martedì 23 agosto 2016

SOLO SE MI GUARDI, EMILIANA DE VICO. Recensione.


TITOLO: Solo se mi guardi

AUTORE: Emiliana De Vico

SERIE: Villa Eden #2

EDITORE: Rizzoli - Youfeel

PUBBLICAZIONE: 12 agosto 2016 

GENERE: Erotic romance

PAGINE: 93

PREZZO: € 2,99 ebook
A volte la passione scoppia da uno sguardo.


Proprietaria di Villa Eden, Alexandra, in arte Artemisia, ama sperimentare e spingersi oltre il limite, se si tratta di sesso. E quando i gemelli Sokolova le chiedono di diventare la loro partner, accetta di buon grado. Valentin e Ivan sono intriganti e la incuriosiscono come mai nessuno è riuscito a fare. Ma sono uguali solo nel fisico. Uno può possederla, l’altro solo guardarla. Tra incontri audaci e morbosamente curiosi, Alexandra si scopre a desiderare uno solo di loro. Al corpo che la domina preferisce gli occhi che la accarezzano. Alle mani che la toccano, le parole che la sfiorano nella mente. Al piacere fisico con Valentin, una passeggiata in riva al lago con Ivan. Salvarlo e scoprire che cosa lo ha segnato per sempre diventa la sua ossessione. Ma non si può guarire qualcuno che non vuole essere salvato. Allontanarsi da loro sembra essere l’unica via di fuga. O forse no.
Audace, sensuale, intrigante, l’atteso seguito di “Villa Eden” è finalmente arrivato.




Gli stessi occhi, capelli uguali, stessa statura. Due anime così differenti. Uno sorride di frequente, l'altro no. Gli occhi di Ivan sono inquietanti, quelli di Valentin rimandano desiderio puro.
La vita di Alexandra Filla, in arte Artemisia, sarà stravolta come mai si sarebbe aspettata da due uomini dell'est belli, sensuali e freddi. Sono sei anni ormai che Artemisia si occupa di Villa Eden, un club esclusivo in cui uomini e donne si recano alla ricerca di piacere e godimento estremi. Si dice in giro che Artemisia, donna elegante e fine, abbia conosciuto intimamente ogni uomo che frequenti la Villa, ma la verità è un'altra.
Artemisia ama il piacere, concedersi, far godere i clienti. Ama concedere il suo corpo per soddisfare i desideri degli uomini e quelli dei fratelli Sokolova sono più singolari che mai.
Ivan è la voce, la guida, il comando dei loro amplessi. È come un maestro d'orchestra, che sta in una posizione defilata e da lì manda avanti il tutto. Valentin è il tocco, il corpo e la seduzione. Si lascia guidare e trasportare da Ivan, offre il suo corpo come più aggrada a suo fratello.
E Artemisia finirà nella loro trappola. Valentin le regalerà ore di incredibile piacere: la toccherà, sedurrà, spingerà oltre ogni limite. Ma, in ogni momento, la donna si sentirà attratta solo ed esclusivamente da Ivan.

Perchè non la tocca? Perchè non la desidera come suo fratello? Cos'ha che non va?





Il dubbio e l'insicurezza si insinueranno in lei destabilizzandola. Più l'interesse per Ivan crescerà, più i suoi dubbi aumenteranno.

«Quello che non capisco è il perché tu non possa amare una donna. Sai eccitarla con la voce, suscitare desideri con piccole parole, con i toni. Sai comprendere quali voglie mi hanno attraversato e quando era il momento di… agire. Mi conosci e hai fatto in modo che io conoscessi te.»
«Io non sono indispensabile in un rapporto sessuale, Valentin sa…» 
«Ma l’hai fatto con me. Hai lottato con me dall’inizio. Mi hai costretta a guardarti, a percepirti, ad ascoltarti. A fare finta di volere…»

Questa relazione a tre è la cosa più incredibile, stupefacente e complessa da mandare avanti. Non può sottrarsi dal gioco, non ha nessun valido motivo, eppure vorrebbe tanto che le mani che l'accarezzano nei punti più sensibili fossero quelle di Ivan e non quelle di Valentin, che le labbra che toccano la sua intimità fossero quelle di Ivan, che il sapore che sente sulla lingua fosse quello di Ivan.
La voce non gli basta più. Artemisia vuole Ivan, totalmente.

«Ho immaginato di fare l’amore con te. Per tutto il tempo ho avuto la sensazione che fossi tu a toccarmi, a farmi godere, che fosse tuo quel sesso gonfio che mi allargava tutta.»
«Non è così che doveva andare. Dovevo restare nell’ombra e lasciare che fosse lui a scoparti.» 
«Se non l’hai fatto qualcosa pur significherà.» Arrivò a sfiorarlo con la punta dei seni. 
«Non sei una donna che lascia indifferenti.» 
«Eppure non puoi fare l’amore con me. Perché?» 
«Non sono disposto a dirtelo. Sei una donna magnifica, hai tanti corteggiatori, è meglio che…» 
«Lasciami provare.» Scivolò sulle ginocchia. Stava pregando per una briciola di possibilità, le mani sui suoi quadricipiti, sentì che vibravano e il desiderio di salire e stringergli il sesso la sconvolse. Era pronta a mendicare, a diventare una concubina. 
«Dimmi solo se ti piaccio abbastanza da provare con me.» 
«Mi chiedi qualcosa che non posso negare.»

L'ambientazione è davvero suggestiva: Villa Eden è il tempio dell'eros, dell'eleganza e del desiderio. L'impressione è che i protagonisti si muovano tra le stanze godendo di ogni particolare, ogni dettaglio, coinvolgendo il lettore. Siamo lì con Artemisia, in quelle camere sontuose dai colori barocchi, viviamo il suo piacere, i suoi ansiti, i suoi timori. Siamo spettatori ma anche protagonisti.




L'atmosfera è calda, torbida. Lo stile elegante e misurato: non ci sono scene volgari, l'autrice osa ma lo fa lasciando lo giusto spazio all'immaginazione del lettore.
I gemelli sono due uomini seducenti, capaci di infiammare anche il cuore più gelido e il corpo più reticente. Alexandra è un personaggio interessante, che non si sbottona mai eppure ha un animo così sensibile e un tumulto interiore capace di smuovere montagne.
Solo se mi guardi è la storia di un amore appena accennato, che vede il suo inizio tra le pagine per poi lasciare al lettore l'onore di immaginare cosa verrà dopo. Come tutti i romanzi Youfeel, l'esiguità delle pagine non consente di andare a fondo o arrivare all'epilogo finale totalmente soddisfatti. Resta sempre qualcosa in sospeso, una curiosità insana e morbosa impossibile da soddisfare, se non con l'immaginazione.
Fa caldo, sì, ma se siete alla ricerca di una storia da leggere in poche ore, capace di farvi vedere scintille, fiamme e chi più ne ha più ne metta, allora questo romanzo fa per voi.





VILLA EDEN #1 (17 FEBBRAIO 2015)


SOLO SE MI GUARDI #2 (12 AGOSTO 2016)






Nessun commento:

Posta un commento