giovedì 18 agosto 2016

TRUE LOVE TRILOGY #2. IN OGNI BATTITO DEL MIO CUORE, ARIANNA GALLO. Recensione.



  
TITOLO: In ogni battito del mio cuore

AUTORE: Arianna Gallo

SERIE: True Love Trilogy #2

EDITORE: Self Publishing

PUBBLICAZIONE: 10 agosto 2016 

GENERE: Contemporary Romance

PREZZO: € 0,99 
Di delusioni ne riceviamo tante, a volte sono così forti che ci esplodono dentro come una bomba; riuscendo a cambiare ogni singola parte di noi. 
Monica sa bene cosa si prova, proprio per questo ha deciso di non riporre la sua fiducia in nessun’altro se non nelle poche persone che le sono sempre state vicino. Tutto ciò è anche il motivo per cui non si lascia andare all’amore. 
Amare vuol dire fidarsi ciecamente della persona che abbiamo accanto, pensare prima alla felicità altrui e, a volte, anche soffrire.  Lei non ha nessuna intenzione di fare un passo del genere, ama troppo la sua libertà. Convinta che così facendo sarà felice per sempre, ignara del fatto che spesso la vera felicità la si raggiunge grazie a una persona che sappia amarci più di se stesso. 
Un giorno, per puro caso, incontra Luca: cognato della sua migliore amica. Monica, come sempre, seguirà i suoi istinti, precisando che sarà sempre e solo sesso, lui accetta le sue condizioni e da lì nascerà ciò che per loro sarà solo un gioco. 
Ma fino a quando potrà definirsi solo tale? 
Cosa succede se in campo iniziano a scendere i sentimenti?
Si dice che l’amore può tutto e che bisogna lasciarsi andare a questo grande sentimento. 
Ma come si può amare quando si ha paura di cadere?

Due storie che si intrecciano, quattro protagonisti legati ed emozioni tutte da scoprire: questo è In ogni battito del mio cuore.  
Monica è un peperino, una ragazza con una forte delusione alle spalle che cerca di salvaguardarsi e vive ogni storia in modo concreto, privo di illusioni. Insomma, intrattiene relazioni intense e carnali che sfociano in un rapido saluto il mattino successivo. Tutta la mia stima per la sua tempra morale: per vivere così ci vuole una certa faccia tosta e una propensione all'autolesionismo cronico. 
Con lo sguardo mi faccio il giro del locale, mi sto annoiando un pochino, devo trovare qualcosa per scacciare via la noia. Vengo subito attratta da un biondino che mi sta fissando con insistenza, sarà lui il mio passatempo contro la noia, la mia preda. Considerando che la mia amica può cavarsela da sola, non esito un attimo in più ad avvicinarmi a lui e lo faccio senza staccare i miei occhi dai suoi. Con un po’ di esperienza ho imparato che questa cosa eccita molto la maggior parte degli uomini. Arrivata abbastanza vicina a lui comincio a muovere i fianchi a tempo di musica in modo sensuale, come solo poche donne sanno fare. Certo, ho voglia di portarmelo a letto, ma non sono una di quelle che si butta a capofitto sugli uomini, aspetto sempre che sia lui a fare la prima mossa dopodiché attacco anche io.  
La sua prima mossa non tarda ad arrivare, mi poggia le mani sui fianchi e mi attira a sé. Gli metto le mani intorno al collo e continuo a muovermi, poi mi giro e mi muovo strusciando il mio lato B contro le sue parti basse. Mi abbasso e mi rialzo lentamente, dopo pochi movimenti lo sento già impaziente sotto il pantalone. Lo sapevo ha le doti giuste, non potevo sbagliarmi. Con uno scatto mi rigira di nuovo verso di lui, devo ammetterlo è proprio bello, potrei innamorarmi di lui, se solo fossi meno stronza. 
Poi incontra lui, Luca, il cognato della sua migliore amica. Ebbene sì, in questo secondo capitolo della serie ritroverete Anna e Leo, alle prese con la loro difficile storia d'amore. Una crisi colpirà il loro legame, un terzo incomodo e l'insicurezza tenteranno di separarli. Ma ce la faranno?  

Be', dicevo che poi arriva Luca: un fulmine a ciel sereno, un tornado emotivo che sconvolgerà la vita di Monica, facendola riflettere sul tipo di donna che vuole essere. Spalancherà le porte del suo cuore o continuerà nel suo intento, lasciando tutti e tutto fuori? 
«Vuoi che resti?»
 Faccio spazio nel letto per fargli capire la mia risposta, si toglie i vestiti di dosso come se non stesse aspettando altro e si distende al mio fianco. Io intanto parlo, parlo e parlo, e non so neanche cosa sto dicendo precisamente, so solo che a un tratto sento un calore e un senso di protezione espandersi dentro me, riuscendo addirittura a farmi sentire meglio. Luca mi ha attirato a sé e mi ha
completamente coperta con le sue braccia, la sua stretta è forte, ma allo stesso tempo delicata. Forte come se non volesse farmi scappare, delicata come se stesse tenendo un fiore tra le sue mani e avesse paura di schiacciarlo. Ma io sono forte, sono un cactus, se mi stringi troppo potresti farti male.
Un ragazzo come lui - aitante, premuroso e passionale - metterebbe in crisi anche la donna più integerrima e sicura di sé. Con costanza e dedizione si infiltrerà dentro al suo cuore e nella sua testa, penetrerà la scorza dura di Monica e non si arrenderà davanti alla sua fastidiosa noncuranza. Insomma, un personaggio maschile che ho apprezzato per tenacia e voglia di mettersi alla prova. Monica a tratti può sembrare superficiale e spavalda, ma in realtà la sua è solo una reazione alla paura: non vuole fidarsi, non vuole affezionarsi, non vuole darsi al 100%. 


Un romanzo che ha molte potenzialità e una struttura doppia/intrecciata davvero interessante, ma manca qualcosa. La componente psicologica che dovrebbe reggere scelte tematiche di questo tipo è lacunosa e la stessa trama poteva essere resa attraverso una prosa più approfondita e marcata. Avrei approfondito maggiormente il legame tra Monica e i genitori perchè spiega l'intera - o quasi - personalità della protagonista; avrei speso due parole in più sui sentimenti di Luca, sulla difficoltà gestionale di una situazione così precaria. 
Ho davvero amato le due coppie, Monica-Luca e Anna-Leo: le loro vite scorrono parallelamente, incrociandosi in punti strategici che creano quel dinamismo che tanto apprezzo. Le colonne portanti sono state erette, ora l'autrice dovrebbe rifinire il testo, ridefinendo la linea temporale, scavando nell'animo dei protagonisti, inserendo dati sensoriali ed emotivi stratificati. 
La lettura è stata veloce perchè la trama appassiona, ma formalmente il romanzo presenta qualche sbavatura, tutti dettagli che possono essere sistemati con una lettura più accurata. Nel complesso questo lavoro ha davvero tanto potenziale, così come l'autrice, bisogna solo gestire meglio personaggi e interiorità in fase di stesura, elaborando la trama in modo più certosino. 

Aspetto con ansia la nuova fatica di Arianna Gallo, certa della sua crescita futura!      





TRUE LOVE TRILOGY

#1, TRA LE NUBI DEL MIO CUORE


#2,  IN OGNI BATTITO DEL MIO CUORE

Nessun commento:

Posta un commento