giovedì 25 agosto 2016

OVUNQUE CON TE, KATIE MCGARRY. Recensione.


TITOLO: Ovunque con te

AUTORE: Katie McGarry

SERIE: Thunder road #1

EDITORE: Harper Collins Italia

PUBBLICAZIONE: 14 aprile 2016 

GENERE: Young adult

PAGINE: 392

PREZZO: € 6,99 ebook; € 13,60 cartaceo

Nessuno vuole che stiano insieme, ma a volte la persona giusta è quella che meno ti aspetti e la strada che più temi è spesso quella che ti porterà a casa. 



Emily ha diciassette anni ed è felice della propria vita così com'è: genitori amorevoli, buoni amici e un'ottima scuola, in un quartiere tranquillo. Certo, non può negare di essere curiosa riguardo al suo padre biologico, quello che ha preferito unirsi a un club di motociclisti - il Regno del Terrore - piuttosto che essere genitore; questo non significa, però, che lei vorrebbe far parte di quel mondo. Quando però una timida visita si trasforma in una lunga vacanza estiva tra parenti che non sapeva di avere, una cosa le è chiara: niente è come sembra. Il club, suo padre, e nemmeno Oz, un ragazzo che ti ipnotizza con i suoi occhi blu e che può aiutarla a capire quella vita.
Oz desidera una cosa sola: unirsi al Regno del Terrore. Loro sono quelli buoni. Proteggono la gente. Loro sono... una famiglia. Mentre Emily è in città, Oz glielo dimostrerà. Così, quando il padre di lei gli chiede di tenerla al sicuro da una banda rivale con un conto da regolare, per Oz è un sogno che diventa realtà. quello che non sa è che Emily potrebbe infrangerlo, quel sogno.



Senza l’amore,
rinunciamo a una parte vitale della nostra anima.


Da quando ha compiuto cinque anni, finalmente Emily può dire di avere una famiglia. Sua madre l’ha cresciuta da sola, come meglio poteva, finché non è arrivato il suo supereroe personale che l’ha adottata prima di sposare la mamma. Jeff non l’ha concepita, non è il suo padre biologico eppure l’ha amata e si è preso cura di lei ogni giorno. Emily adesso ha diciassette anni, vive in Florida ed è felice. Sa che il suo vero padre, Eli, vive a Kentucky e che è un motociclista che ha dato il benservito a sua madre dopo aver saputo di averla messa incinta.
Anche Oz ha diciassette anni ma la sua vita è molto diversa da quella di Emily. Vive in un caravan, ha appena preso il diploma ed è a un passo dal realizzare il sogno della sua vita: entrare nell’attività di famiglia, diventare membro del Reign of Terror. Tutto intorno a lui è moto, giubbotti di pelle scura, leggi da rispettare e onore. È da quando ha compiuto dodici anni che sogna di diventare un vigilante e far parte del club, come tutti gli uomini della sua famiglia e a cui tiene. Il loro impegno ogni giorno è fare la scorta a tir che trasportano merci di lusso in zone ad alto rischio di criminalità.
Quando la nonna di Emily, la mamma del suo vero padre, Olivia, scoprirà che le resta davvero poco da vivere perché un tumore se la sta portando via, non avrà altro desiderio che incontrare sua nipote. I rapporti tra la ragazza ed Eli sono freddi, sterili. Una volta all’anno si incontrano e lui la porta a fare shopping per poi ritornare a Kentucky lasciandola alla sua vita.
Emily partirà per questo viaggio con dei pregiudizi verso questo mondo fatto di motociclisti spregiudicati e tornerà in Florida completamente cambiata.

L’incontro con Oz avverrà in una circostanza tutt’altro che convenzionale e spaventerà a morte Emily. Nonostante ciò, la ragazza non potrà fare a meno di sentirsi attratta da lui, il classico bello e impossibile dall’aria della rockstar alternativa.
Narrata dal punto di vista di entrambi i protagonisti, questa è la storia di un viaggio che li porterà a fare nuove scoperte, un viaggio rivelatore che porterà a galla un passato che gli appartiene e che tutti hanno cercato di nascondere. Qualche rivelazione sarà una manna dal cielo, qualcun’altra rischierà di distruggere le loro vite, soprattutto quella di Emily. Quest’ultima, pur essendo giovanissima, è una ragazza in gamba, sveglia, intelligente. Neanche per un attimo durante la lettura penserete a lei come a una diciassettenne. Non ha esperienze, ha ancora tanto da vedere e imparare, ma affronterà con coraggio e tempra ciò che la vita le piazzerà davanti. Non sarà facile ma ci riuscirà.
Oz è un ragazzo maturo che commetterà errori su errori che mineranno il suo sogno, ma lo farà per una buona ragione: l’amore. Perderà la testa per Emily e metterà a rischio tutto. Coraggioso, impavido e, anche lui, molto più di un qualsiasi diciassettenne.

Sono tutta accaldata e paonazza. La testa di Oz è vicina. Vicinissima. Tanto vicina che hol'acquolina in bocca all'idea di baciarlo, di assaggiarlo, di divorarlo. È una cosa pazzesca. È una cosa folle. È... 
«Non capisco cosa sta succedendo.» 
«Neanche io» risponde lui. «Ma non ti trattengo qui.» 
No, non mi sta trattenendo e io non mi muovo. Anche Oz è immobile. Respiro a fatica e il cuore mi batte al ritmo dei miei pensieri: bacialo, bacialo. Baciarlo? Ma... «Non mi piaci.» Lo odio... penso.
«Neanche tu mi piaci.» Eppure mi scosta dietro l'orecchio delle ciocche di capelli ribelli facendomi venire la pelle d'oca. «Ma nessuno ha detto che sia rilevante il fatto di piacersi o meno.» 




Ovunque con te è uno young adult che può essere letto a qualsiasi età, anche dalle lettrici più mature. Non c’è nulla di banale o scontato, il sentimento che nasce e cresce tra i protagonisti è puro, romantico ma mai ordinario. L’inizio è piuttosto destabilizzante, ci catapulta nella vita di Emily e ci racconta del suo rapporto difficile con Eli, nella vita di Oz fatta di pregiudizi. E ruota tutto intorno a questo: il pregiudizio. Oz ormai è abituato agli occhi della gente che guardano suo padre e chi fa parte del club come dei criminali. Tutti pensano ai motociclisti come a delinquenti in sella, armati fino al collo e colpevoli dei reati peggiori. Ma sa anche che non potrebbe essere nulla di più lontano da ciò. Il Reign of Terror è fiducia, amore e protezione. Ogni membro è legato all’altro. Ad unirli è la lealtà, e ci sono delle regole interne che vanno rispettate religiosamente. Oz non vede l’ora di farne parte, di sentirsi parte di qualcosa di più grande. Dopo le prime pagine in cui si fa fatica ad entrare nella storia e avere tutto chiaro, la lettura procede spedita. Emily è come una mina vagante, la presenza che tutti a Kentucky temono. Sarà difficile per lei ambientarsi in un luogo così diverso da quello in cui ha sempre vissuto e si troverà a fare i conti con un passato che è diverso da ciò che ha sempre creduto.

Sono convinta che senza la presenza rassicurante di Oz, che credetemi è semplicemente perfetto, la protagonista ne sarebbe uscita molto provata a livello emotivo.

«Sei bellissima» dico, e mi fa male la sincerità delle mie parole. «Sei bellissima fuori e dentro. Mi piace come mi sfidi. Mi piace il fatto che io non riesca mai ad anticipare quello che farai o dirai un attimo dopo. Mi piace il fatto che, qualunque cosa ti dicano, tu reagisca sempre alla grande.» 
Le prendo il viso con una mano e le accarezzo la pelle morbida. «Mi piace come sorridi e come ridi. Mi piace come vuoi bene alla tua famiglia e come la difendi, e come tu abbia cercato di voler bene alla mia. Mi piace come ti fidi. Ma più che altro, Emily, mi piace come sto quando ti sono accanto.» 
Merda. Il cuore mi brucia in petto al suono delle mie stesse parole. 
«Mi sto innamorando di te.»


Perderà ogni certezza, dovrà ricostruire la sua storia da capo, partendo da zero. Il suo castello, costruito in anni e anni di fatica, sacrifici e sudore, crollerà senza preavviso. Invidiabile il suo modo di reagire, di rimboccarsi le maniche e scendere in campo. Era a questo che mi riferivo quando scrivevo che non penserete mai a lei come a una diciassettenne. Non è una ragazzina facilmente impressionabile, non si comporterà mai come tale.




I personaggi secondari che ruotano attorno alla storia d’amore sono tanti e hanno un’importante rilevante. Innanzitutto voglio parlarvi di Olivia, la nonna paterna di Emily. Una donna forte, che tutti stimano, rispettano e temono a Kentucky. È una forza della natura capace di irretire un gruppo di uomini belli e grossi che passano la giornata su una moto. È sicuramente un personaggio chiave che ha tanto da insegnare a Emily. Per Oz è da sempre come una mamma, si è occupato di lui quando era un bambino, perché i suoi genitori erano troppo giovani per farlo. Lascerà loro una grande eredità, che non ha nulla a che fare con i soldi o ciò che di materiale si può passare.
Poi c’è Eli, il padre biologico di Emily. Posso dirvi che l’ho amato dal primo momento? Inizialmente sembra non avere nulla dell’eroe, anzi. Emily prova del risentimento, lui è l’uomo che ha abbandonato sua madre e ha scelto di non voler prendersi cura di lei. Ma questo è ciò che le hanno raccontato, la verità è ben lontana… Eli è un uomo altruista, che sa amare, al punto di sacrificare la sua vita per le donne a cui ha donato il cuore. Mi piacerebbe davvero leggere una storia dedicata a lui.



Amatevi l'un l'altro e abbiate il coraggio di vivere la vostra vita e amare ancor di più. Non fatevi intrappolare dalla paura. 






Questa recensione è stata già pubblicata sul mio profilo personale Goodreads in data 21/05/2016: https://www.goodreads.com/book/show/29921819-ovunque-con-te?from_search=true

THUNDER ROAD SERIE


Ovunque con te #1
Per sempre con te (presentazione qui) #2




2 commenti:

  1. Bellissima recensione, Vale! Non vedo l'ora di leggerlo, è nel mio prossimo ordine :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merita, merita, merita! E pensare che all'inizio neanche volevo leggerlo!
      Aspetto con ansia Per sempre con te :)

      Elimina