. Quando ti ho detto mai più lontano, io ci credevo davvero»


Khaled è un personaggio-protagonista che darà tanto a questo libro. Oserei definirlo un personaggio chiave. Sarà attraverso lui che capiremo più a fondo la vera storia di Monica.
Ci sarebbe tanto da dire su questo romanzo; Katia Anelli ha giocato tutte le sue carte, si è messa in gioco e alla prova. Il tentativo era il cosiddetto "o la va o la spacca". La trilogia Far Away va oltre il romance, tratta temi più importanti e ci introduce in un mondo fatto di sotterfugi, pericoli, traffico di armi, fino ad arrivare alla questione dell'uranio impoverito. Un continuo viaggio tra l'Italia, la Russia, l'America. Senza mai fermarsi.
Il lettore è tramortito, sbalordito, forse quanto Stefano, forse di più. Perchè dico forse di più? Perchè la storia, raccontata dal punto di vista di Monica nel corso degli anni, svela ogni dettaglio e rende tutto più chiaro. Quando Stefano verrà a conoscenza di una verità, il lettore ne possiede molte di più.
Se nei primi due libri il fulcro era la storia d'amore tra Monica e Stefano, condita da qualche elemento spy/suspense, in Mai più lontano la protagonista è assolutamente Monica. Questo è il racconto della sua vita, delle sue esperienze, delle scelte che il suo lavoro - una vera e propria missione lunga una vita - l'ha portata a compiere.
Ancora una volta ho cercato di odiarla perchè certe scelte sono davvero inaccettabili e in certi momenti si è ostinata a percorrere la strada sbagliata, ma non ci sono riuscita. Dopo un primo momento di rabbia in cui urlavo contro di lei, tutto rientrava. Perchè Monica ha sempre una spiegazione logica, una motivazione valida. L'unica cosa che non le perdono è aver fatto soffrire così tanto Stefano. È palese che i due si amino in maniera diversa: Stefano, pur essendo parte ferita, è quello che torna sempre indietro, torna sempre da lei; Monica, invece, va avanti per la sua strada, pur amandolo sa stare senza di lui, sa sacrificare il loro amore in nome di qualcosa più grande - o almeno qualcosa che lei crede sia più grande.




Che dire di Nicola... in questo volume si sente la sua mancanza. Il bambino comparirà in qualche scena, specie verso la fine, ma non sarà al centro come nei precedenti romanzi e mi è mancato davvero tanto. Mi sono mancate le risate che solo lui sapeva farmi fare, questo bambino mi ha intenerito in una maniera assurda!
Il finale è un meraviglioso regalo che l'autrice ha fatto alle sue lettrici, e non poteva fare di meglio perchè dopo la sofferenza dei cliffhanger dei due precedenti romanzi, ne avevamo bisogno. La dolcezza e l'amore che sono mancati durante l'intero libro emergeranno nell'epilogo e vi lasceranno una sensazione di pace e serenità che durerà a lungo.
Complimenti, Katia. Perchè questa storia non è stata facile da ideare nè da narrare, eppure tu ci sei riuscita e alla grande. Se avete voglia di una storia d'amore con sfumature spy e suspense, complessa, capace di farvi torcere le budella, imprecare in aramaico e poi sciogliervi il cuore, allora la Far Away trilogy è quello che fa per voi. Non esitate. 







FAR AWAY SERIE

#1 Devi stare lontano da me (marzo 2016)
#2 Non posso stare lontano da te (maggio 2016)
#3 Mai più lontano (settembre 2016)




Nessun commento:

Posta un commento