giovedì 14 luglio 2016

LOVE. UN PENSIERO INFINITO, L. A. CASEY. Recensione in anteprima.


TITOLO: Love. Un pensiero infinito

AUTORE: L. A. Casey

SERIE: Love #3

EDITORE: Newton Compton

PAGINE: 384

PUBBLICAZIONE: 14 luglio 2016 

GENERE: New adult 

COSTO: € 5,99 ebook
Kane ha bisogno di lei. E Kane prende sempre ciò di cui ha bisogno.

Aideen Collins è uno spirito libero. È cresciuta in una casa piena di uomini, e questo le ha insegnato a essere fredda e diretta. Kane Slater è un’anima tormentata. La gente si tiene alla larga da lui, a causa delle cicatrici che gli deturpano viso e corpo. Ma Kane ha imparato a usare a suo favore la paura che suscita negli altri, perché non vale la pena circondarsi di persone che non vedono oltre le apparenze. Si accontenta del piccolo giro di amicizie dei suoi fratelli e delle loro ragazze, almeno fino a quando un’irlandese di nome Aideen Collins non compare nella sua vita. Aideen è l’unica donna che osa dirgli in faccia quello che pensa di lui, senza timore di fargli male. E Kane è l’unico uomo che riesce a vedere oltre la dura scorza di Aideen. Non riescono a sopportarsi, eppure si desiderano…




E siamo arrivati finalmente al turno di Aideen e Kane! Un'altra storia tanto attesa dalle fan della Casey e della serie Love. Devo dire che dopo Nico e Bronagh ho fatto fatica ad affezionarmi agli altri fratelli e alle loro ragazze; ogni storia sembrava solo l'ombra della prima che mi aveva fatto innamorare e divertire come poche. Con Aideen e Kane c'è stato di nuovo il colpo di fulmine, la magia. Dopo poche pagine ero già eccitata e fremevo dalla gioia.
È tornata la Casey che avevo conosciuto in Love. Un nuovo destino.
Kane è sfacciato, molto più del suo fratellino Nico, ha un pensiero fisso: il sesso. E non se ne vergogna di certo. Con lui è tutto un continuo riferimento al sesso e al piacere. È diretto, spigliato, volgare. Sotto la scorza dura, però, si nasconde un'anima fragile che emergerà solo verso la fine e farà sciogliere anche le lettrici più dure e che nei confronti di questa serie hanno avuto qualche perplessità. Aideen è altrettanto peperina, sa tenergli testa e lo sfida continuamente.
Li avevamo lasciati alle prese con un test di gravidanza positivo che non sapevano a chi appartenesse. Una delle ragazze degli Slater è incinta, su questo ci sono pochi dubbi. Ma chi delle tante? Nessuna di loro sembra volerne sapere nulla, eppure Aideen sa che c'è una possibilità, minima certo, ma c'è, che quel test appartenga a lei. Una notte di follia al Darkness, in cui era ubriaca persa, potrebbe averle cambiato la vita e donato un figlio. Neanche a dirlo quella notte l'ha passata con uno Slater, Kane precisamente. Entrambi ubriachi, la mente troppo ottenebrata perchè rifletta sulle conseguenze, si sono lasciati andare a una notte di passione sfrenata. Una notte che nei loro ricordi è indelebile e comincerà a seminare il dubbio.




Da qui in poi comincia la parte che ho definito "romantica", perchè non saprei davvero in quale altro modo definirla. Kane si prenderà cura della sua Aideen, lei imparerà a gestirlo e a tenerlo a bada. Dopo i primi scontri e le prime battute al vetriolo - che mi hanno fatto sorridere come solo Nico e Bronagh sapevano fare - nascerà una sintonia invidiabile e si muoveranno come un meccanismo ben oliato. Ogni tassello andrà al suo posto.

«Sai bene che dovevo farti l’iniezione alle otto stamattina. Sono passata prima di andare al lavoro e non hai neanche aperto la porta. E non raccontarmi stronzate: ti ho sentito ridere quando ti ho minacciato».
Fece un sorrisetto, ma non negò.«Sei incredibile. Vuoi ammalarti? Perché se non prendi l’insulina, starai male. Solo tu, nessun altro», sbottai.Kane continuò a sorridere. «Forse mi piace farmi male». 
«Continua a parlare», lo avvertii, «e sarò io a farti male». 
«È una promessa, bambolina?», chiese, fingendo di mandarmi dei baci.Io strillai e diedi uno schiaffetto sulla spalla di Keela. «Lo vedi? Lovedi cosa devo sopportare? Un uomo-bambino!». 
«Io sono tutto uomo, piccola. Vedi il mio cazzo abbastanza spesso da saperlo», dichiarò Kane, ridacchiando, di nuovo.Keela smise di ridere e mi fissò con un’espressione sconvolta. 
«Intende dire che deve spogliarsi quando gli faccio l’iniezione sulla coscia e mi costringe a guardargli il pene».Keela andò da Kane e gli diede il cinque. «Geniale». 
“Geniale?”. 
«Da che diavolo di parte stai?», le chiesi. 
«Dalla parte dell’amore».



Kane è un personaggio che ha tanto da dare e lo dimostrerà. Pagina dopo pagina verrà fuori la sua anima, le sue insicurezze e il suo passato tremendo. Tra tutti i fratelli, probabilmente, è quello che ha sofferto di più e a cui è toccata la sorte peggiore. Ancora non è riuscito a lasciarsi alle spalle i ricordi di Marco, Big Phil e tutto ciò che lo legava a questo sistema; le cicatrici che porta sul corpo e sul viso non fanno che ricordargli ogni maledetto giorno quanta sofferenza e quanto dolore abbiano attraversato la sua vita. Oltre ai suoi fratelli non ha nessuno. Non ha amici nè conoscenti fidati. Il suo mondo gira intorno ai fratelli e alle loro ragazze e quando capirà che ormai ognuno di loro ha una nuova vita felice, comincerà a sentirsi terribilmente solo. Questo lo indurrà a legarsi sempre più ad Aideen e allo spiraglio di luce che la ragazza porterà nella sua vita.
Questo, per Kane, è un nuovo inizio, il vero lasciarsi alle spalle il passato, chiudere un capitolo della sua vita e iniziarne un altro che può dargli solo gioia e felicità.

«Ami il mio corpo?», domandò, spostandosi sul fianco ora che la nostra piccola si era addormentata.
Io annuii. «Perché non dovrei?» 
«Le mie cicatrici», rispose subito. 
«Le tue cicatrici sono belle, tu sei bello», dissi, tracciando teneramente i tanti segni che aveva sul braccio con le punte delle dita.Kane mi guardò dritto negli occhi. «Bello?», ripeté a bassa voce. 
«Bello», dissi e posai le mani sulla sua pelle martoriata, ma splendida. «Le tue ferite sono chiuse e il tuo dolore è finito. Ciò che resta è un disegno, un’immagine che dimostra che sei più forte delle tue sofferenze. È quello che vedo quando le guardo, vedo quanto eri forte. Quanto sei forte».Kane si voltò verso di me e mi fissò con uno sguardo che fece accelerare il mio respiro. 
«Le cicatrici… sono guarite fisicamente molto tempo fa, ma ho rivissuto il modo in cui le ho ricevute milioni di volte nella mia mente, e poi… poi sei arrivata tu e tutto è andato meglio. Hai tenuto a bada i miei demoni». Kane posò le sue mani tremanti sulle mie cosce. «Mi hai guarito, bambolina».

Verso la fine il romanzo prenderà una piega inaspettata rispetto all'andamento generale, ma poco innovativa rispetto ai precedenti libri della serie. Di sicuro ha vivacizzato la lettura e mi ha tenuto sulle spine fino all'ultima pagina. Come al solito, il finale non è soddisfacente perchè lascia irrisolte molte questioni fondamentali. Ancora una volta resto a bocca asciutta.
La cosa che ho apprezzato di meno è stato il modo in cui l'autrice ha trattato lo stato di salute di Aideen. Preferisco non entrare nello specifico e dare maggiori informazioni perché voglio lasciarvi l'effetto sorpresa, ma non mi è piaciuto che sia stata trattata come un'invalida per gran parte del romanzo. Trovo che la Casey abbia calcato troppo la mano su certi aspetti e non era assolutamente necessario per la buona riuscita della storia.
Posso dire di aver letto una storia divertente, romantica, dolce, che mi ha colpito. Resto in attesa di saperne di più sul futuro dei protagonisti - perchè finisce tutto sul più bello? - e, soprattutto, pretendo un libro su uno dei personaggi che più ho amato fin dall'inizio: Damien.





SERIE LOVE

Love. Un nuovo destino (qui la recensione)

Love. Anime gemelle (qui la recensione)

Love. Un incredibile incontro (qui la recensione)

Love. Amori perduti (qui la recensione)

Love. Un pensiero infinito

Love. Come cuori lontani (in uscita il 21 luglio)










Nessun commento:

Posta un commento